Iscriviti

NBA, 2 dicembre 2018: vittoria chiave dei Mavericks sui Clippers. Tutte le partite

Bella vittoria dei Dallas Mavericks, che bloccano i Clippers capilista ad Ovest. Ora la squadra texana sta entrando in zona playoff e probabilmente proverà a modificare in positivo la propria stagione.

Basket
Pubblicato il 3 dicembre 2018, alle ore 18:30

Mi piace
9
0
NBA, 2 dicembre 2018: vittoria chiave dei Mavericks sui Clippers. Tutte le partite

Nella notte della NBA di domenica 2 dicembre 2018 si sono disputate sei partite.
I Dallas Mavericks sconfiggono i Los Angeles Clippers per 114-110: il vantaggio di ognuna delle due squadre non sale mai sopra i dieci punti, rendendo l’ultimo minuto importantissimo per decretare il vincitore: sono i Mavs a segnare i punti e a difendere bene sui contrattacchi dei Clippers. La classifica dei Mavericks diventa positiva con 11 vinte e 10 perse e la tendenza vede Dallas migliorare gara dopo gara. Per la capolista Clippers è la prima frenata dopo molte vittorie di fila.

I Philadelphia 76ers sconfiggono i Memphis Grizzlies per 103-95. I Sixers continuano a marciare spediti verso la seconda piazza della Eastern Conference, ad un passo dai Bucks attualmente inseguitore dei Raptors primi assoluti. Con Ben Simmons ritornato in piena forma (19 punti, 12 rimbalzi e 6 assist) e con un Jimmy Butler in più, la stagione dei 76ers potrebbe comprendere scenari di altissimo livello, come dimostrato nel corso di questo complicato incontro. Memphis inizia a flettere in graduatoria dopo aver toccato la vetta ad Ovest.

NBA, le altre partite della notte

I San Antonio Spurs regolano i Portland Trail Blazers per 131-118. La gara rimane aperta fino al quarto periodo, dove gli Spurs dominano in attacco, in uno scenario già ricco di canestri e di punti. Gli attacchi, guidati da DeMar DeRozan per gli Spurs (36 punti, 8 rimbalzi e 6 assist) e da Damian Lillard per i Blazers (37 punti e 10 assist) sono stati protagonisti, meglio comunque in questo caso gli Spurs, che risalgono dal penultimo posto nella Western Conference.

I New Orleans Pelicans vincono sul campo dei Charlotte Hornets per 119-109. Ottima gestione da parte di Davis e compagni, con proprio Anthony in grandissimo spolvero (36 punti, 19 rimbalzi e 8 assist), che però non riescono a smuoversi dal centro della graduatoria, lo stesso problema che affligge Charlotte: due squadre che alternano alla perfezione vittorie e sconfitte.

I Los Angeles Lakers domano i Phoenix Suns per 120-96. Niente da fare per i Suns, troppo deboli ed evanescenti, che aprono voragini in difesa dove l’attacco dei lacustri si infila senza problemi. LeBron James marca 22 punti, 8 assist e 6 rimbalzi; con 14 vittorie e 9 sconfitte, la classifica dei giallo viola diventa lusinghiera.

I Miami Heat vincono contro i Utah Jazz per 102-100. Sono i due tiri liberi dell’eterno Dwyane Wade a fare la differenza, ma grande apporta alla vittoria di quelli caldi viene offerto da Hassan Whiteside, che centra 23 punti e 20 rimbalzi. I Jazz tornano a perdere e rimbalzano nel copioso calderone della bassa classifica della Western Conference.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Nonostante l'assenza di Luka Doncic, i Dallas Mavericks hanno sfoderato gli artigli e preso una preziosa vittoria contro la capolista della Western Conference, i Los Angeles Clippers. Come analizzato in passato, i Mavs perdevano pur giocando bene, faticavano a concretizzare le loro prestazioni. Adesso gioco e risultati vanno di pari passo. La squadra del Texas è ottimamente gestita, compatta, ben bilanciata tra esperienza e gioventù, insomma, ha tutti gli ingredienti per tornare a ritagliarsi spazi importanti nella NBA.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!