Iscriviti

NBA, 21 febbraio 2021: i Brooklyn Nets sono ok in casa dei Clippers, i Toronto Raptors superano i Philadelphia 76ers

I Brooklyn Nets superano il test sul parquet dei Los Angeles Clippers e si avvicinano alla testa della Eastern Conference: infatti i Toronto Raptorso battono i Philadelphia 76ers, comunque ancora primi.

Basket
Pubblicato il 22 febbraio 2021, alle ore 13:11

Mi piace
5
0
NBA, 21 febbraio 2021: i Brooklyn Nets sono ok in casa dei Clippers, i Toronto Raptors superano i Philadelphia 76ers

Nella notte della NBA di domenica 21 febbraio 2021 si sono giocati otto incontri.
I Brooklyn Nets vincono sul parquet dei Los Angeles Clippers per 112-108 ed è un secondo tempo di grande livello a regalare ai Nets un trionfo che vale la seconda posizione nella Eastern Conference, ad un passo dai 76ers capolista. Crescita decisa di Brooklyn nelle ultime partite in trasferta, con James Harden che espone 37 punti, 11 rimbalzi e 7 assist; per i Clippers, Paul George somma 34 punti, 7 assist e 6 rimbalzi.

I Toronto Raptors stendono i Philadelphia 76ers per 110-103: i Raptors colgono il quarto successo consecutivo ed è un premio giusto per la squadra di coach Nick Nurse, dopo la partenza shock i Raptors sono volati in zona playoff con prove convincenti anche con avversari al loro livello come i 76ers, che rischiano di perdere il primato ad Est. Per Toronto, Pascal Siakam marca 23 punti, 8 assist e 7 rimbalzi, per i Sixers, Joel Embiid proclama 25 punti e 17 rimbalzi.

NBA, le altre partite

I Milwaukee Bucks stoppano i Sacramento Kings per 128-115 soffrendo solo nel primo quarto e poi bloccando le fonti di gioco degli avversari, riscontrando come propria risposta una ottima percentuale offensiva ed un rendimento eccelso. Per i Bucks, Giannis Antetokounmpo impressiona con 38 punti, 18 rimbalzi e 4 assist, per i Kings c’è la settima sconfitta in serie e Tyrese Haliburton sforna 23 punti, 8 assist e 5 rimbalzi.

Gli Atlanta Hawks sconfiggono i Denver Nuggets per 123-115 reagendo ad un periodo molto complicato, pieno di difficoltà ed i sconfitte, contro una delle realtà più forti sulla carta come i Nuggets, che però sciupano molto con una accennata discontinuità di risultati e rendimento. Per gli Hawks, Trae Young piazza 35 punti, 15 assist e 6 rimbalzi, nei Nuggets, Jamal Murray infila 30 punti, 4 assist e 4 rimbalzi.

I New Orleans Pelicans fermano i Boston Celtics con il punteggio di 120-115 recuperando ben 24 punti di margine subiti a metà partita, cogliendo una vittoria di carattere che darà morale al gruppo della Louisiana, in cerca di vittorie preziose per la lotta playoff. Per i Pelicans, Brandon Ingram aggiunge 33 punti, 6 rimbalzi e 3 assist, per Boston, Jayson Tatum indica 32 punti e 9 rimbalzi.

I New York Knicks battono i Minnesota Timberwolves per 103-99 dominando per larghi tratti della partita ma venendo recuperati nel finale, dove una aspra lotta ad ogni possesso porta comunque i Knicks alla vittoria ed al settimo posto ad Est. Per New York, Julius Randle sigla 25 punti, 14 rimbalzi e 4 assist, per Minnesota, Karl-Anthony Towns ingloba 27 punti, 15 rimbalzi e 4 assist.

Gli Oklahoma City Thunder vincono in casa dei Cleveland Cavaliers per 117-101 ribaltando un primo quarto a favore dei Cavs ed instaurando un saldo comando delle operazione per il resto della gara, di nuovo annullati i Cavs, sempre più verso il fondo del pozzo della crisi. Per Oklahoma City, Shai Gilgeous-Alexander rende 31 punti, 9 assist e 4 rimbalzi, decima sconfitta di fila per Cleveland, con Jarrett Allen che ingiunge 26 punti e 17 rimbalzi.

Gli Orlando Magic sorpassano i Detroit Pistons per 105-96 approfittando in pieno del vuoto di gioco dei Pistons per vincere senza troppo affanno e recuperare un punto utile per rimanere attaccati alle speranze di postseason. Per i Magic, Nikola Vucevic fonde 37 punti, 12 rimbalzi e 3 assist, per Detroit, Jerami Grant assume 24 punti, 5 rimbalzi e 4 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Brooklyn fa bella figura anche con i Clippers e sta raccogliendo molti frutti in questo tour ad Ovest, rinforzando parecchio la propria posizione ad Est, ad una sola vittoria dai 76ers, sconfitti dai Raptors. La lotta è aperta e Milwaukee non è da escludere in questa competizione per la testa, mentre le altre sono tutte un passo indietro, a partire da Boston, estremamente discontinua, ed Indiana, che sta uscendo da un momento di vuoto totale di risultati. In questo momento occhio proprio ai Toronto Raptors, in forte risalita e che, visti i precedenti degli scorsi anni, rappresenteranno un pericolo per tutte le contendenti ad Est.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!