Iscriviti

NBA, 23 febbraio 2020: i Lakers staccano all’ultimo i Celtics, i Raptors annichiliscono i Pacers

Per i Lakers è una vittoria d'oro, ottenuta all'ultimo contro i Celtics nella partita che ha fatto la storia della NBA. I Toronto Raptors ottengono 17 vittorie nelle ultime 18 gare annichilendo gli Indiana Pacers.

Basket
Pubblicato il 24 febbraio 2020, alle ore 18:53

Mi piace
9
0
NBA, 23 febbraio 2020: i Lakers staccano all’ultimo i Celtics, i Raptors annichiliscono i Pacers

Nella notte della NBA di domenica 23 febbraio 2020 si sono disputati sette incontri.
I Los Angeles Lakers strappano il successo ai Boston Celtics per 114-112: gara degna delle grandi partite degli anni ’80 e di fine anni 2000 tra i giallo-viola ed i verdi, un incontro emozionante ed in equilibrio sino alla sirena finale: Tatum tenta di concludere in modo vincente per i Celtics, commettendo fallo proprio sulla sirena e vanificando tutto. Nei lacustri, Anthony Davis mette insieme 32 punti, 13 rimbalzi e 3 assist; per Boston, invece, Jayson Tatum straripa con 41 punti e 5 rimbalzi.

I Toronto Raptors annichiliscono gli Indiana Pacers per 127-81 facendo piazza pulita totale degli avversari sin dalla partenza fino ad un quarto periodo giocato dalle riserve in maniera sfolgorante. Toronto ottiene ben 17 vittorie negli ultimi 18 incontri giocati e Pascal Siakam conclude 21 punti e 3 rimbalzi; niente da fare per Indiana, è la settima sconfitta nelle ultime dieci gare e la discesa in classifica, seppur sesti ad Est, rischia di procedere.

NBA: le altre partite

Gli Oklahoma City Thunder fanno faville contro i San Antonio Spurs per 131-103 imponendo il proprio gioco in tutta la ripresa, disputata in maniera egregia, d’altronde come in tutto l’ultimo periodo dei tuoni di Oklahoma, al terzo successo di fila e la gara ottima di Shai Gilgeous-Alexander, che fissa 22 punti, 13 rimbalzi e 4 assist. Per San Antonio pessima gara anche a livello individuale.

I Denver Nuggets brillano contro i Minnesota Timberwolves e vincono per 128-116. La squadra del Colorado dimostra qualche tentennamento di troppo nella prima parte della sfida, lasciando passare avanti i lupi invernali, mentre dopo l’intervallo interpretano un basket migliore e stendono un avversario non certo irresistibile negli ultimi due mesi. Per Denver Nikola Jokic racimola 24 punti, 7 rimbalzi e 6 assist, nei Timberwolves Jordan McLaughlin insacca 15 punti, 10 assist e 4 rimbalzi.

I Portland Trail Blazers superano i Detroit Pistons per 107-104 in un finale molto avvincente, che premia la squadra dell’Oregon anche per i meriti individuali di CJ McCollum, straordinario nello sfiorare una tripla doppia pazzesca da 41 punti, 12 assist e 9 rimbalzi, rimpiazzando totalmente l’infortunato Lillard. Nei Pistons, alla sesta batosta consecutiva, Christian Wood centra dalla panchina 26 punti e 9 rimbalzi.

I New Orleans Pelicans dominano sul parquet dei Golden State Warriors per 115-101 riuscendo a superare nel terzo quarto quelli che fino a quel punto erano risultati dei buoni Warriors, salvo poi cadere nelle solite mancanze e donare a dei migliori Pelicans la posta in gioco. Settimo successo in dieci partite per New Orleans e Jrue Holiday sintetizza 23 punti, 15 assist e 7 rimbalzi, per Golden State Damion Lee propone 22 punti, 4 assist e 4 rimbalzi.

I Chicago Bulls sconfiggono i Washington Wizards per 126-117: Washington guida solo nel primo quarto, quindi Chicago tocca subito dopo l’intervallo i 25 punti di margine, da lì basta solo controllare e tornare alla vittoria che mancava da molto tempo. Per i Bulls Zach Lavine splende con 32 punti, 4 rimbalzi e 3 assist, nei Wizards non è sufficiente una sublime prestazione di Bradley Beal da 53 punti, 5 rimbalzi e 4 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Lakers superano anche l'ostacolo Celtics all'ultimo, al termine di un incontro avvincente e di grande valore tecnico; in tal modo ora il bilancio in classifica segna 43 vittorie e 12 sconfitte, con ben sei vittorie di margine sui Denver Nuggets, i quali si alternano ultimamente alla piazza d'onore della Western Conference con i Los Angeles Clippers, per cui appare sempre più chiaro che i giallo-viola si avvicineranno senza troppi problemi alla prima posizione matematica della conference, con ancora però ventisette partite da disputare. Non si intravedono crisi, in questo momento i Lakers viaggiano molto bene anche nel gioco e nelle prestazioni, quindi solo la perfezione degli avversari potrà togliere questo primo posto ad Ovest ai lacustri losangelini.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!