Iscriviti

NBA, 2 aprile 2017: Golden State, 139 punti contro Washington

Facile vittoria dei capoclassifica che si avvicinano al primo posto nella Western Conference in maniera definitiva. Torna alla vittoria Cleveland, dopo due supplementari contro gli Indiana Pacers.

Basket
Pubblicato il 3 aprile 2017, alle ore 21:08

Mi piace
7
0
NBA, 2 aprile 2017: Golden State, 139 punti contro Washington
Pubblicità

Nella notte della NBA si sono disputate ben 12 partite. I Golden State Warriors capoclassifica surclassano i Washington Wizards con il punteggio mirabolante di 139 a 115.

Nella vittoria mai in discussione dei leader uscenti della regular season si registrano tante prove eccellenti; Stephen Curry segna 42 punti e 8 assist, mentre Draymond Green realizza una tripla doppia, mettendo a referto 11 punti, 13 assist e 12 rimbalzi. Nei Wizards, invece, Bojan Bogdanovic segna 20 punti e 6 rimbalzi.

I Cleveland Cavaliers tornano alla vittoria a fatica contro gli Indiana Pacers: il punteggio finale è un 135 a 130 dalle mille emozioni, senza una pausa per poter respirare visto lo spettacolo continuo ed incerto sino all’ultimo momento.
Per i Cavaliers, LeBron James marca una strepitosa tripla doppia da 41 punti, 16 rimbalzi e 11 assist; agli Indiana Pacers non basta una prova da urlo di Paul George, che segna 43 punti, 9 assist e 9 rimbalzi.

I Boston Celtics vincono contro i New York Knicks nella Grande Mela con il punteggio di 110 a 94 e mantengono la prima posizione nella Eastern Conference. Tutto facile per i Celtics, dove Isaiah Thomas mette in cascina 19 punti e 6 assist mentre, nei New York Knicks, Courtney Lee marca 16 punti, 5 assist e 3 rimbalzi.

I San Antonio Spurs sconfiggono gli Utah Jazz per 109 a 103 e confermano il loro strepitoso stato di forma anche in questa stagione. Per i Jazz, che non attraversano un periodo facile, anche se stanno disputando una grande regular season. Kawhi Leonard va a segno con 25 punti, 7 assist e 4 rimbalzi.

I Charlotte Hornets vincono in casa degli Oklahoma City Thunder per 113 a 101 con un grande dominio dal secondo quarto in poi. Gli Hornets vanno a segno con Kemba Walker, che segna 29 punti, 4 assist e 3 rimbalzi, mentre Russell Westbrook mette a segno la 40esima tripla doppia stagionale con 40 punti, 13 rimbalzi e 10 assist.

Nelle altre partite, gli Houston Rockets vincono in casa dei Phoenix Suns con il punteggio di 123 a 116; i Chicago Bulls vincono una preziosa partita in casa dei New Orleans Pelicans con il punteggio di 117 a 110, avvicinandosi ai playoff; i Toronto Raptors hanno la meglio sui Philadelphia 76ers per 113 a 101; i Milwaukee Bucks cadono inaspettatamente in casa contro i Dallas Mavericks per 109 a 105; i Denver Nuggets tornano a sperare in un posto nella postseason battendo i Miami Heat per 116 a 103; i Brooklyn Nets rifilano una bella vittoria ai danni degli Atlanta Hawks, molto sottotono, per 91 a 82. Infine, i Los Angeles Lakers battono i Memphis Grizzlies per 108 a 103.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Golden State Warriors si confermano senza dubbio come la squadra da battere, ancor di più quando rientrerà nei ranghi Kevin Durant. La loro egemonia, soprattutto nell'ultimo periodo, pare pressoché totale, ma nella stessa Conference sono parecchio pericolosi anche i solidi San Antonio Spurs e gli imprevedibili Oklahoma City Thunder. Ad Est, LeBron James trascina da solo ad una grande vittoria i Cleveland Cavaliers dopo due tempi supplementari: potranno veramente i Cavaliers, come la scorsa stagione, stoppare la corsa dei Warriors anche in questo campionato NBA?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!