Iscriviti

NBA, 18 gennaio 2021: i Nets superano i Bucks di misura, gli Warriors vincono in casa dei Lakers

Super partita tra i Brooklyn Nets ed i Milwaukee Bucks, con i newyorkesi che riescono a spuntarla all'ultimo, allo stesso modo dei Golden State Warriors, vincenti in casa dei Los Angeles Lakers.

Basket
Pubblicato il 19 gennaio 2021, alle ore 11:01

Mi piace
6
0
NBA, 18 gennaio 2021: i Nets superano i Bucks di misura, gli Warriors vincono in casa dei Lakers

Nella notte della NBA di lunedì 18 gennaio 2021 si sono disputati nove incontri.
I Brooklyn Nets battono i Milwaukee Bucks per 125-123: sfida stellare tra i Nets di Harden e Durant contro i Bucks di Antetokounmpo e Middleton e le attese sono rispettate, anche meglio di ciò che si potesse attendere, gara emozionante e piena di cambi di vantaggio fino all’ultimo, con i Nets che incassano un’altra vittoria per avvicinarsi alle prime posizioni. Per Brooklyn, James Harden compone 34 punti, 12 assist e 6 rimbalzi, per Milwaukee, Giannis Antetokounmpo unisce 34 punti, 12 rimbalzi e 7 assist.

I Golden State Warriors vincono in casa dei Los Angeles Lakers per 115-113: i padroni di casa comandano la gara a larghi tratti, fino all’inizio del quarto periodo, quando Golden State compone un parziale lampo di 15-2 con cui ribalta improvvisamente le sorti della disputa e conquista il punto in palio. Per Golden State, Stephen Curry realizza 26 punti e 7 assist, nei Lakers, Anthony Davis illustra 17 punti, 17 rimbalzi e 7 assist.

NBA, le altre partite

I San Antonio Spurs passano sul parquet dei Portland Trail Blazers per 125-104, decisivo un quarto parziale da urlo degli speroni texani, con i migliori che si comportano da tali e Portland, al contrario, sta a guardare e fa troppo poco per fermare l’avanzata avversaria. Per gli Spurs, DeMar DeRozan inserisce 20 punti, 11 assist e 6 rimbalzi, per Portland, Damian Lillard trattiene 35 punti, 6 assist e 3 rimbalzi.

I Memphis Grizzlies fermano i Phoenix Suns per 108-104: i rientranti Suns, dopo tante gare rimandate causa Covid-19, tornano in forma e dominano nel primo quarto e tra il terzo ed il quarto parziale, ma Memphis ha nella manica l’asso della rimonta, si prende un vantaggio minimo e vince una gara che la lancia in zona playoff. Nei Grizzlies, Ja Morant suggella 17 punti, 10 rimbalzi e 3 assist, per i Suns, Deandre Ayton marca 18 punti, 16 rimbalzi e 3 assist.

I Toronto Raptors distruggono i Dallas Mavericks per 116-93 gestendo il primo tempo e lasciando poco vantaggio ai Mavericks in alcuni frangenti, poi la progressione vincente porta i velociraptor a chiudere la gara agevolmente e senza soffrire nel quarto periodo. Per Toronto, alla terza vittoria consecutiva, Kyle Lowry centra 23 punti, 9 rimbalzi e 7 assist, per Dallas, Kristaps Porzingis totalizza 23 punti e 9 rimbalzi.

I New York Knicks fermano gli Orlando Magic per 91-84 in una partita spigolosa, con momenti di stallo ed altri di buon gioco, soprattutto dei padroni di casa, che vogliono provare a giocarsi la stagione fino in fondo e tornare ai playoff dopo molti anni. Tanta buona volontà e grinta dei newyorkesi, con Julius Randle che immagazzina 21 punti e 17 rimbalzi, per i Magic, Aaron Gordon segna 18 punti, 17 rimbalzi e 9 assist.

I Chicago Bulls infliggono la sconfitta agli Houston Rockets per 125-120 tenendo il vantaggio dal primo all’ultimo minuto e soffrendo solamente negli ultimi istanti un possibile ritorno da parte dei tori, che non riesce grazie alla retroguardia di Chicago, che regge. Per i Bulls, Zach LaVine si assicura 33 punti, 7 assist e 4 rimbalzi, per i Rockets, esordio ok di Victor Oladipo, con 32 punti, 9 assist e 5 rimbalzi.

Gli Atlanta Hawks battono i Minnesota Timberwolves per 108-97 con un progressivo ed inesorabile margine anche oltre i quindici punti degli Hawks, che hanno le potenzialità per migliorare una classifica così così e lo dimostrano con vigore e buon gioco. Per Atlanta, Trae Young ingloba 20 punti, 13 assist e 8 rimbalzi, per Minnesota, D’Angelo Russell ottempera 31 punti, 7 assist e 3 rimbalzi.

I Miami Heat regolano i Detroi Pistons per 113-107 con il primo tempo in fuga dei blu e con l’inesorabile ritorno di Miami nella ripresa, che mostra a più riprese le trame e la velocità di gioco che l’ha contraddistinta nella scorsa stagione, con una classifica che ora soffre ancora. Per gli Heat, Bam Adebayo assembla 28 punti, 11 rimbalzi e 5 assist, per Detroit, Jerami Grant assicura 27 punti, 6 assist e 4 rimbalzi.

Salta per i parametri anti Covid-19 la sfida tra Washington Wizards e Cleveland Cavaliers.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Le due grandi partite nella notte hanno offerto persino di più di ciò che ci si attendesse: i Nets fanno la voce grossa dall'alto dei propri fenomeni Harden e Durant, Milwaukee risponde colpo su colpo e probabilmente questa è fino ad ora stata la gara di più alto livello della stagione, con ritmi incredibili e capovolgimenti di fronte continui: bravi sia i Nets vincitori che i Bucks sconfitti. Gli Warriors battono i Lakers che provano fino all'ultimo a spuntarla, i giallo-viola sanno di aver sprecato un buon vantaggio di cui godevano fino al quarto periodo e che, con più attenzione, avrebbero potuto conquistare anche questa partita, ma lode a Curry e Green che hanno saputo ribaltare gli esiti di questa gara.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!