Iscriviti

NBA, 18 novembre 2018: gli Spurs mandano in crisi i Warriors. Tutte le partite

I San Antonio Spurs battono i Golden State Warriors e mandano in crisi i californiani. I Los Angeles Lakers vincono sul parquet dei Miami Heat, nel giorno del ritorno di LeBron James da ex.

Basket
Pubblicato il 19 novembre 2018, alle ore 11:09

Mi piace
7
0
NBA, 18 novembre 2018: gli Spurs mandano in crisi i Warriors. Tutte le partite

Nella notte della NBA di domenica 18 novembre 2018 si sono giocate cinque gare.
I San Antonio Spurs vincono contro i Golden State Warriors per 104-92: la vittoria dei texani manda in crisi i Golden State Warriors, alla quinta sconfitta nelle ultime sette gare. D’altronde gli Spurs hanno controllato quasi sempre la gara, eccezione fatta per brevi sorpassi nel secondo quarto, tenendo saldamente le redini e vincendo con un discreto margine. Per Sa Antonio LaMarcus Aldridge fissa 24 punti, 18 rimbalzi e 3 assist, per Golden State c’è qualcosa da rivedere: in assenza di alcuni titolari, la squadra perde presto la lucidità.

I Los Angeles Lakers vincono sul parquet dei Miami Heat per 113-97: il ritorno di James a Miami porta anche in dote una vittoria piuttosto semplice per Los Angeles, che controlla senza mai abbassare il proprio vantaggio al di sotto dei cinque punti, garantendosi un finale tranquillo. LeBron James è fenomenale e segna 51 punti, 8 rimbalzi e 3 assist, portando i Lakers a 9 vinte e 7 perse. Miami continua a vivere un momento difficile.

NBA, le altre partite della notte

I Portland Trail Blazers vincono sul campo dei Washington Wizards per 119-109. Con questo successo i Trail Blazers raggiungono la vetta della Western Conference, confermandosi una delle squadre maggiormente capaci di affrontare la regular season con la giusta mentalità. Discorso totalmente contrario per i Wizards, che rimangono nelle posizioni di coda ad Est e non riescono a tamponare l’emorragia di sconfitte. Per Portland Damian Lillard centra un’altra grande prova con 40 punti, 6 rimbalzi e 5 assist.

I Memphis Grizzlies si prendono il successo sul parquet dei Minnesota Timberwolves per 100-87: è il grande secondo tempo degli ospiti a regalare loro la vittoria, avvicinando una delle sorprese più liete della stagione alla vetta della classifica dell’Ovest, con un gioco convincente ed una difesa che fa passare davvero poco. I Grizzlies, quindi, continuano a sfruttare il loro momento magico, per Minnesota c’è il ritorno alla sconfitta dopo tre vittorie consecutive.

Gli Orlando Magic stravincono contro i New York Knicks per 131-117: il solito attacco molto coraggioso e debordante dei Magic di inizio stagione rende facile la vittoria contro New York, che continua ad avere pochi argomenti da mostrare per imporsi contro la maggior parte delle squadre incontrate sino ad ora. Orlando raggiunge il record positivo di vittorie con 9 successi e 8 batoste, New York diventa penultima, davanti solo ai Cavaliers.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Warriors continuano a soffrire le troppe assenze del loro organico e, seppur pieni di campioni, non riescono più a limitare gli avversari, trovandosi a perdere anche contro San Antonio che, nelle ultime partite, non stava vivendo bei momenti. I Trail Blazers così volano meritatamente al primo posto ad Ovest con un Lillard magico, le proporzioni spettacolari che raggiunge anche James con i Lakers, semplicemente sublime nella vittoria in casa degli Heat. I fuoriclasse si scatenano e le emozioni in NBA salgono sempre più di quota.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!