Iscriviti

NBA, 3 marzo 2020: i Lakers devastano i 76ers, i Clippers vincono sul parquet dei Thunder

I Los Angeles Lakers conquistano senza troppi problemi il successo contro i Philadelphia 76ers. I Los Angeles Clippers vanno a vincere in casa degli Oklahoma City Thunder.

Basket
Pubblicato il 5 marzo 2020, alle ore 09:22

Mi piace
9
0
NBA, 3 marzo 2020: i Lakers devastano i 76ers, i Clippers vincono sul parquet dei Thunder

Nella notte della NBA di martedì 3 marzo 2020 si sono giocate otto sfide.
I Los Angeles Lakers devastano i Philadelphia 76ers per 120-107. Per Philadelphia il primo quarto è molto positivo ed anche l’inizio del secondo, ma nel momento in cui Anthony Davis prende in mano la situazione la partita cambia volto ed i Lakers diventano inarrestabili, dando spettacolo nel corso di tutta la ripresa. Per i lacustri Anthony Davis porta con sé un totale di 37 punti e 13 rimbalzi, per i 76ers Glenn Robinson III da riserva mette insieme 25 punti e 4 rimbalzi.

I Los Angeles Clippers vincono in casa degli Oklahoma City Thunder per 109-94: buona partenza dei losangelini in blu, poi i Thunder si riavvicinano alla parità ma non la sfondano e nel secondo quarto i Clippers cambiano marcia e giocano un basket molto concreto, ai limiti della perfezione, contro una delle compagini più temute. Per Los Angeles Kawhi Leonard compone 25 punti e 8 rimbalzi, Dennis Schroder dalla panchina indirizza 24 punti.

NBA: le altre partite

I Brooklyn Nets vincono fuori casa al supplementare contro i Boston Celtics per 129-120: capitombolo molto fragoroso dei Celtics, che conducono con 21 punti oltre la metà del terzo quarto e con 13 punti ancora a sei minuti dalla fine. Un finale in calo regala inaspettatamente a Brooklyn il supplementare, dove finalizzano la risalita ed il trionfo. Nei Nets tutto il merito della conquista di Boston va a Caris LeVert, fenomenale e sensazionale con 51 punti, 5 assist e 4 rimbalzi messi in serie. Per i Celtics Kemba Walker sancisce 21 punti, 3 assist e 3 rimbalzi.

I Toronto Raptors dominano in casa dei Phoenix Suns per 123-114 dopo aver faticato tantissimo, specie nella prima parte di gara, sotto di 17 e contro dei Suns reattivi; ci vuole una ripresa a grande trazione offensiva per siglare la vittoria, rendere più netto il secondo piazzamento ad Est e firmare con Pascal Siakam 33 punti, 7 assist e 3 rimbalzi. Nei Suns Devin Booker distende 22 punti, 10 assist e 4 rimbalzi.

I Golden State Warriors fanno furore sul campo dei Denver Nuggets per 116-100 raccogliendo uno dei rari successi in trasferta di questa stagione, specialmente dopo un campionato complicatissimo, che li lascia sempre ultimi, ma che vede almeno qualche segnale di risveglio in vista della prossima stagione. Per i Warriors Andrew Wiggins si concede 22 punti, 10 assist e 5 rimbalzi, per Denver Nikola Jokic sigla 16 punti, 13 rimbalzi e 7 assist.

I Sacramento Kings battono i Washington Wizards per 133-126 dettando legge in tutto il primo tempo, per poi vedersi raggiunti nel terzo quarti, ma mai superati, così non scatta la molla psicologica per i Wizards e Sacramento torna a fare il proprio gioco nei minuti conclusivi. I Kings sono in piena corsa playoff con De’Aaron Fox in grado di timbrare 31 punti e 3 rimbalzi, nei Wizards Bradley Beal colleziona altri 35 punti e 8 assist.

I San Antonio Spurs superano di misura fuori casa i Charlotte Hornets per 104-103. Dal secondo in quarto in poi i texani riducono il vantaggio degli Hornets, poi passano avanti per affrontare una strenua restistenza causata dal ritorno di fiamma nel finale dei padroni di casa. Per gli Spurs Dejounte Murray carpisce 21 punti, 6 assist e 5 rimbalzi, per gli Hornets Terry Rozier regola 20 punti, 6 rimbalzi e 5 assist.

I Minnesota Timberwolves passano in casa dei New Orleans Pelicans per 139-134: partita da su è giù, il risultato si porta solo negli ultimi minuti a favore dei Timberwolves, che strappano ai Pelicans una buona occasione per avvicinare la zona playoff. Nei lupi invernali Mailk Beasley affranca 28 punti, 4 assist e 3 rimbalzi, per New Orleans Jrue Holiday costruisce una tripla doppia da 27 punti, 12 assist e 10 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Anthony Davis e Caris LeVert, i due protagonisti della notte: per Davis una serata di grande livello, con cui ha trascinato dallo svantaggio al largo trionfo i suoi giallo-viola. La sua presenza è fondamentale sia ora sia, lo sarà di più, nella postseason, formando con James un duetto travolgente. Caris LeVert marca 51 punti e mostra tutta la classe che ha, quella di un ragazzo frenato solamente da gravi infortuni ma che, nei momenti di piena forma, gioca alla pari dei giocatori più forti della NBA, garantendo un valore aggiunto ai Nets, specie nella prossima stagione, quando Durant ed Irving saranno di nuovo in salute e pronti alla sfida per il titolo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!