Iscriviti

NBA 2020: i Raptors stendono i Lakers, gli Heat demoliscono i Nuggets

I Toronto Raptors mandano al tappeto i Los Angeles Lakers in una delle possibili combinazioni delle prossime Finals; i Miami Heat demoliscono i Denver Nuggets.

Basket
Pubblicato il 3 agosto 2020, alle ore 11:59

Mi piace
7
0
NBA 2020: i Raptors stendono i Lakers, gli Heat demoliscono i Nuggets

Nella notte della NBA di sabato 1 agosto 2020 si sono disputati cinque incontri.
I Toronto Raptors stendono i Los Angeles Lakers per 107-92: prova superba dei campioni in carica, capaci di sottomettere nel finale, dopo una buona partita, i primi della Western Conference. La sfida propone una delle possibili combinazioni delle prossime Finals ed esalta la grande partita di Kyle Lowry, che mette a referto 33 punti, 14 rimbalzi e 6 assist; nei lacustri LeBron James piazza 20 punti, 10 rimbalzi e 5 assist.

I Miami Heat sbaragliano i Denver Nuggets per 125-105 puntando molte delle loro possibilità su una costante presenza a canestro e sull’arco del tiro da tre punti; i Nuggets sfumano piano piano nel secondo tempo, fino a cedere del tutto. Miami conserva la quarta posizione ad Est e Bam Adebayo raccoglie 22 punti, 9 rimbalzi e 6 assist. Per i Nuggets, Nikola Jokic marca 19 punti, 7 rimbalzi e 6 assist.

Gli Oklahoma City Thunder regolano gli Utah Jazz per 110-94 e cominciano da dove avevano concluso, con un successo che permette ai tuoni azzurri di scavalcare i Rockets in classifica; Utah non è in serata particolarmente giusta e non esprime il suo massimo potenziale. Nei Thunder troviamo Chris Paul che riassume 18 punti, 7 assist e 7 rimbalzi, mentre per i Jazz nessuno si mette in particolare luce.

Gli Indiana Pacers sconfiggono i Philadelphia 76ers per 127-121. Partita tutta giocata in attacco e centrata soprattutto sulla grande nottata di due giocatori, uno per squadra: a consegnare la vittoria ai battistrada in giallo è T.J. Warren, che sfodera una prestazione da urlo che contiene 53 punti, 4 rimbalzi e 3 assist; peri 76ers non bastano i 41 punti, 21 rimbalzi e 4 assist di un determinatissimo Joel Embiid.

I Los Angeles Clippers superano i New Orleans Pelicans per 126-103: tra la seconda e la dodicesima della Western Conference c’è un netto divario e lo mette in luce la prova maiuscola dei velieri losangelini, che non dimostrano nessun punto debole nel corso di questa gara. Per i Clippers, Paul George appunta 28 punti e 3 rimbalzi, nei Pelicans, Nickeil Alexander-Walker prende dalla panchina 15 punti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - S'era già compreso dalla stagione regolare, ma anche la prima dal rientro lo ha confermato: i Toronto Raptors possono di nuovo confermarsi campioni in carica. Anche senza Kawhi Leonard, la squadra di coach Nick Nurse ha acquisito una mentalità vincente sotto ogni punto di vista e cerca di superare i propri limiti, fatto che negli anni precedenti metteva invece in scacco la squadra in rosso. La netta vittoria sui Lakers è un punto di partenza ottimale per avvicinarsi ai playoff e provare a ripetere il miracolo della scorsa stagione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!