Iscriviti

NBA, 30 gennaio 2019: Denver Nuggets ok alla prova di New Orleans sui Pelicans. Tutte le gare

I Denver Nuggets sono sempre in corsia di sorpasso sui Warriors, vincendo anche in casa dei New Orleans Pelicans. I Portland Trail Blazers abbattono gli Utah Jazz.

Basket
Pubblicato il 31 gennaio 2019, alle ore 21:51

Mi piace
14
0
NBA, 30 gennaio 2019: Denver Nuggets ok alla prova di New Orleans sui Pelicans. Tutte le gare

Nella notte della NBA di mercoledì 30 gennaio 2019 si sono giocate otto gare.
I Denver Nuggets vincono in casa dei New Orleans Pelicans per 105-99: i Nuggets hanno guadagnato in solidità durante questa stagione ed è la chiave per interpretare la vittoria in Louisiana, contro un team ben impostato, ma incapace di trovare la via del successo nei momenti decisivi. Denver è a una sola vittoria dalla vetta ad Ovest e Nikola Jokic firma un’altra doppia, stavolta con 20 punti, 13 rimbalzi e 10 assist. Per i pellicani Jrue Holiday totalizza 22 punti, 6 assist e 6 rimbalzi.

I Portland Trail Blazers abbattono gli Utah Jazz per 132-105: Utah compie un grosso passo falso in un periodo straordinario, crolla sin dai primi minuti e non si riprende più, con Portland sfavillante in attacco. Terza vittoria consecutiva per i Trail Blazers e posizione playoff sempre più assicurata, mentre Damian Lillard domina con 36 punti, 11 assist e 8 rimbalzi. Jazz negativi in tutte le statistiche, ma una sconfitta ci sta dopo una rincorsa alle zone alte ricca di soddisfazioni.

NBA: le altre gare della nottata

I Boston Celtics travolgono i Charlotte Hornets per 126-94: fino a quasi metà del terzo quarto gli Hornets hanno sempre la possibilità di giocarsi la vittoria, salvo poi subire un parziale mostruoso da parte dei Celtics, che porta i calabroni a perdere con 32 punti di margine. Prova superata per Boston e quarta posizione ormai ad un soffio. Jaylen Brown firma dalla panchina, per i celtici, 24 punti e 10 rimbalzi, gli Hornets conservano comunque l’ultima piazza playoff disponibile.

I Washington Wizards stendono gli Indiana Pacers per 107-89: senza Victor Oladipo, i Pacers non hanno ancora trovato un equilibrio e si ritrovano a perdere contro l’ondivaga Washington, che naviga pericolosamente sempre tra vittorie e sconfitte. I Wizards sono ora a poco più di due vittorie dalla piazza playoff dei Charlotte Hornets, con la terza sconfitta consecutiva Indiana perde la terza piazza ad Est a favore di Philadelphia.

I Sacramento Kings ribaltano gli Atlanta Hawks per 135-113. Atlanta affaccia il muso avanti per il primo quarto, quindi i Kings comandano le sorti della partita e vincono a mani basse, faticando poco e rendendo tanto dal punto di vista offensivo. I Kings sognano ancora i playoff, alla portata, con un gioco spumeggiante, mentre la possibile rimonta miracolosa di Atlanta diventa sempre più tale.

I Minnesota Timberwolves sconfiggono al supplementare i Memphis Grizzlies per 99-97. Incontro molto divertente, seppur povero di conclusioni, dal secondo tempo, tattico in azione su azione, con il punteggio che sconfina nel tempo addizionale. Karl-Anthony Towns batte la sirena e dà a Minnesota la vittoria, Memphis conta purtroppo l’ennesima sconfitta stagionale.

I Chicago Bulls vincono a domicilio dei Miami Heat per 105-89: la classifica non si riflette sulla partita e Chicago sfoggia un quarto periodo da invidia, che da solo vale la vittoria netta sugli Heat in zona playoff. Bobby Portis firma 26 punti e 4 rimbalzi dalla panchina per i Bulls, Miami brucia una grande opportunità per racimolare un successo.

I Dallas Maverics straripano in casa dei New York Knicks per 114-90. Luka Doncic e Dennis Smith Jr., al contrario di quanto pensavano in molti, coesistono da titolari, il primo guardia e secondo playmaker, regalando una grande vittoria nella Grande Mela con le loro buone prestazioni, Smith Jr.fa sua una tripla doppia da 13 punti, 15 assist e 10 rimbalzi, Doncic ottiene 16 punti, 8 rimbalzi e 5 assist. Ultima posizione assoluta ed undicesima batosta consecuitva, una macchia immensa per la franchigia newyorkese.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Denver è l'unica vera sorpresa che rimane in corsa per le posizioni più alte della classifica: considerando i Bucks una novità solo in parte, perché si era intuito il forte potenziale della squadra di Milwaukee prima della stagione, i giocatori del Colorado sono ad una sola vittoria dalla corazzata Warriors, il che già dice tutto su quanto di buono sta combinando la squadra di coach Malone. Nikola Jokic, con le sue triple doppie continue da centro, fa sempre più la differenza, ma ci sono Jamal Murray, Gary Harris, Will Barton, Torrey Craig e Paul Millsap, solo per citarne alcuni, che hanno portato ormai a picchi molto elevati le quotazioni dei Nuggets, anche per la postseason.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!