Iscriviti

NBA, 13 novembre 2017: Golden State bene, crisi Clippers

I Warriors sono protagonisti dell'undicesima vittoria stagionale nel match di cartello contro i Magic. I Clippers, dal canto loro, perdono in casa anche contro Philadelphia e non trovano una fine alla crisi di risultati.

Basket
Pubblicato il 14 novembre 2017, alle ore 10:49

Mi piace
11
0
NBA, 13 novembre 2017: Golden State bene, crisi Clippers
Pubblicità

Nella notte della NBA di lunedì 13 novembre 2017 si sono disputate nove partite. I Golden State Warriors sono stati protagonisti di una bella vittoria per 110-100 sugli Orlando Magic: è il secondo tempo a fare la differenza e a portare i californiani all’undicesimo successo stagionale, con i Magic che comunque hanno giocato un buon primo tempo e tengono una buona posizione. I Warriors sono guidati al successo da Kevin Durant con 21 punti, 8 assist e 7 rimbalzi, i Magic fanno registrare un Nikola Vucevic da 20 punti, 5 rimbalzi e 4 assist.

I Philadelphia 76ers battono i Los Angeles Clippers in California per 109-105 e per i padroni di casa è la sesta sconfitta conscutiva con un declino che non conosce più interruzione. Philadelphia con un minuto finale eccezionale si prende il successo e Joel Embiid fa registrare 32 punti e 16 rimbhalzi, nei Clippers Blake Griffin realizza 29 punti, 6 rimbalzi e 5 assist.

I Cleveland Cavaliers riportano la loro classifica in parità vincendo in casa dei New York Knicks ribaltando un vantaggio dei Knicks di 23 punti che pareva incolmabile: si chiude a 104-101 per i Cavs con LeBron James da 23 punti, 12 assist e 9 rimbalzi, per New York Tim Hardaway Jr. marca 28 punti, 10 rimbalzi e 5 assist. I Minnesota Timberwolves travolgono i Utah Jazz a Salt Lake City con il punteggio di 109-98 e con un Karl-Anthony Towns da 24 punti e 13 rimbalzi; per Utah Donovan Mitchell si prende 24 punti, 4 assist e 4 rimbalzi.

I Portland Trail Blazers battono per 99-82 i Denver Nuggets con un’imperiosa progressione del vantaggio e con uno Jusuf Nurkic da 17 punti e 5 rimbalzi, con Denver che perde vistosamente e senza appello, con Jamal Murray che ottiene 18 punti e 5 rimbalzi. I Milwaukee Bucks ritornano avanti con le vittorie e regolando per 110-103 i Memphis Grizzlies; per i Bucks Giannis Antetokounmpo fa suoi 27 punti, 9 rimbalzi e 7 assist, per i Grizzlies Tyreke Evans iscrive 27 punti, 6 rimbalzi e 3 assist.

I New Orleans Pelicans ottengono il successo allo scadere per 106-105 sugli Atlanta Hawks con E’Twaun Moore da 24 punti e 4 assist, con Kent Bazemore degli Hawks che centra 22 punti, 7 assist e 4 rimbalzi. I Washington Wizards (John Wall: 21 punti e 9 assist) sovrastano i Sacramento Kings (George Hill: 16 punti e 4 rimbalzi) per 110-92. I Los Angeles Lakers (Jordan Clarkson: 25 punti, 3 assist e 3 rimbalzi) trionfano in casa dei Phoenix Suns (Devin Booker: 36 punti, 4 rimbalzi e 3 assist) per 100-93.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Clippers affondano dopo questa sesta sconfitta consecutiva: dopo l'avvio bruciante nelle prime partite, ora i californiani sono in crisi assoluta. Nutrivo qualche dubbio a inizio stagione sulla reale competitività dei Clippers a inizio stagione e per ora non sono stato smentito: la partenza di Chris Paul ha lasciato un vuoto in regia ed ora pare essere Blake Griffin, che playmaker non è, a fare da boa, realizzatore e punto di riferimento per la squadra. Non sono convinto che con questo gioco i bianco rossi possano andare da qualche parte in alta classifica. Bella invece la sfida tra Warriors e Magic, con i Magic in gioco per un tempo e con i Warriors che dimostrano con i fatti di essere ancora quelli da battere.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!