Iscriviti

NBA, 28 gennaio 2018: Rockets da vittoria sui Suns, bene i Cavaliers

Gli Houston Rockets vincono una gara più difficile del previsto contro i Phoenix Suns. I Toronto Raptors vincono contro i Lakers, i Cavaliers si prendono il punto contro i Pistons.

Basket
Pubblicato il 29 gennaio 2018, alle ore 21:34

Mi piace
10
0
NBA, 28 gennaio 2018: Rockets da vittoria sui Suns, bene i Cavaliers

Nella notte della NBA di domenica 28 gennaio 2018 si sono giocate sette sfide. Gli Houston Rockets vincono sui Phoenix Suns per 113-102; nel primo tempo la gara è più complessa del previsto, poi i Rockets cambiano marcia ed ottengono la vittoria con un buon margine, mantenendo il secondo posto ad Ovest e mettendo in luce un James Harden da 27 punti, 10 rimbalzi e 8 assist. Per Phoenix Devin Booker ottiene 31 punti, 10 assist e 3 rimbalzi.

I Toronto Raptors vincono contro i Los Angeles Lakers per 123-111 Toronto va sempre più vicino al primo posto ad Est grazie ad una prestazione eccellente, senza scossoni né tentennamenti di sorta, lasciando i lacustri sempre fuori dalla possibilità della rimonta. Per i Raptors Fred VanVleet centra 25 punti e 4 assist, nei Lakers Julius Randle concretizza 17 punti, 10 rimbalzi e 5 assist.

I Cleveland Cavaliers battono i Detroit Pistons per 121-104, con gli ospiti che reggono bene all’urto dei Cavs per tre quarti della sfida, per poi affondare nel quarto decisivo, lasciando ai cavalieri ampio margine, con LeBron James che interpreta 25 punti, 14 assist e 8 rimbalzi, mentre per Detroit, ormai sempre più nella nebbia e in confusione, Anthony Tolliver conclude 20 punti, 5 assist e 3 rimbalzi.

I San Antonio Spurs battono i Sacramento Kings per 113-98: i Kings nel terzo quarto tornano in partita e si portano in vantaggio, lasciando presumere ad un successo in trasferta, invece gli Spurs mostrano i muscoli e vincono come da pronostico. San Antonio ha 33 vinte e 19 perse e LaMarcus Aldridge totalizza 15 punti, 7 rimbalzi e 4 assist; per Sacramento De’Aaron Fox mette a canestro 26 punti e 3 assist.

Gli Oklahoma City Thunder vincono contro i Philadelphia 76ers per 122-112: bellissima gara con il dominio alternato di entrambi gli schieramenti, mentre gli ultimi minuti incoronano i Thunder grazie ad una precisione al canestro molto elevata. Oklahoma City raggiunge 30 vittorie e 20 sconfitte e Russell Westbrook tocca quota 37 punti, 14 assist e 9 rimbalzi; per i 76ers Joel Embiid raccoglie 21 punti e 10 rimbalzi.

I Los Angeles Clippers ottengono il successo in casa dei New Orleans Pelicans per 112-103: i padroni di casa paiono incassare un’altra vittoria ma si fanno sorprendere da una grande reazione dei Clippers, i quali vincono anche grazie a Blake Griffin che marca 27 punti, 12 assist e 7 rimbalzi. Per New Orleans Anthony Davis intabella 25 punti, 17 rimbalzi e 6 assist.

I Milwaukee Bucks sfondano nello stadio dei Chicago Bulls per 110-96: conduzione di gara impeccabile per i cervi, che già dal primo quarto danno l’impressione di essere molto più in palla, arrivando ad una vittoria piuttosto agevole. Per i Bucks Giannis Antetokounmpo colleziona 27 punti, 9 rimbalzi e 8 assist, nei Bulls Denzel Valentine esegue 18 punti, 5 rimbalzi e 4 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Rockets ed i Raptors sono i giusti antagonisti, in questo momento, rispettivamente dei Warriors e dei Celtics per la prima posizione delle due conference: entrambe sono vicine e spero che si avvicinino ancora di più alle capolista per dare ancora più pepe alla seconda parte della stagione. Chi salerà e condirà questa annata fino ad aprile saranno i Thunder, tornati alla carica, senza tentennamenti e lanciati verso un terzo posto che gli competeva già dai pronostici di inizio stagione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!