Iscriviti

NBA, 30 dicembre 2018: Trail Blazers devastanti, distrutti i 76ers. Tutte le partite

I Portland Trail Blazers si aggiudicano una vittoria da zona playoff distruggendo completamente i forti Philadelphia 76ers. I Los Angeles Lakers - senza LeBron James - sconfiggono i Sacramento Kings.

Basket
Pubblicato il 31 dicembre 2018, alle ore 16:59

Mi piace
14
0
NBA, 30 dicembre 2018: Trail Blazers devastanti, distrutti i 76ers. Tutte le partite

Nella notte della NBA di domenica 30 dicembre 2018 si sono giocate sei partite.
I Portland Trail Blazers distruggono i Philadelphia 76ers per 129-95. Mai in campo, Philadelphia si adagia inaspettatamente su un livello di mediocrità pazzesco che proprio non gli dovrebbe competere, così per Portland la vittoria risulta la conseguenza di una gara che è una semplice formalità. I Blazers sono in piena zona playoff ed in questa occasione fanno mostra di un CJ McCollum che ottiene un totale di 35 punti, 3 assist e 3 rimbalzi.

I Los Angeles Lakers sconfiggono i Sacramento Kings per 121-114, con LeBron James ancora infortunato e che compie 34 anni, ma la squadra si comporta molto bene, dopo la metà del quarto periodo rimonta il vantaggio dei Kings e torna alla vittoria, la prima volta nell’era James senza il Re in campo. Buona la prova di Los Angeles ma pure quella di Sacramento, che si conferma in questa stagione una compagine in grado di lottare per l’ingresso in postseason.

NBA: le altre gare della notte

I Toronto Raptors battono i Chicago Bulls per 95-89: non è la versione più brillante di Toronto, ma è quanto basta per vincere una gara contro i Bulls di questa stagione e per ripartire alla caccia dei Milwaukee Bucks e per prevalere su dei Bulls che hanno provato a contenere i Raptors con un’ottima difesa. I Raptors vanno ad un totale di 27 vittorie e 11 sconfitte, i Bulls rimangono adagiati alle parti meno nobili della graduatoria con 10 vinte e 27 perse.

I Dallas Mavericks sconfiggono sul filo di lana gli Oklahoma City Thunder per 105-103. Ad una prima parte di gara equilibrata segue un terzo quarto comandato saldamente dai Mavs, poi ritornano i Thunder, si lotta fino alla fine e Dallas riesce a strappare una vittoria utile per scacciare la crisi di risultati. Luka Doncic ottiene per i blu del Texas 25 punti, 7 assist e 3 rimbalzi, Paul George marca 36 punti e 5 rimbalzi.

I Minnesota Timberwolves vincono in casa dei Miami Heat per 113-104. Serve un super Karl-Anthony Towns (34 punti, 18 rimbalzi e 7 assist) per dare il successo agli Wolves, ora fuori dalla zona verde, ma con sempre tutte le carte in regola per tornarvici quanto prima. Miami si ferma e mantiene per sua fortuna un posto nei playoff.

Gli Orlando Magic sconfiggono alla sirena i Detroit Pistons per 109-107. Gli ultimi secondi della partita sono pazzeschi, il risultato muta continuamente come il possibile esito finale della partita. Ci pensa Evan Fournier per Orlando a tirare fuori una magia e segnare due punti che consegnano la seconda vittoria consecutiva ai Magic, in lizza per una posizione da postseason. Prosegue il momento no dei Pistons.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - LeBron James, 34 anni e non sentirli. Il Prescelto si è goduto dalla tribuna la prima vittoria dei suoi Lakers senza la sua presenza in campo, vedendo anche una squadra che ha giocato bene ed ha superato dei Kings molto ostici e tignosi. James ha dato tanto nei quattordici anni di carriera trascorsi tra Cleveland e Miami e può dare ancora molto ai tifosi della Los Angeles giallo viola. In tanti sono pronti a scommettere che presto, grazie a lui, i Lakers saranno pronti per tornare a vincere l'anello.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!