Iscriviti

NBA, 26 gennaio 2019: dominio Warriors e Celtics sconfitti in casa, i Nuggets battono i 76ers. Tutti gli incontri

Decima vittoria consecutiva per i Golden State Warriors: i californiani vincono sul difficile campo dei Boston Celtics. I Denver Nuggets inseguono battendo i Philadelphia 76ers.

Basket
Pubblicato il 28 gennaio 2019, alle ore 09:49

Mi piace
13
0
NBA, 26 gennaio 2019: dominio Warriors e Celtics sconfitti in casa, i Nuggets battono i 76ers. Tutti gli incontri

Nella notte della NBA di sabato 26 gennaio 2019 si sono giocati cinque incontri.
I Golden State Warriors vincono sul campo dei Boston Celtics per 115-111: si è trattata di una gara molto divertente e di alto livello, senza padrone e molto combattuta. I Warriors approfittano di una distrazione della difesa dei Celtics dopo un libero sbagliato di Green (Warriors) per recuperare palla a rimbalzo: è l’episodio che decide la partita. Decima vittoria di fila per Golden State; Kevin Durant somma 33 punti, 9 rimbalzi e 3 assist. I Celtics cedono e Kyrie Irving firma 32 punti, 10 assist e 6 rimbalzi.

I Denver Nuggets vincono contro i Philadelphia 76ers per 126-110: i Nuggets controllano molto bene la gara in un incrocio tra due squadre tra le più forti; i Sixers non trovano mai lo spazio per prendere il vantaggio e Denver si mette all’inseguimento dei Warriors. Nikola Jokic è il solito fenomeno nei Nuggets e si prende una tripla doppia da 32 punti, 18 rimbalzi e 10 assist; Philadelphia non ingrana e JJ Redick acchiappa 22 punti e 3 assist.

NBA: le altre partite

I Memphis Grizzlies fulminano gli Indiana Pacers per 106-103: il risultato non deve trarre in inganno, i Grizzlies hanno dominato e non hanno mai lasciato spazio ad Indiana, che ha tentato una rimonta solo quando non c’era più tempo; l’assenza di Oladipo tra le file dei battistrada si è fatta subito sentire, mentre gli orsi del Tennessee carpiscono un successo che mancava da troppo tempo.

I Portland Trail Blazers regolano gli Atlanta Hawks per 120-111: Atlanta è viva e nel secondo quarto si affaccia avanti nel punteggio; Portland, seppur con alti e bassi, nella ripresa interpreta meglio la partita e fissa la propria quarta posizione nella Western Conference; CJ McCollum è autore di una tripla doppia per i pionieri con 28 punti, 10 assist e 10 rimbalzi; per Atlanta Trae Young gioca bene ed intasca 30 punti e 8 assist.

I San Antonio Spurs superano fuori casa i New Orleans Pelicans per un totale di 126-114, grazie ad un secondo tempo concreto, che ha permesso poche volte all’attacco dei pellicani di poter essere continuo e pericoloso. Gli speroni texani vanno a 28 vittorie e 22 sconfitte e LaMarcus Aldridge assume un totale di 28 punti e 12 rimbalzi, che vanificano l’ottima gara di Jahlil Okafor per New Orleans, con 24 punti e 15 rimbalzi sistemati a fine gara.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Due gare di alto livello nella notte: i Warriors vincono sul campo dei Celtics, per loro dieci vittorie di fila ed è tornata la squadra degli scorsi anni, che può vincere ogni gara, con un Cousins in più: ancora peggio per tutti gli avversari, che spesso non trovano risposta alle infinite soluzioni offensive della squadra di coach Kerr. I Celtics falliscono anche questo scontro diretto, spesso i verdi sono stati abbattuti contro le squadre più forti, un segnale poco rassicurante per la postseason. I Denver Nuggets vorrebbero completare la loro straordinaria regular season quanto meno al secondo posto ad Ovest, un obiettivo alla portata, inatteso. I 76ers mancano di continuità: troppe assenze in questa nottata, è vero, ma i Sixers, una volta tornati nel loro quintetto iniziale, dovranno dimostrare di essere ancora letali.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!