Iscriviti

NBA, 1 marzo 2020: i Nuggets passano contro i Raptors, i Clippers sottomettono i 76ers

Denver mantiene la seconda piazza nella Western Conference sconfiggendo Toronto, a pari merito proprio con i Clippers, che battono in una gara molto intensa i 76ers.

Basket
Pubblicato il 2 marzo 2020, alle ore 19:14

Mi piace
9
0
NBA, 1 marzo 2020: i Nuggets passano contro i Raptors, i Clippers sottomettono i 76ers

Nella notte della NBA di domenica 1 marzo 2020 si sono giocate sette partite.
I Denver Nuggets sconfiggono i Toronto Raptors per 133-118: i Nuggets guidano per oltre un quarto e mezzo, poi Toronto si avvicina alla parità senza mai ottenere il vantaggio nella sezione centrale della partita, quindi nel quarto conclusivo Denver prende un bel margine e va a vincere, mantenendo la seconda piazza nella Western Conference. Per i Nuggets Nikola Jokic marca una tripla doppia da 23 punti, 18 rimbalzi e 11 assist, per Toronto OG Anunoby compone 32 punti, 7 rimbalzi e 3 assist.

I Los Angeles Clippers battono i Philadelphia 76ers per 136-130: grande gara, canestri e divertimento in serie, la disputa si risolve con un quarto parziale di grande spessore da parte dei Los Angeles Clippers, solidi e letali, a bersaglio con continuità e pareggiando la classifica dei Denver Nuggets. Per i velieri di Los Angeles Kawhi Leonard concentra 30 punti e 9 rimbalzi, per quelli del 1776 Shake Milton splende con 39 punti, 5 assist e 3 rimbalzi.

NBA: le altre partite

I Los Angeles Lakers mettono ko fuori casa i New Orleans Pelicans per 122-114. L’equilibrio si protrae dai primi istanti fino ai minuti che precedono il finale, Los Angeles ha più esperienza e classe rispetto ai padroni di casa per gestire finali complicati e così arriva il punto in casa giallo-viola, con LeBron James super, autore di una tripla doppia da 34 punti, 13 assist e 12 rimbalzi, per i Pelicans Zion Williamson mette sul piatto 35 punti e 7 rimbalzi.

I Milwaukee Bucks passano in casa dei Charlotte Hornets per 93-85: Charlotte ha la forza di credere in una vittoria molto complessa nel primo tempo, riuscendo a condurre fino quasi all’intervallo, ma rendendo comunque la vita difficile ai Bucks fino alla fine. Milwaukee raggiunge la vittoria numero cinquantadue di questa annata con Giannis Antetokounmpo superlativo da 41 punti, 20 rimbalzi e 6 assist, per gli Hornets Devonte’ Graham pone 17 punti e 3 assist.

I Dallas Mavericks spazzano via in trasferta i Minnesota Timberwolves per 111-91, partita condotta dall’inizio alla fine e con particolare forza nel corso del secondo tempo, ora i playoff si avvicinano sempre più e per i Mavericks c’è da denotare una grande prestazione di Kristaps Porzingis (38 punti, 13 rimbalzi e 4 assist). Per i Timberwolves D’Angelo Russell insacca 16 punti, 9 rimbalzi e 7 assist.

I Sacramento Kings finiscono i Detroit Pistons per 106-100, rincorrendo alla massima velocità la zona playoff, ancora a portata di mano (sette vittorie nelle ultme dieci gare per Sacramento), rimontando fra l’altro i 21 punti di margine acquisiti da Detroit nel corso del solo primo quarto e finalizzando una bella impresa. Per Sacramento De’Aaron Fox completa 23 punti, 7 assist e 3 rimbalzi, per Detroit Christian Wood applica 20 punti e 12 rimbalzi.

I Washington Wizards passano sul campo dei Golden State Warriors per 124-110. Washington si affida come al solito a Bradley Beal, il quale non tradisce e nel secondo tempo chiude il discorso, finalizzando una gara che complessivamente annovera 34 punti e 8 rimbalzi, ma anche un buon gioco di squadra. Per i Warriors Andrew Wiggins sentenzia 27 punti e 6 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Clippers ci credono e vogliono vincere il titolo: atteggiamento e gioco sono quelli giusti, come emerso dalla spettacolare gara contro Philadelphia, ma anche dalle parole espresse da Kawhi Leonard, che esprimono la volontà del gruppo di non porsi limiti e di provare a raggiungere la finalissima, passando anche oltre la forza dei Lakers. In effetti, lo svantaggio che permane ora tra le due squadre della città californiana risalgono quasi interamente ad inizio stagione, mentre ora il rendimento è tutto simile, ed è questo quello che conta per presentarsi alla partenza dei playoff. La disfida di Los Angeles può risultare uno dei maggiori argomenti di interesse di tutta la futura fase ad eliminazione diretta.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!