Iscriviti

NBA, 24 marzo 2019: il pazzesco game winner di Lamb da metà campo dà la vittoria agli Hornets in casa Raptors

Jeremy Lamb firma una tripla pazzesca da metà campo, il colpo dell'anno che dà la vittoria ai Charlotte Hornets in casa dei Toronto Raptors. Vittorie sia per Golden State che per Milwaukee, crolla Denver.

Basket
Pubblicato il 25 marzo 2019, alle ore 11:41

Mi piace
10
0
NBA, 24 marzo 2019: il pazzesco game winner di Lamb da metà campo dà la vittoria agli Hornets in casa Raptors

Nella notte della NBA di domenica 24 marzo 2019 si sono giocate otto partite.
I Charlotte Hornets vincono sul parquet dei Toronto Raptors per 115-114: a decidere una gara in cui gli Hornets hanno giocato meglio dei Raptors è la pazzesca tripla da oltre metà campo di Jeremy Lamb allo scadere, per altro in torsione: la palla entra nel canestro e Charlotte vince meritatamente, ma in modo ormai insperato. Gli Hornets sono in piena corsa postseason con Dwayne Bacon che affina 20 punti e 3 rimbalzi, nei Raptors, sempre più lontani dal primo posto dei Bucks, Kawhi Leonard marca 28 punti, 9 rimbalzi e 3 assist.

I Golden State Warriors sconfiggono i Detroit Pistons per 121-114: continua l’altalena di prestazioni e risultati dei campioni in carica, che stavolta vincono e con largo anticipo, avendo raggiunto i 21 punti di vantaggio dopo metà partita: Stephen Curry rientra ed infila una prestazione da 26 punti, 9 rimbalzi e 3 assist, portando la squadra di nuovo al primo posto ad Ovest. Detroit cede con la buona prestazione di Blake Griffin, da 24 punti, 8 assist e 6 rimbalzi.

Gli Indiana Pacers azzerano i Denver Nuggets per 124-88: la squadra di Indianapolis torna fra le mura amiche e ritrova le certezze un po’ perse in trasferta, abbattendo totalmente l’ormai ex prima della Western Conference, mettendo in calce 36 punti di margine finali. Indiana rimane quarta ad Ovest portando a referto un sempre più onnipresente Bojan Bogdanovic, con 35 punti, 6 rimbalzi e 3 assist; inspiegabile crollo dei Nuggets, specie per le proporzioni elefantiache della batosta.

NBA: le altre gare della notte

I Milwaukee Bucks mettono ko i Cleveland Cavaliers per 127-105: la sconfitta di qualche giorno fa viene restituita con gli interessi alla franchigia dell’Ohio, succube tutta la partita dello strapotere dei Bucks, che quasi certi del primo posto assoluto a fine stagione, fanno registrare una prova di Giannis Antetokounmpo da 26 punti, 10 rimbalzi e 7 assist. Nei Cavaliers Kevin Love figura bene con 20 punti, 19 rimbalzi e 3 assist.

I San Antonio Spurs demoliscono fuori casa i Boston Celtics per 115-96: gli Spurs ritrovano la vittoria dopo due sconfitte in casa di una delle squadre più malandate del momento, i Celtics che, seppur quinti, sembrano in balia di qualunque marea avversaria, alla quarta debacle di fila ed impreparati per la postseason, nonostante la quinta piazza ad Est. Negli Spurs LaMarcus Aldridge fa un figurone ed incanta con 48 punti, 13 rimbalzi e 6 assist, prestazione mediocre sotto tutti i punti di vista della rosa dei verdi del Massachusetts.

Gli Houston Rockets travolgono in trasferta i New Orleans Pelicans per 113-90: il punteggio sale vistosamente nel corso di tutta la partita ed i pellicani cedono prima il passo e poi tracollano lasciando campo aperto ai razzi texani, che con James Harden (28 punti, 4 assist e 3 rimbalzi) e compagni si prendono l’ottava vittoria nel corso delle ultime dieci partite. Situazione contraria per i Pelicans con otto sconfitte in dieci partite.

I Los Angeles Clippers vincono concretamente in casa dei New York Knicks per 124-113, grazie ai soliti due dei blu della città degli angeli, Lou Williams, autore di 29 punti, 7 assist e 3 rimbalzi dalla panchina, e Danilo Gallinari, il quale registra 26 punti e 8 rimbalzi: prova convincente che vale addirittura il quinto posto ad Ovest. Nei Knicks, ultimi assoluti in classifica, Emmanuel Mudiay firma 26 punti, 7 assist e 6 rimbalzi.

I Los Angeles Lakers superano i Sacramento Kings per 111-106: eliminati dalla postseason, i Lakers ritrovano la vittoria faticando molto negli ultimi minuti, con LeBron James che trova una tripla doppia eccellente da 29 punti, 11 assist e 11 rimbalzi. I Kings vedono sfumare il sogno postseason, nonostante un’ottima gara di Marvin Bagley III che accumula 25 punti e 11 rimbalzi dalla panchina.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Il colpo che ha infilato Jeremy Lamb è qualcosa di incredibile: alla disperata, in torsione, da oltre metà campo, con una palla a spicchi da gettare in pochi decimi. Il canestro riuscito diventa il colpo della stagione che issa Charlotte in primo piano in una notte piena zeppa di incontri di alto livello, tutti da non perdere. Grazie a questa magia gli Hornets rimangono sui binari che potrebbero portare alla postseason. Cadono in modo fragoroso quindi Toronto, Denver e Boston; sconfitta irreale per i Raptors, freddati dalla Lamb-magia, spaventosa per i Nuggets fino a ieri primi ad Ovest e da crisi conclamata per i Celtics.

Lascia un tuo commento
Commenti
Emanuele Novizio
Emanuele Novizio

27 marzo 2019 - 00:46:52

Averlo visto in diretta mi ha dato una carica pazzesca. Tanta fortuna, ma ho apprezzato il suo coraggio.

0
Rispondi