Iscriviti

NBA, 28 febbraio 2021: i Bucks frenano i Clippers, i Lakers disintegrano i Warriors

I Milwaukee Bucks ritornano arrembati e battono nel finale i Los Angeles Clippers. I Los Angeles Lakers distruggono le frammentarie certezze dei Golden State Warriors.

Basket
Pubblicato il 1 marzo 2021, alle ore 12:26

Mi piace
8
0
NBA, 28 febbraio 2021: i Bucks frenano i Clippers, i Lakers disintegrano i Warriors

Nella notte della NBA di domenica 28 febbraio 2021 si sono disputate otto partite.
I Milwaukee Bucks sconfiggono i Los Angeles Clippers per 105-100: i Bucks interpretano un buon basket nella parte centrale della partita, il quarto periodo va a favore dei Clippers, ma solo prima dell’ultimo minuto, dove i Bucks si riportano avanti e vincono, vicinissimi al secondo posto ad Est. Per Milwaukee, Giannis Antetokounmpo sfonda con 36 punti, 14 rimbalzi e 5 assist; nei Clippers, Kawhi Leonard firma 25 punti, 9 rimbalzi e 3 assist.

I Los Angeles Lakers disintegrano i Golden State Warriors per 117-91: la squadra di San Francisco sta giocando una stagione tra alti e bassi e, contro i campioni in carica, vedono affondare le loro poche certezze contro il solido collettivo losangelino, guidato anche stavolta da un buon LeBron James da 19 punti, 6 rimbalzi e 4 assist. Per Golden State, Stephen Curry segna 16 punti, 7 rimbalzi e 4 assist.

NBA, le altre partite

I Miami Heat vincono la sesta gara di fila battendo gli Atlanta Hawks per 109-99 che, diversamente, si ritrovano a vivere la settima sconfitta in dieci gare che segnala un’annata molto al di sotto delle aspettative ed anche in serata riescono a fars rimontare nel finale. Per Miami, Kendrick Nunn imprime 24 punti, 7 assist e 3 rimbalzi, negli Hawks, John Collins gestisce 34 punti e 10 rimbalzi.

I Boston Celtics superano di misura i Washington Wizards per 111-110 in una bella partita, dove Boston ha il predominio per tre quarti, Washington passa in testa nel quarto ed ultimo parziale, ma Boston non si arrende e fredda gli avversari a pochi secondi dal termine, trovando la seconda vittoria di fila per provare a superare una crisi evidente. Per i celtici, Jayson Tatum fornisce 31 punti, 8 rimbalzi e 3 assist, per i maghi, Bradley Beal incanta con 46 punti e 7 rimbalzi.

I Charlotte Hornets sconfiggono fuori casa, ad un secondo e quattro decimi dalla conclusione, i Sacramento Kings per 127-126 con la giocata chiave di Malik Monk, che segna da due punti, subisce fallo e segna il libero che determina il successo dei calabroni azzurri, oramai insperato. Per gli Hornets, P.J. Washington esprime un totale di 42 punti e 9 rimbalzi, nei Kings, Harrison Barnes raggruppa 28 punti, 6 rimbalzi e 6 assist.

I Phoenix Suns passeggiano in casa dei Minnesota Timberwolves con il punteggio di 118-99 con tre quarti di buona gestione ed un finale incredibile, dirompente che mette di nuovo in luce lo straordinario talento di Devin Booker, che dona ben 43 punti, 5 assist e 5 rimbalzi. Per Minnesota, all’ottavo ko in serie, Karl-Anthony Towns totalizza 21 punti e 10 rimbalzi.

I New York Knicks vincono sul campo dei Detroit Pistons per 109-90 portandosi ad un incredibile quarto posto ad Est, con tre successi di fila e dando un pesante ko ai Pistons, che non hanno nemmeno le forze per provare a constrastare gli avversari. Nei newyorkesi, Julius Randle sintetizza 25 punti, 8 rimbalzi e 6 assist, per i pistoni, Jerami Grant si prende 21 punti e 8 rimbalzi.

I Memphis Grizzlies sfracellano fuori casa gli Houston Rockets per 133-84, un pazzesco -49 per Houston che è anche il massimo distacco nella partita e che costa ai Rockets, fuori con la testa dalla competizione, l’undicesima batosta consecutiva, che vede i razzi texani ora lontani dalla zona playoff che fino a venti giorni fa cercavano di difendere. Per Memphis, Brandon Clarke unisce 16 punti e 12 rimbalzi, per Houston, Mason Jones enumera 12 punti e 5 rimbalzi.

Rinviato l’incontro tra Toronto Raptors e Chicago Bulls.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Le due grandi partite della domenica accolgono il definitivo ritorno dei Milwaukee Bucks tra le squadre competitive per puntare al titolo: il peggio è passato, la discontinuità di inizio stagione è stata limata e si rivedono le trame di gioco collaudate del gruppo di coach Mike Budenholzer. Le squadre di Los Angeles si alternano in vittoria (Lakers) e sconfitta (Clippers), così i Lakers passano avanti agli avversari ma lontani dai Jazz che troneggiano su tutto. I Warriors cadono contro i lacustri e c'è più di qualcosa che non funziona: manca una solida risposta difensiva e, quando l'attacco non funziona bene come stavolta, tutto si complica per i guerrieri di San Francisco, che si dovranno dare da fare per difendere la zona playoff.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!