Iscriviti

NBA, 23 dicembre 2020: i Celtics superano all’ultimo i Bucks, i Magic fermano gli Heat

Boston, con una conclusione nel finale di Jayson Tatum, supera Milwaukee nel grande incontro della nottata. Gli Orlando Magic fermano i vice campioni in carica dei Miami Heat.

Basket
Pubblicato il 24 dicembre 2020, alle ore 11:32

Mi piace
8
0
NBA, 23 dicembre 2020: i Celtics superano all’ultimo i Bucks, i Magic fermano gli Heat

Nella notte della NBA di mercoledì 23 dicembre 2020 si sono giocate dodici partite.
I Boston Celtics battono i Milwaukee Bucks per 122-121: grande battaglia tra due delle aspiranti al titolo di questa stagione, Milwaukee gioca meglio nel primo tempo, Boston nel secondo, la gara trova l’equilibrio nei suoi ultimi minuti, ma una tripla di Jayson Tatum a quattro decimi della conclusione rende la vittoria ai celtici, che con Marcus Smart segnano 33 punti, 5 rimbalzi e 4 assist; per i Bucks, Giannis Antetokounmpo fissa 35 punti e 13 rimbalzi.

Gli Orlando Magic fermano i Miami Heat per 113-107: successo importante per i padroni di casa, capaci di bloccare i vice campioni in carica, che hanno provato a più riprese a dominare, senza riuscirci. Evan Fournier si distingue tra i blu con un totale di 25 punti e 4 assist, per gli Heat, Bam Adebayo circoscrive 25 punti, 11 rimbalzi e 4 assist.

Gli Utah Jazz dominano in casa dei Portland Trail Blazers per 120-100 prendendo campo fin da subito e tornando ad affermare di essere anche quest’anno una delle possibili outsider per le posizioni più di prestigio a fine anno, un po’ spento tutto il gruppo di Portland. Per Utah, Bogdan Bogdanovic somma 22 punti e 6 rimbalzi, nei Blazers, CJ McCollum completa 23 punti, 4 assist e 3 rimbalzi.

I Sacramento Kings superano fuori casa i Denver Nuggets per 124-122 per una partita sempre sul filo del rasoio e con il colpaccio ottenuto dai viola con la palla rubata a pochi secondi dalla fine, con Barnes che sbaglia una facile schiacciata, con Hield che ribatte a canestro sulla sirena. Nei Kings c’è proprio Buddy Hield con 22 punti, 4 assist e 3 rimbalzi, per Denver Nikola Jokic splende con una tripla doppia da 29 punti, 15 rimbalzi e 14 assist.

NBA, le altre partite

I Phoenix Suns battono i Dallas Mavericks per 106-102: i Suns sono una delle possibili grande sorprese di quest’anno e partono con il migliore dei risultati, sudato contro i soliti Mavs centrati sul grande talento di Doncic. Per Phoenix, Devin Booker intabella 22 punti, 5 rimbalzi e 3 assist, per Dallas, Luka Doncic completa 32 punti, 8 rimbalzi e 5 assist.

I New Orleans Pelicans passano sul parquet dei Toronto Raptors per 113-99 grazie ad un’ottima prestazione del gruppo e che ha visto i Raptors trovarsi in più di una situazione in impaccio, messo alle strette dalla buona difesa degli avversari. Nei pellicani, Brandon Ingram iscrive 24 punti, 11 assist e 9 rimbalzi, per Toronto si distingue Pascal Siakam con 20 punti, 6 rimbalzi e 6 assist.

I Philadelphia 76ers regolano i Washington Wizards per 113-107: i nuovi 76ers di coach Doc Rivers fanno una buona impressione all’esordio stagionale, i Wizards di Westbrook e Beal giocano una buona partita ma mancano nel momento chiave. Per Philadelphia c’è Joel Embiid con 29 punti e 14 rimbalzi, per Washington, Russell Westbrook marca 21 punti, 15 assist e 11 rimbalzi.

Gli Atlanta Hawks mettono al tappeto fuori casa i Chicago Bulls per 124-104: gli Hawks sono la squadra che si è rinforzata di più durante il mercato e dimostra le sue grandi potenzialità fin dalla partenza, con Trae Young che rimane il protagonista indiscusso e che trova 37 punti, 7 assist e 6 rimbalzi, per i Bulls troviamo Lauri Markkanen che assembla 21 punti, 7 rimbalzi e 4 assist.

I San Antonio Spurs passano sul parquet dei Memphis Grizzlies per 131-119 facendo conto su una grande esplosività e su uno stato di forma eccellente in questo avvio, che è più che sufficiente per placare un Morant eccezionale. Negli Spurs, DeMar DeRozan ottiene 28 punti, 9 assist e 9 rimbalzi, Ja Morant risplende per Memphis con 44 punti e 9 assist.

Gli Indiana Pacers sottomettono i New York Knicks per 121-107: le due squadre partono con un pronostico favorevole ai Pacers, che non mancano di sfruttare questo ipotetico vantaggio ed effettivamente si dimostrano più completi in ogni reparto, Knicks ancora da assemblare nelle varie fasi di gioco. Per Indiana, Domantas Sabonis comanda con 32 punti, 13 rimbalzi e 5 assist, RJ Barrett firma per New York 26 punti, 8 rimbalzi e 5 assist.

I Minnesota Timberwolves sconfiggono i Detroit Pistons per 111-101: la prima scelta del Draft, Anthony Edwards, fa il suo esordio con Minnesota e fa una buona impressione, con la squadra che gioca in modo discreto e si impone anche grazie al suo leader, Karl-Anthony Towns, che sostiene 22 punti, 11 rimbalzi e 7 assist. Per Detroit, Mason Plumlee unisce 14 punti, 8 rimbalzi e 6 assist.

I Cleveland Cavaliers fermano i Charlotte Hornets per 121-114: nonostante la super gara di Terry Rozier per Charlotte (42 punti e 3 rimbalzi), i Cavaliers fanno loro la posta in palio con un collettivo che ha esordito bene in una stagione che sarà comunque complessa per i Cavs, con Larry Nance Jr. che ripone 13 punti, 13 rimbalzi e 8 assist.

La sfida tra Houston Rockets ed Oklahoma City Thunder non si è giocata: la positività di alcuni membri dei Rockets al Covid-19 ha dovuto imporre una serie di tamponi e controlli che non hanno permesso la disputa della gara, che verrà reimpostata in calendario.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - La serata di esordio per tutte le squadre (tranne Rockets e Thunder, fermate dal Covid-19), si illumina della grande gara tra i Celtics ed i Bucks, vinta dai primi proprio all'ultimo, vero anticipo di una delle grandi rivalità che caratterizzeranno questa stagione, per due team che vogliono arrivare fino alla finale. Impressionano le prove dei singoli (Ja Morant e Terry Rozier, rispettivamente per i Grizzlies e per gli Hornets) e pure gli esordi di Phoenix ed Atlanta, due squadre che in questa annata vogliono farci divertire parecchio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!