Iscriviti

NBA, 15 gennaio 2018: ai Warriors la sfida in casa dei Cavaliers

Il ritorno del rematch della finale del 2017 tra Cavaliers e Warriors viene vinto anche stavolta da questi ultimi, che bissano la vittoria di Natale. Cadute fragorose per i Rockets e per i Raptors.

Basket
Pubblicato il 16 gennaio 2018, alle ore 10:53

Mi piace
8
0
NBA, 15 gennaio 2018: ai Warriors la sfida in casa dei Cavaliers

Nella notte della NBA di lunedì 15 gennaio 2018 si sono giocate undici partite. I Golden State Warriors hanno vinto in casa dei Cleveland Cavaliers per 118-108. I Warriors comandano nel quarto conclusivo, dopo essere stati attenti alla finestra, non lasciando mai fuggire troppo gli avversari. I Warriors bissano il successo del giorno di Natale e vanno a 36 vinte e 9 perse, con un Kevin Durant da 32 punti, 8 assist e 5 rimbalzi, mentre nei Cavaliers, ora a 26 vinte e 17 perse, LeBron James totalizza 32 punti, 8 rimbalzi e 6 assist.

I Los Angeles Clippers vincono per 113-102 contro gli Houston Rockets: senza Harden per i Rockets è dura e qui dimostrano i loro limiti, mentre i Clippers guidano il risultato dal secondo tempo fino alla vittoria. I Clippers vanno a 22 vinte e 21 perse e Lou Williams centra 31 punti, 9 assist e 3 rimbalzi, mentre per i Rockets, a 30 vinte e 12 perse, Chris Paul conclude con 19 punti, 7 assist e 6 rimbalzi.

I Philadelphia 76ers battono i Toronto Raptors con il risultato di 117-111: Sixers sempre avanti sin dal primo istante di gioco, arrivano ad un largo vantaggio e poi gestiscono bene fino al traguardo. Philadelphia va in parità con 20 vinte e altrettante perse e Joel Embiid rende sostanza a 34 punti, 11 rimbalzi e 3 assist, nei Raptors, ora a 29 vinte e 13 perse, DeMar DeRozan marca 24 punti e 5 assist.

I Milwaukee Bucks tornano al successo in casa dei Washington Wizards per 104-95: sfida equlibratissima con un finale deciso degli ospiti, che vincono. Nei Bucks c’è Giannis Antetokounmpo che realizza 27 punti, 20 rimbalzi e 6 assist, mentre per i maghi John Wall somma 27 punti, 9 assist e 4 rimbalzi.

Gli Atlanta Hawks danno corpo a una vittoria di prestigio per 102-99 sui San Antonio Spurs: gli Hawks vincono con un secondo tempo che ha visto la loro reazione per cercare di arrivare al successo e, nonostante tante difficoltà, sono riusciti a incassare la vittoria, con Ersan Ilyasova che recita 20 punti e 5 rimbalzi, negli Spurs La Marcus Aldirdge si prende 25 punti, 11 rimbalzi e 3 assist.

I Chicago Bulls battono i Miami Heat per 119-111: finisce così la striscia di successi per Miami, mentre Chicago continua a risalire la classifica. Per i Bulls Justin Holiday timbra 25 punti e 4 rimbalzi, negli Heat Goran Dragic colletta 25 punti, 9 assist e 5 rimbalzi.Gli Indiana Pacers vincono in casa degli Utah Jazz per 109-94: continua il buon momento dei Pacers, che vanno a 24 vinte e 20 perse, e hanno un Victor Oladipo da 28 punti, 6 assist e 6 rimbalzi, mentre nei Jazz Donovan Mitchell ottiene 23 punti.

Gli Oklahoma City Thunder vincono sui Sacramento Kings per 95-88: nei tuoni Russell Westbrook concentra 19 punti, 16 rimbalzi e 9 assist, nei re Buddy Hield colleziona 16 punti, 5 rimbalzi e 4 assist. I Charlotte Hornets vincono sul parquet dei Detroit Pistons per 118-107; negli Hornets Dwight Howard segna 21 punti e 17 rimbalzi, per Detroit Tobias Harris registra 20 punti, 6 rimbalzi e 3 assist. I New York Knicks battono in trasferta i Brooklyn Nets per 119-104: nei Knicks Kristaps Porzingis mette nel tabellino 26 punti e 9 rimbalzi, nei Nets DeMarre Carroll evidenzia 20 punti, 8 rimbalzi e 3 assist. I Memphis Grizzlies vincono i Los Angeles Lakers per 123-114: per Memphis Dillon Brooks espleta 19 punti e 4 rimbalzi, nei Lakers Kentavious Caldwell-Pope prende 27 punti, 7 rimbalzi e 3 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - La partita tra Warriors e Cavaliers è stata di livello molto alto ed ha mostrato, ancora una volta, la superiorità del collettivo stellare dei Warriors: James ha giocato molto bene, mentre i suoi compagni hanno trovato tante difficoltà. Rockets e Raptors mostrano delle falle, così come gli Spurs, sconfitti dagli Hawks in difficoltà. Tutto, in questo mese di gennaio, gira bene per i Rockets: è il momento buono per i californiani per fare il vuoto e conquistare la prima posizione assoluta in classifica.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!