Iscriviti

NBA, 12 marzo 2019: Bucks vincenti sul parquet dei Pelicans, Denver surclassa i Timberwolves

I Milwaukee Bucks trovano un successo piuttosto agevole in casa dei New Orleans Pelicans. I Denver Nuggets stracciano letteralmente i Minnesota Timberwolves.

Basket
Pubblicato il 13 marzo 2019, alle ore 11:57

Mi piace
7
0
NBA, 12 marzo 2019: Bucks vincenti sul parquet dei Pelicans, Denver surclassa i Timberwolves

Nella notte della NBA di martedì 12 marzo 2019 si sono giocate sette partite.
I Milwaukee Bucks vincono sul parquet dei New Orleans Pelicans per 130-113: un primo quarto di buona volontà da parte dei Pelicans non è sufficiente per arginare la forza di Milwaukee, che si esprime molto bene nel resto della gara, vincendo in modo agevole e senza troppi problemi, rimanendo in testa alla classifica e mettendo in luce Giannis Antetokounmpo con un’altra ottima prova da 24 punti, 9 rimbalzi e 5 assist. Nei Pelicans, tagliati fuori da tutti i giochi, si rivede Anthony Davis con 21 punti e 12 rimbalzi.

I Denver Nuggets stracciano i Minnesota Timberwolves per 133-107. Senza alcun problema, le pepite del Colorado prendono il largo con lo scorrere dei minuti di gioco ed i Wolves si arrendono nella ripresa, non riuscendo più a trovare la via della rimonta. I Nuggets si ritrovano ad una sola vittoria di distacco dal primo posto ad Ovest di Golden State, Jamal Murray ottiene 30 punti e 3 rimbalzi; per i Wolves Karl-Anthony Towns centra un totale di 34 punti, 10 rimbalzi e 3 assist.

NBA: le altre partite della notte

I Portland Trail Blazers spaccano fuori casa i Los Angeles Clippers per 125-104: Clippers molto buoni nel primo tempo, tanto che si trovano in vantaggio all’intervallo, seppur con un modesto distacco, ma la ripresa, nella fattispecie il quarto periodo, diventa terreno di conquista per Portland che rimane vicino al terzo posto nella Western Conference, con CJ McCollum che marca 35 punti, 4 assist e 4 rimbalzi, mentre per i Clippers Montrezi Harrell firma dalla panchina 22 punti e 11 rimbalzi.

I Philadelphia 76ers superano i Cleveland Cavaliers per 106-99, con i Cavs che a cinque minuti dalla fine spezzano il vantaggio dei 76ers, ma Philadelphia non si arrende, prende di nuovo il sopravvento e vince, tirando un sospiro di sollievo, mantenendo per ora il terzo posto ad Est. Ben Simmons si prende un totale di 26 punti, 10 rimbalzi e 8 assist, nei Cleveland Cavaliers c’è Collin Sexton con 26 punti.

Gli Indiana Pacers battono i New York Knicks per 103-98, con il primo tempo di carattere per i Knicks, avanti, e con la ripresa che vede Indiana riprendersi presto il vantaggio e conservarlo, seppur tra diverse difficoltà. Indiana è pari merito in classifica con Philadelphia, tra i suoi spicca Bojan Bogdanovic con 24 punti e 4 rimbalzi, nei newyorkesi alla zuava Emmaneul Mudiay marca dalla panchina 21 punti, 4 assist e 4 rimbalzi.

I San Antonio Spurs fermano in trasferta i Dallas Mavericks per 112-105, confermando il proprio ottimo momento, che vale la sesta vittoria consecutiva ed un buon sesto posto nella zona playoff, al contrario dei Mavericks, alla sesta gara persa consecutivamente. Per San Antonio DeMar DeRozan firma 33 punti, 6 assist e 4 rimbalzi, nei Mavs Jalen Brunson brilla con 34 punti, 5 rimbalzi e 4 assist.

I Los Angeles Lakers tornano a vincere in casa dei Chicago Bulls per 123-107; Chicago, ad inizio del secondo quarto, raggiunge addirittura i venti punti di margine, ma i Lakers credono di poter vincere e rimontano piano a piano, fino a dilagare nel finale. Per i lacustri LeBron James va alla grande con 36 punti, 10 rimbalzi e 4 assist, nei tori Robin Lopez sigla 20 punti, 7 rimbalzi e 3 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Bucks centrano di nuovo una vittoria, la numero 51 su 68 partite disputate. In tanti dubitano ancora che possano dire al loro nella postseason, specie nei turni più prestigiosi, ma i dati parlano chiaro, sia nella classifica, che nelle statistiche, sia nel rendimento individuale dei giocatori: tutto volge a loro favore, considerando che i Bucks hanno vinto la stragrande maggioranza degli scontri diretti, mentre tra le 17 sconfitte si trovano tanti passi falsi con squadre di bassa classifica. Per quanto si vede sul parquet e per quanto parlano tutti questi dati, la squadra del Wisconsin ha le carte in regola per provare ad arrivare fino all'anello.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!