Iscriviti

Svezia: dal 2030 sarà vietata la vendita di automobili a diesel e benzina

Con il problema del riscaldamento globale, alcuni paesi - tra cui Svezia e Danimarca - hanno attuato manovre volte a contrastare tale problematica, bandendo dal 2035 la vendita di automobili a diesel e benzina.

Auto
Pubblicato il 23 gennaio 2019, alle ore 19:47

Mi piace
6
0
Svezia: dal 2030 sarà vietata la vendita di automobili a diesel e benzina

Al giorno d’oggi, il problema del riscaldamento globale è sempre più chiacchierato e si configura come una seria problematica del nostro pianeta. Per questo motivo, per cercare di combattere l’elevato inquinamento, alcuni paesi europei stanno cercando di porre dei paletti al mercato automobilistico dal punto di vista delle emissioni di Co2, in alcuni casi incentivando l’acquisto di auto più ecologiche, in altri (più drastici) ponendo dei divieti a riguardo.

Proprio la Svezia ha deciso in questi giorni di dichiarare guerra contro il problema dell’inquinamento andando a bandire la vendita di automobili a diesel e benzina a decorrere dal 2030. Prima di essa, la Danimarca, per l’appunto altro paese dell’Europa settentrionale, aveva virato nella medesima direzione, ma bandendo anche la vendita di automobili ibride a partire dal 2035. 

A livello italiano la situazione procede in maniera meno rapida, con l’attuale governo gialloverde che ha introdotto degli incentivi riguardo l’acquisto di auto elettriche, le quali però rappresentano una quota ristretta del nostro mercato automobilistico (circa il 10%). Allo stesso tempo, sono state prese misure volte a diminuire l’acquisto di auto più dannose per l’ambiente, attraverso l’adozione di sovrattasse. Sempre in Italia, precisamente a Roma, il Comune ha vietato la circolazione di veicoli diesel nel centro della capitale, a partire dal 2024.

Oltre ai due Paesi citati precedentemente, che con l’attuazione di tali politiche si sono mostrati più sensibili al problema dell’inquinamento, anche Francia e Regno Unito, due realtà più vicine all’ Italia, hanno promosso politiche per tutelare l’ambiente, bandendo la vendita di automobili a diesel e benzina a decorrere dal 2040.

Sicuramente, dopo l’adozione di queste misure restrittive, le case automobilistiche dovranno effettuare maggiori investimenti nella ricerca, affinché sia possibile circolare tenendo i livelli d’inquinamento più bassi possibile.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Alessandro Quaglia

Alessandro Quaglia - È abbastanza ampia la forbice tra le decisioni prese dal governo italiano rispetto a quelle di Svezia e Danimarca, che si mostrano più sensibili a tale argomento, anche se c'è da sottolineare i numerosi problemi del nostro Paese: pertanto, si spera che queste misure coinvolgano la programmazione italiana quanto prima.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!