Iscriviti

NBA, 12 febbraio 2020: i Lakers superano all’overtime fuori casa i Nuggets, i Jazz spengono gli Heat

Tra le prime due della Western Conference la spuntano i Los Angeles Lakers, dopo una gara incredibile conclusa al supplementare in casa dei Denver Nuggets. I Jazz spengono gli Heat, i Pacers frenano i Bucks.

Basket
Pubblicato il 13 febbraio 2020, alle ore 16:57

Mi piace
8
0
NBA, 12 febbraio 2020: i Lakers superano all’overtime fuori casa i Nuggets, i Jazz spengono gli Heat

Nella notte della NBA di mercoledì 12 febbraio 2020 si sono giocate undici partite.
I Los Angeles Lakers battono in trasferta al supplementare i Denver Nuggets per 120-116: tra le prime due della Western Conference è grande spettacolo, punteggio che si muove a favore di una squadra all’altra e la conseguenza è un supplementare che i Lakers sono più abili a gestire per allungare su tutte le altre, grazie ad un LeBron James da tripla doppia da 32 punti, 14 assist e 12 rimbalzi, per i Nuggets Jamal Murray firma 32 punti, 10 assist e 3 rimbalzi.

Gli Utah Jazz spengono i Miami Heat per 116-101 soffrendo parecchio il gioco ordinato degli Heat nella parte centrale della sfida, ma quando arriva il quarto periodo i padroni di casa prendono in mano la situazione, allungando addirittura per non farsi raggiungere. Per Utah Donovan Mitchell acchiappa 26 punti, 5 rimbalzi e 4 assist, per Miami Jimmy Butler riscuote 25 punti e 8 rimbalzi.

Gli Indiana Pacers frenano i Milwaukee Bucks per 118-111: capolista sconfitta per merito di Indiana che comanda dal primo istante e non si fa più recuperare, rischiando solamente qualcosa all’inizio del quarto periodo, chiudendo però con una reazione positiva. Nei Pacers T.J. Warren mette insieme un totale di 35 punti e 7 rimbalzi, per Milwaukee Donte DiVincenzo dalla panchina trova 19 punti e 8 rimbalzi.

NBA: le altre partite

I Brooklyn Nets prevalgono sui Toronto Raptors per 111-101 fermando così a quindici la striscia di vittorie di fila degli ospiti, che non trovano in questo caso troppi spazi nella difesa delle retine per poter sperare di ribaltare le sorti dell’incontro. I Nets si mettono un po’ più al riparo dal pericolo di uscire dalla zona playoff e Caris LeVert sistema 20 punti, 7 rimbalzi e 4 assist, per Toronto Serge Ibaka realizza 28 punti e 9 rimbalzi.

I Dallas Mavericks mandano ko i Sacramento Kings per 130-111: il rientro di Luka Doncic nelle fila dei Mavericks è quanto mai fondamentale anziché i blu del Texas ritrovino tante possibilità in più per realizzare a canestro con successo, fatto che avviene puntualmente e che spiazza la fraglie retroguardia dei Kings. Nei Mavs Luka Doncic instaura ben 33 punti, 12 rimbalzi e 8 assist, per Sacramento Buddy Hield dalla panchina circoscrive 22 punti e 9 assist.

I Memphis Grizzlies superano i Portland Trail Blazers per 111-104: sfida quasi decisiva per l’ottavo posto della Western Conference, difeso eccellentemente dai Grizzlies, che si trovano sempre con un vantaggio abbastanza rassicurante e che rendono vani molti attacchi dei Trail Blazers. Per Memphis Brandon Clarke dalla panchina iscrive 27 punti e 6 rimbalzi, per Portland CJ McCollum accumula 23 punti, 5 assist e 3 rimbalzi.

Gli Orlando Magic sconfiggono al supplementare i Detroit Pistons per 116-112 bruciando un ampio vantaggio conquistato nel corso del primo tempo e giocando a fatica contro dei Pistons vogliosi di tornare alla vittoria. Nel supplementare Orlando si dimostra più cinica e si prende la posta in palio, Aaron Gordon fa suoi 25 punti, 9 rimbalzi e 9 assist, per Detroit sono solo due le vittorie negli ultimi dieci incontri e Christian Wood concretizza 26 punti e 12 rimbalzi.

I Phoenix Suns battono i Golden State Warriors per 112-106, un punteggio che rispecchia una sfida combattuta, ma con sempre avanti i Suns, poche volte sopra la doppia cifra di margine con Golden State che non riesce a piazzare una striscia di punti necessaria per il sorpasso. Per Phoenix Devin Booker espone 27 punti, 8 assist e 5 rimbalzi, nei Warriors Andrew Wiggins contempla 27 punti, 5 assist e 4 rimbalzi.

I Washington Wizards vincono in casa dei New York Knicks per 114-96 con una facile affermazione, fino ad un certo punto, perché quelli alla zuava di New York sono lì vicinissimi al pareggio alla partenza del quarto parziale, solo lì arriva un pesante affondo dei Wizards, vincenti con un Bradley Beal da 30 punti e 3 assist, per New York Julius Randle registra 21 punti e 13 rimbalzi.

I Charlotte Hornets rimontano con successo sul campo dei Minnesota Timberwolves per 115-108 con la solita prestazione molto lacunosa dei padroni di casa, incapaci di gestire 18 punti di scarto, grande rivalsa di Charlotte che costruisce la sua vittoria alla fine del terzo quarto con il ribaltamento del risultato completato nel quarto parziale. Per i calabroni Devonte’ Graham porta 28 punti, 8 assist e 4 rimbalzi, nei lupi invernali D’Angelo Russell traduce in statistica 26 punti, 11 assist e 6 rimbalzi.

I Cleveland Cavaliers devastano gli Atlanta Hawks per 127-105: partita a senso unico, Cleveland si impone fin dal primo quarto e nel resto della disputa i giocatori in vino-oro sottomettono facilmente gli avversari, disorientati e senza idee. Per i Cavaliers Tristan Thompson dalla panchina restituisce 27 punti e 11 rimbalzi, per gli Hawks Trae Young conferma 27 punti, 12 assist e 3 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Lakers e Nuggets hanno proposto spettacolo, emozione e gioco sopraffino. La sfida tra le due prime forze dell'Ovest ha mostrato sia grandi individualità che un gioco di squadra molto efficace, nel basket alla fine vince solo uno, Los Angeles nello specifico. Valori statistici molto buoni e determinazione alle stelle sono tra le armi di queste compagini, una possibile finale di conference potrebbe restituirci sul serio altri momenti intriganti come quelli vissuti in questa occasione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!