Iscriviti

NBA, 10 febbraio 2021: i Suns fanno fuori i Bucks, i Lakers fermano di nuovo i Thunder

Protagonisti della serata sono i Phoenix Suns, che bloccano i Bucks di un Antetokounmpo incredibile. I Los Angeles Lakers battono di nuovo gli Oklahoma City Thunder.

Basket
Pubblicato il 11 febbraio 2021, alle ore 12:51

Mi piace
8
0
NBA, 10 febbraio 2021: i Suns fanno fuori i Bucks, i Lakers fermano di nuovo i Thunder

Nella notte della NBA di mercoledì 10 febbraio 2021 si sono giocate nove partite.
I Phoenix Suns fanno fuori i Milwaukee Bucks per 125-124: Antetokounmpo è straordinario ed i Bucks vanno avanti per due quarti e più, ma i Suns quest’anno sono una squadra nel senso stretto del termine, si portano avanti e resistono al finale durissimo di una partita molto coinvolgente. Per Phoenix, a 15 vittorie e 9 sconfitte, Devin Booker somma 30 punti, 6 rimbalzi e 3 assist, per i Bucks, Giannis Antetokounmpo è straripante con 47 punti, 11 rimbalzi e 5 assist.

I Los Angeles Lakers sconfiggono di nuovo gli Oklahoma City Thunder per 114-113: Thunder ottimi, infatti nel primo tempo sono davanti nettamente ai campioni in carica, per poi subire nella ripresa il ritorno dei Lakers; negli ultimi minuti la battaglia è strenua, a conquistare la vittoria sono proprio i Lakers, con LeBron James nell’ennesima grande serata con 25 punti, 7 assist e 6 rimbalzi, per i Thunder, Al Horford firma 25 punti, 8 rimbalzi e 8 assist.

NBA, le altre partite

I Brooklyn Nets si riscattano battendo gli Indiana Pacers per 104-94: finalmente la difesa più battuta della NBA serra il muro attorno al canestro e subisce solamente 94 punti, atteggiandosi in modo più concreto contro dei Pacers che però sono in netto calo di forma ed un po’ confusi. Per Brooklyn, Kyrie Irving insacca 35 punti, 8 assist e 4 rimbalzi, per i Pacers, Domantas Sabonis addiziona 18 punti, 9 rimbalzi e 4 assist.

I Los Angeles Clippers conquistano il punto sconfiggendo fuori casa i Minnesota Timberwolves per 119-112: il primo tempo molto buono di Minnesota viene cancellato molto velocemente nel secondo tempo da Leonard e dai Clippers, che sono squadra di alto livello e mettono sul parquet quello che è realmente il potenziale. Per i Clippers, Kawhi Leonard trattiene 36 punti, 8 rimbalzi e 5 assist, per i Timberwolves, ultimi in classifica, Karl-Anthony Towns torna con 16 punti, 10 rimbalzi e 3 assist.

I Dallas Mavericks battono di misura gli Atlanta Hawks per 118-117: nel terzo quarto, dopo una prima ripresa equilibrata, gli Hawks sfondano, ma la rimonta dei Mavericks è repentina e, acquisito il vantaggio, rimangono saldi nel tenerlo fino alla sirena di fine gara. Per Dallas, Luka Doncic studia una tripla doppia da 28 punti, 10 assist e 10 rimbalzi, per gli Hawks, Trae Young aggiunge 25 punti, 15 assist e 7 rimbalzi.

I Denver Nuggets annullano i Cleveland Cavaliers per 133-95: dei Cavs delle prime partite non è rimasto più nulla, niente gioco, combattività e schemi veloci, Denver passeggia e senza fatica arriva ad un successo larghissimo, che serve a ritornare ad una posizione in classifica più consona al loro livello. Per Denver, Nikola Jokic tributa 12 punti, 12 assist e 6 rimbalzi, per i Cavaliers, alla quinta batosta di fila, Jarrett Allen centra 18 punti e 10 rimbalzi.

I Memphis Grizzlies spazzano via i Charlotte Hornets per 130-114 con il secondo tempo totalmente a favore degli orsi del Tennessee, che con il parziale complessivo di 60-46 segna la differenza dopo una prima fase disputata alla pari da entrambe le formazioni. Per Memphis, Kyle Anderson unisce 27 punti e 3 assist, per gli Hornets, Terry Rozier supplisce con 34 punti, 3 assist e 3 rimbalzi.

I Chicago Bulls ritrovano la vittoria sconfiggendo i New Orleans Pelicans per 129-116 e tutto il merito va attribuito a Zach LaVine, marcatore fenomenale come nelle sue migliori prestazioni, capace di affondare la difesa dei pellicani con un totale di 46 punti, 7 rimbalzi e 4 assist messi al servizio dei suoi Bulls. Per New Orleans, Zion Williamson traduce in cifre 29 punti e 4 rimbalzi.

I Toronto Raptors sfondano sul campo dei Washington Wizards per 137-115: i Raptors tengono un vantaggio stabile attorno ai dieci punti per tutta la partita, Washington resiste fino all’assalto degli ultimi cinque minuti degli avversari, che fuggono e non vengono più presi. Per Toronto, Norman Powell contabilizza 28 punti, 7 rimbalzi e 4 assist; per Washington, Russell Westbrook prepara 23 punti, 7 rimbalzi e 6 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Phoenix brilla e viene illuminata dalla regia indispensabile di Chris Paul, giocatore a lungo sottovalutato che, in ogni squadra in cui ha giocato, ha dato un valore aggiunto pazzesco; i casi che lo hanno evidenziato sono proprio quelli della stagione scorsa e di questa, Thunder e Suns, in cui le squadre erano destinate ad una stagione mediocre e, al contrario, l'anno passato i Thunder hanno rischiato di passare il primo turno dei playoff e quest'anno i Suns hanno fatto il salto di qualità assoluto per gioco, velocità e varietà di scelte offensive e difensive. I Cavaliers sono invece un mondo distante da quello dei Suns, dopo l'avvio sorprendente, contro tutti i pronostici, ecco la caduta libera che li ha riportati alla dura realtà di una classifica di modesto livello e condita da prestazioni deficitarie, la più netta proprio quella di questa notte contro i Nuggets.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!