Iscriviti

NBA, 24 gennaio 2019: Warriors super, Wizards sconfitti in casa. Tutti gli incontri

Vittoria per i Warriors in casa dei Wizards, la testa ad Ovest è loro ed è ora anche più marcata sui Nuggets inseguitori. Oklahoma City sconfigge New Orleans.

Basket
Pubblicato il 25 gennaio 2019, alle ore 17:18

Mi piace
12
0
NBA, 24 gennaio 2019: Warriors super, Wizards sconfitti in casa. Tutti gli incontri

Nella notte della NBA di giovedì 24 gennaio 2019 si sono disputate quattro partite.
I Golden State Warriors primeggiano in casa dei Washington Wizards per 126-118: dopo tre quarti dominati, Washington si rifà viva nell’ultimo parziale, ma i Warriors sono dominatori della propria conference e mostrano il perché, con una prova di forza che non lascia scampo a dei comunque buoni Wizards, che hanno provato di tutto per battere la squadra della città di Oakland.

I Warriors sono trascinati al successo da un sensazionale Stephen Curry, che mostra tutte le sue potenzialità da grande realizzatore, segnando un totale di 38 punti, 4 rimbalzi e 3 assist, mentre per Washington, a cui sfugge il possibile avvicinamento alla zona postseason, c’è Bradley Beal che fa suo un bottino di 22 punti, 10 rimbalzi e 3 assist.

NBA: le altre partite della notte

Gli Oklahoma City Thunder superano i New Orleans Pelicans per 122-116: nel giro di sette – otto minuti di gioco a cavallo tra i due tempi, Oklahoma City passa dallo svantaggio ad un massimo di 22 punti di margine, che consente di gestire, seppur con un po’ di difficoltà nel finale, la partita fino alla sirena di conclusione del tempo di gioco. Russell Westbrook è la solita macchina da tripla doppia ed offre ad Oklahoma City 23 punti, 17 rimbalzi e 16 assist. New Orleans, priva di molti titolari, si affida ad Jrue Holiday, che accumula 22 punti, 13 assist e 9 rimbalzi.

I Portland Trail Blazers sbancano il campo dei Phoenix Suns per 120-106 con un quarto periodo devastante, che abbatte i fino ad allora sin lì tenaci Suns che, pur essendo ultimi in classifica ad Ovest, hanno provato con le unghie e con i denti a strappare il successo. I Trail Blazers sono quarti nella Western Conference con 30 vittorie e 20 sconfitte; i Suns perdono la sesta partita di fila.

I Minnesota Timberwolves trionfano fuori casa contro i Los Angeles Lakers per un totale di 120-105: fino all’inizio del terzo quarto i Lakers sono pure in vantaggio, ma i Timberwolves si dimostrano superiori nel resto della partita, ottenendo la settima vittoria nelle ultime dieci partite, avvicinandosi alla zona verde e puntando in corsia di sorpasso propio i losangelini. I lacustri continuano a soffrire senza LeBron James, i cui tempi di recupero dall’infortunio paiono allungarsi di qualche settimana.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Con questo turno di giovedì cambia molto poco in classifica; si conferma il ritrovato strapotere dei Warriors, che hanno vinto le ultime nove partite e che, soprattutto, dal rientro di DeMarcus Cousins, si sono mostrati ancora più solidi in area e devastanti in attacco, offrendo soluzioni illimitate in fase di realizzazione. Questi Warriors fanno spettacolo per noi che osserviamo e fanno paura a tutti gli altri: tutti quelli che fino ad ora si sono proposti come alternativa per il titolo ai gialloblu sanno che non potranno non passare dallo squadrone dei cinque All-Star titolari e dalla panchina potenzialmente distruttiva: un compito molto arduo per tutti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!