Iscriviti

NBA 2020: i Thunder sconquassano i Lakers, i Raptors straziano i Magic

Gli Oklahoma City Thunder vanno al quinto posto ad Ovest abbattendo i Los Angeles Lakers. I Toronto Raptors mettono sotto scacco gli Orlando Magic e si confermano come la squadra del momento.

Basket
Pubblicato il 7 agosto 2020, alle ore 12:27

Mi piace
4
0
NBA 2020: i Thunder sconquassano i Lakers, i Raptors straziano i Magic

Nella notte della NBA di mercoledì 5 agosto 2020 si sono disputate sei gare.
Gli Oklahoma City Thunder sconquassano i Los Angeles Lakers per 105-86 ricorrendo ad una gara perfetta ma anche contro dei Lakers che si godono l’ormai certo primo posto ad Ovest, disattenti e non brillanti come al solito. Per i Thunder c’è il quinto posto ad Ovest e Chris Paul ingloba 19 punti, 7 rimbalzi e 6 assist; nei Lakers, LeBron James ottiene 19 punti, 11 rimbalzi e 4 assist.

I Toronto Raptors straziano gli Orlando Magic per 109-99, trovando la terza vittoria in tre partite e dimostrando di essere forse la squadra più in forma dal rientro dal lungo lockdown della stagione; per i Magic, invece, occasione persa per ritornare alla settima posizione della Eastern Conference. Per Toronto, Fred VanVleet compone 21 punti, 10 assist e 4 rimbalzi, per Orlando, Evan Fournier realizza 15 punti.

I Boston Celtics demoliscono i Brooklyn Nets con il risultato di 149-115 andando in fuga dal secondo quarto in poi e mettendo a terra una squadra come i Nets che sta cercando di scalare la classifica verso posizioni migliori della griglia playoff. Grande partita di tutti gli effettivi dei verdi, soprattutto di Jaylen Brown, marcatore di 21 punti e 4 rimbalzi. Per Brooklyn, Jeremiah Martin dalla panchina porta 20 punti e 4 assist.

I Denver Nuggets sconfiggono i San Antonio Spurs per 132-126 per una partita molto divertente, combattuta per tutti i 48 minuti e risolta con un allungo nel punteggio di Denver nel corso degli ultimi tre giri di lancette. Denver rimane terza ad Ovest con Michael Porter Jr. che domina con 30 punti e 15 rimbalzi, per gli Spurs, Rudy Gay sigla dalla panchina 24 punti, 4 rimbalzi e 4 assist.

Gli Utah Jazz stendono i Memphis Grizzlies per 124-115: con questa vittoria i Jazz rimangono in corsa alla caccia del terzo posto ad Ovest, finendo dei Grizzlies in difficoltà, che trovano la quarta sconfitta di fila e che rischiano di perdere anche l’ottava posizione e, se la crisi dovesse perdurare, anche l’accesso ai playoff. Per Utah, Rudy Gobert sfonda con 21 punti e 16 rimbalzi, per Memphis, Jonas Valanciunas fabbrica 21 punti, 14 rimbalzi e 3 assist.

I Philadelphia 76ers abbattono i Washington Wizards per 107-98, stendendo una squadra fuori condizione e che rischia di presentarsi ai play-in in grande difficoltà; secondo successo in tre gare invece per i 76ers, che, seppur senza dominare, svolgono con attenzione il proprio compito, portando Joel Embiid a marcare 30 punti, 11 rimbalzi e 3 assist. Nei Wizards, Thomas Bryant annette 19 punti e 10 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Considerazione tecnica sulla serata: è stata la nottata dei centri, un ruolo sottovalutato dal gioco attuale basato molto sul tiro dalla distanza, che grazie alle tante prove di livello di queste sei partite dimostra di essere però assolutamente indispensabile; più che per difendere, è importante raccogliere molti rimbalzi e supplire realizzando anche punti decisivi, oltre a trovare anche soluzioni alternative per segnare. Se la fase difensiva tipica di posto 5 è venuta molto a meno, i centri di oggi hanno altre qualità, come migliore predisposizione al tiro e maggior mobilità in area che ne fanno ancora un ruolo decisivo in un quintetto vincente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!