Iscriviti

NBA, 19 marzo 2018: grande spettacolo nelle vittorie di Cavaliers e Heat

I Cavaliers vincono una sfida colpo su coipo contro i Milwaukee Bucks, risalendo la classifica della Eastern Conference. I Miami Heat trionfano in una gara infinita contro i Denver Nuggets.

Basket
Pubblicato il 20 marzo 2018, alle ore 20:06

Mi piace
9
0
NBA, 19 marzo 2018: grande spettacolo nelle vittorie di Cavaliers e Heat

Nella notte della NBA di lunedì 19 marzo 2018 si sono giocate otto partite. I Cleveland Cavaliers battono per 124-117 i Milwaukee Bucks, per una gara che spicca per lo spettacolo offerto, con due squadre che giocano all’attacco e dove i Cavs decidono solamente negli ultimi due minuti l’esito della partita. Per i Cleveland Cavaliers LeBron James sfonda con una tripla doppia da 40 punti, 12 rimbalzi e 10 assist. Per i Bucks Giannis Antetokounmpo si porta via 37 punti, 11 rimbalzi e 5 assist.

I Miami Heat sconfiggono i Denver Nuggets dopo due tempi supplementari per 149-141: la gara è in equilibrio fino alla fine, con il pareggio si va al primo supplementare, dove gli Heat non riescono a fuggire. Si va al secondo tempo addizionale e stavolta per Miami arriva un margine rassicurante che dà loro la vittoria in una sfida appassionante e lunghissima. Per Miami James Johnson realizza 31 punti, 11 rimbalzi e 6 assist, per i Nuggets Nikola Jokic accumula 34 punti, 15 rimbalzi e 3 assist.

I San Antonio Spurs azzerano i Golden State Warriors per 89-75: gara molto brutta, povera di spettacolo, dovuta anche all’assenza dei tre astri dei californiani (Curry, Thompson e Durant), tutti infortunati. Gli Spurs prevalgono e per loro LaMarcus Aldridge mette insieme 33 punti e 12 rimbalzi, mentre per i Warriors, sempre più orientati verso il secondo posto ad Ovest, Quinn Cook ottiene 20 punti, 5 assist e 5 rimbalzi.

Gli Indiana Pacers tornano al successo contro i Los Angeles Lakers per 110-100: prima metà della sfida favorevole ai losangelini, nel secondo tempo i Pacers prendono prima il campo, poi il vantaggio e infine la vittoria, importante per mantenere il terzo posto della Eastern Conference. Per Indiana c’è un Myles Turner da 21 punti, 7 rimbalzi e 3 assist, per i Lakers Kyle Kuzma totalizza 27 punti e 8 rimbalzi.

I Philadelphia 76ers regolano per 108-94 i Charlotte Hornets: vantaggio sulle montagne russe a favore dei Sixers, i quali sono capaci nella seconda metà dell’ultimo periodo ad ottenere un margine che fino a lì non erano riusciti a conservare. I Philadelphia 76ers sono vicini ai playoff e c’è un Joel Embiid da 25 punti e 19 rimbalzi, per gli Hornets Kemba Walker concretizza 24 punti, 8 rimbalzi e 6 assist.

I Detroit Pistons ottengono il punto in casa dei Sacramento Kings per 106-90 e tentano l’ultimo e disperato assalto alla zona playoffs: nei Pistons Blake Griffin firma 26 punti, 9 rimbalzi e 7 assist, per i Kings Buddy Hield segna 20 punti, 6 rimbalzi e 4 assist. I New York Knicks sconfiggono i Chicago Bulls per 110-92: nella convincente vittoria dei newyorkesi Tim Hardaway Jr. iscrive 22 punti, per i Bulls Cristiano Felicio fa suoi 17 punti e 6 rimbalzi. I Brooklyn Nets prendono la vittoria sui Memphis Grizzlies per 118-115: per Brooklyn Caris LeVert intabella 22 punti e 3 rimbalzi, per Memphis Andrew Harrison conclude 19 punti e 8 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Spettacolo a due facce nella nottata: da un lato le due sfide emozionanti, fino allo sfinimento, tra Cavaliers e Bucks e quella tra Miami e Denver, l'una contraddistinta da una serie di colpi di classe di James e Antetokounmpo, la seconda dominata dall'attacco e da un equilibrio spezzato solo dopo due supplementari. Il lato negativo è emerso nell'incontro tra gli Spurs ed i Warriors, dove le tante assenza degli assi californiani hanno condizionato una sfida molto al di sotto degli standard qualitativi della NBA. Quando i Warriors torneranno a ranghi completi, ritorneranno a dare tante gioie ai loro tifosi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!