Iscriviti

NBA, 25 marzo 2019: Trail Blazers, vittoria amara dopo 2 overtime contro i Nets: grave infortunio per Nurkic

I Portland Trail Blazers vincono dopo due tempi supplementari contro i Brooklyn Nets, ma il successo è amarissimo per il grave infortunio subito dal centro di Portland, Jusuf Nurkic, stagione finita per lui.

Basket
Pubblicato il 26 marzo 2019, alle ore 23:11

Mi piace
10
0
NBA, 25 marzo 2019: Trail Blazers, vittoria amara dopo 2 overtime contro i Nets: grave infortunio per Nurkic

Nella notte della NBA di lunedì 25 marzo 2019 si sono disputati quattro incontri.
I Portland Trail Blazers vincono dopo due tempi supplementari sui Brooklyn Nets per 148-144: partita ad altissimo punteggio già sin dal primo tempo, nel secondo le squadre si scatenano e danno vita ad una grandissima gara, possesso dopo possesso fino a giungere al supplementare sul 120-120. Il primo supplementare non cambia gli equilibri in campo e si va avanti sul 132-132.

Il secondo supplementare comincia con il dramma di Jusuf Nurkic: caviglia spezzata e stagione finita con lo shock dei giocatori e del pubblico. I Blazers riescono a portare a casa la vittoria da dedicare al compagno infortunato e proprio Nurkic risulta il migliore in campo con un totale di 32 punti, 16 rimbalzi e 5 assist. Per i Brooklyn Nets c’è un grande D’Angelo Russell con 39 punti, 9 rimbalzi e 8 assist.

NBA: le altre partite

Gli Utah Jazz travolgono i Phoenix Suns per 125-92: la partita segna un record per un giocatore della squadra sconfitta, infatti Devin Booker, dei Suns, si dimostra fenomenale e registra 59 punti, 4 assist e 4 rimbalzi, con il resto della squadra che segna solo 33 punti: è record per un giocatore che segna 50 o più punti con soli 92 punti globali realizzati dalla squadra, e alla pari con fenomeni del calibro di Jordan e Robinson, per aver segnato 50 o più punti senza altri compagni con 10 o più punti segnati. Tutto facile invece per i Jazz, la vittoria è quasi una formalità, con Rudy Gobert che ottiene 27 punti e 10 rimbalzi.

Gli Orlando Magic sconfiggono alla grande i Philadelphia 76ers per 119-98: Orlando è con l’acqua alla gola, sono le ultime partite per rientrare in zona playoff e tira fuori gli artigli, quelli che non mostra Philadelphia, che nella ripresa si scioglie. Orlando è ad un passo dai Miami Heat, vicinissimo ai playoff, con Nikola Vucevic che firma 28 punti, 11 rimbalzi e 4 assist, per Philadelphia Joel Embiid iscrive 20 punti e 10 rimbalzi.

I Memphis Grizzlies battono gli Oklahoma City Thunder per 115-103. Memphis è avanti sin dai primi istanti con un bel margine, Oklahoma City ottiene un vantaggio minimo solo per poco più di un minuto, poi i Grizzlies si impongono con relativa scioltezza, con in luce un Bruno Caboclo da 24 punti e 11 rimbalzi, per i Thunder, ora addirittura ottavi ad Ovest, Paul George marca 30 punti, 12 rimbalzi e 3 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Peccato per il grave infortunio subito da Jusuf Nurkic: Portland-Nets sarebbe stata la partita perfetta, il massimo spettacolo possibile nel basket, per intensità offensiva, difensiva e ritmi di gioco, prolungati anche per ben due tempi supplementari, una gara incredibile che entrambe le compagini avrebbero meritato di vincere, con anche esaltanti prestazione individuali, quelle di Lillard per Portland, di Russell per i Nets, ma soprattutto proprio di Jusuf Nurkic, il migliore in assoluto fino all'infortunio a pochi istanti dal termine della gara; non resta che augurare a Jusuf un pronto recupero, magari per l'inizio della prossima stagione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!