Iscriviti

NBA, 28 ottobre 2019: gli Spurs stendono i Trail Blazers, i Rockets battono i Thunder. Tutte le partite

Vittoria da tre successi su tre per i San Antonio Spurs, che battono i Portland Trail Blazers; gli Houston Rockets riescono ad avere la meglio sugli Oklahoma City Thunder.

Basket
Pubblicato il 29 ottobre 2019, alle ore 11:09

Mi piace
6
0
NBA, 28 ottobre 2019: gli Spurs stendono i Trail Blazers, i Rockets battono i Thunder. Tutte le partite

Nella notte della NBA di lunedì 28 ottobre 2019 si sono disputati undici incontri.
I San Antonio Spurs sconfiggono i Portland Trail Blazers per 113-110: il primo tempo di grande carica dei Blazers è solo un’illusione per la squadra dell’Oregon, che subisce un pesante parziale nel terzo quarto; nel finale la stessa squadra prova a rimontare, ma gli Spurs incamerano la terza vittoria su tre con merito. Per San Antonio DeMar DeRozan centra 27 punti e 7 rimbalzi, per Portland Damian Lillard marca 28 punti, 9 rimbalzi e 7 assist.

Gli Houston Rockets superano gli Oklahoma City Thunder per 116-112; i Thunder interpretano al meglio il primo quarto, guadagnando ben quindici punti di margine, che si volatilizzano con lo scorrere dei minuti; i Rockets, con James Harden mattatore (40 punti, 7 assist e 3 rimbalzi), trovano la testa della partita e marcano la seconda vittoria stagionale, mentre i Thunder vanno a una vittoria e tre sconfitte, con Shai Gilgeous-Alexander che ottiene 22 punti, 9 rimbalzi e 4 assist.

I Los Angeles Clippers regolano i Charlotte Hornets per 111-96. Primo quarto a favore dei Clippers, secondo parziale coraggioso ed intenso degli Hornets, quindi un secondo tempo di chiara marca losangelina, che riprende il cammino vittorioso dopo la sconfitta subita con i Suns. Nei Clippers Kawhi Leonard domina con 30 punti, 7 rimbalzi e 6 assist, negli Hornets Terry Rozier si prende 17 punti e 3 rimbalzi.

NBA: le altre partite

I Milwaukee Bucks superano i Cleveland Cavaliers per 129-112, con l’atteggiamento giusto che permette loro di gestire al meglio l’incontro, contenendo gli attacchi avversari e segnando con un’ottimale percentuale a canestro (52,2%), approfittando anche dell’inesperienza di una squadra avversaria piuttosto giovane. Milwuakee dà spazio a Khris Middleton che accumula 21 punti e 8 rimbalzi, per i Cavs Tristan Thompson firma 17 punti, 13 rimbalzi e 4 assist.

Gli Utah Jazz hanno la meglio in trasferta dei Phoenix Suns per 96-95: la sfida è molto tirata, sempre incerta e nel finale mostra il meglio di sé, con i Jazz che sfruttano al meglio gli ultimi secondi ed ottengono un successo non scontato contro dei discreti Suns; nella squadra dello Utah Bojan Bogdanovic marca 29 punti e 5 rimbalzi, per Phoenix Devin Booker mette a referto 21 punti e 3 rimbalzi.

I Toronto Raptors mettono all’angolo gli Orlando Magic per 104-95. I campioni in carica affrontano con determinazione la squadra incontrata lo scorso anno all’inizio del loro cammino vincente, al primo turno dei playoff, tenendo un vantaggio oltre i dieci punti per tre quarti di gara, per farsi quindi rimontare e nel finale prendersi ancora la leadership. Gara divertente, con un finale intenso, che dò modo a Toronto di andare a tre vittorie ed una sconfitta ed a Kyle Lowry di centrare 26 punti, 6 assist e 5 rimbalzi. Per i Magic Johnathan Isaac marca 24 punti e 7 rimbalzi.

I Philadelphia 76ers trionfano sul campo degli Atlanta Hawks per 105-103: nel quarto periodo il risultato non trova un padrone, deciso poi negli ultimi due minuti con il mini allungo degli ospiti, ancora a punteggio pieno, che nelle loro fila hanno un grande Joel Embiid da 36 punti, 13 rimbalzi e 5 assist; per Atlanta Trae Young fa suoi 25 punti, 9 assist e 4 rimbalzi.

I Denver Nuggets hanno la meglio fuori casa dei Sacramento Kings per 104-95. Stavolta Sacramento regge meglio l’impatto degli avversari rispetto agli incontri precedenti, ma la rimonta sui 12 punti massimi conquistati da Denver non riesce e per la squadra della capitale californiana arriva la quarta sconfitta consecutiva, nonostante i 24 punti e 13 rimbalzi dalla panchina di Richaun Holmes. Per Denver sono tre vittorie su tre e Jamal Murray fissa 18 punti, 4 rimbalzi e 3 assist.

I Detroit Pistons fanno fuori gli Indiana Pacers per 96-94, rischiando di perdere una partita in gran parte dominata, con un finale scialbo, che garantisce però la conquista della vittoria. Nei Pistons Andre Drummond raccoglie 18 punti e 18 rimbalzi, mentre Indiana, ancora a secco di successi, raccoglie con Domantas Sabonis 21 punti e 14 rimbalzi.

I Golden State Warriors travolgono fuori casa i New Orleans Pelicans per 134-123: due squadre dalle ottime prospettive si affrontano a zero successi a testa, con entrambe che mostrano difese traballanti, ma con i Warriors che mettono in luce il solito attacco straordinario. Per Golden State Stephen Curry accumula 26 punti, 11 assist e 3 rimbalzi, nei Pelicans Brandon Ingram sigla 27 punti, 10 rimbalzi e 6 assist.

I New York Knicks sconfiggono i Chicago Bulls per 105-98: prima vittoria stagionale dei newyorkesi, che trovano il vantaggio solo negli ultimi due minuti e con carattere si portano a casa la sfida, mentre i Bulls hanno grandi rimpianti per aver gettato alle ortiche l’intera buona prestazione. Per New York RJ Barrett realizza 19 punti, 15 rimbalzi e 5 assist, nei Bulls Wendell Carter Jr. iscrive nel tabellino 20 punti e 10 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Gli Spurs sono sempre sulla scena, da oltre vent'anni ed anche in questo inizio di stagione si propongono per una posizione di vertice. La squadra di coach Popovich è un misto ben riuscito di giocatori esperti e giovani con qualche anno di NBA alle spalle, nel tentativo di creare ancora un nucleo consistente di giocatori capaci di dominare nei playoff. Manca ancora qualche pedina, una superstar da affiancare ai veterani Aldridge e DeRozan, per poter ambire di nuovo a giungere in finale di conference, in finale NBA e pure all'anello, con la reale prospettiva che l'eterna dinastia texana possa prendersi la scena di nuovo già nelle prossime annate.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!