Iscriviti

NBA, 16 dicembre 2018: supersfida fra le prime delle conference, i Nuggets battono i Raptors. Tutte le partite

I Denver Nuggets si prendono la supersfida tra le due squadre che comandano le conference e battono i Toronto Raptors in una partita tattica, proprio come da playoff.

Basket
Pubblicato il 17 dicembre 2018, alle ore 22:12

Mi piace
11
0
NBA, 16 dicembre 2018: supersfida fra le prime delle conference, i Nuggets battono i Raptors. Tutte le partite

Nella notte della NBA di domenica 16 dicembre 2018 si sono disputate sette gare. 
I Denver Nuggets battono i Toronto Raptors per 95-86 nello scontro diretto fra le capolista delle due conference. La gara appare fin da subito una sfida da playoff, se non da Finals, con tanta tattica ed attenzione ad entrambe le parti di gioco. Denver prevale grazie ad un grande secondo tempo, in cui recupera il distacco dai Raptors e vince piuttosto agevolmente. L’applicazione sia in fase difensiva che in attacco premia Nikola Jokic che marca per Denver 26 punti, 9 rimbalzi e 4 assist, mentre nessuno si distingue tra i giocatori di Toronto.

I Philadelphia 76ers sbancano il parquet dei Cleveland Cavaliers per 128-105. L’evidente distacco di forza tra le due squadre trova una vera materializzazione solo nel quarto periodo, dove dalla quasi parità si arriva fino ai 23 punti di distacco finali. I Sixers sono al quarto posto ad Est, nel cuore della zona verde, con i suoi due assi, Joel Embiid (24 punti e 9 assist) e Ben Simmons (22 punti, 14 assist e 11 rimbalzi) che si distinguono, con Cleveland che è riuscita a giocare bene per tre quarti di gara, per poi cedere nel finale.

NBA, gli altri incontri della notte

I Sacramento Kings sorprendono anche sul campo dei Dallas Mavericks, vincendo per 120-113. I giocatori viola sfondano con le grandi prestazioni a canestro di De’Aaron Fox e Buddy Hield, 28 punti a testa, che tengono il margine di distacco sui cinque punti con costanza, senza mai perderlo in favore della parità. Dallas vede di nuovo in luce Luka Doncic (28 punti, 9 assist e 6 rimbalzi), ma lo sloveno non riesce a trovare compagni in grado di regalare la vittoria ai Mavs.

I Washington Wizards mettono all’angolo i Los Angeles Lakers per 128-110. Il primo quarto straordinario dei Wizards cambia sin da subito l’esito della partita, che non vedrà mai i Lakers realmente protagonisti della sfida, sempre lontani dalla possibilità di poter trionfare. Così John Wall fa quello che vuole e marca 40 punti, 14 assist e 6 rimbalzi, portando i Wizards a 12 vinte e 18 perse, di nuovo in lotta playoff. Lakers, nonostante la sconfitta, comunque stabili in medio-alta classifica con 18 vinte e 12 perse.

Gli Indiana Pacers sconfiggono anche i New York Knicks per 110-99. I giocatori in blu e arancio hanno lottato fino quasi a fine gara per arrivare alla vittoria, però i Pacers hanno dato lo strappo finale, forte e repentino, che regala ad essi la settima vittoria consecutiva, il terzo posto nella Eastern Conference ed un futuro piuttosto roseo. New York, al contrario, dovrà trovare al più presto una soluzione ai suoi problemi per evitare un’altra stagione fallimentare.

I Miami Heat vincono sul campo dei New Orleans Pelicans per 102-96. L’eccellente prestazione della squadra di coach Spoelstra vale un’altra affermazione scacciacrisi, che vede gli Heat ormai ad una sola vittoria di distanza dall’ottavo posto valido per i playoff; in queste ultime gare le prestazioni di Miami stanno molto migliorando. New Orleans sembrava aver ingranato la marcia giusta, invece continua stagnare a metà classifica.

I Brooklyn Nets stravincono contro gli Atlanta Hawks con il risultato di 144-127; la forza offensiva del gruppo di Brooklyn si abbatte come una furia sugli Hawks, che rispondono bene in attacco ma crollano completamente in fase difensiva, subendo un numero spropositato di punti. La quinta vittoria consecutiva rilancia i Nets verso i margini della zona verde, Atlanta ora è ultima in classifica nella Eastern Conference.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Nuggets continuano a stupire, la solidità dimostrata nello scontro diretto con i Toronto Raptors fra le capolista delle due conference è stata piuttosto netta, specie sul piano dell'organizzazione in difesa. Vi immaginate una finalissima tra Nuggets e Raptors? Io no, non saranno in molti a pensarlo, tifosi a parte, però per ora va dato atto ad entrambe le formazioni di avere legittimamente meritato queste posizioni e di averlo fatto giocando con naturalezza, ottima forma fisica e sfruttando spesso le difficoltà delle squadre incontrate sin ora.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!