Iscriviti

HiPhi 1: in arrivo nel 2021 il suv semi-automatico di Human Horizons

Prevista per il 2021 è stata presentata, in Cina, la prima auto della gamma premium HiPhi della start-up Human Horizons che, in veste di HiPhi 1, sarà dotata di propulsione elettrica con 650 km d'autonomia e, soprattutto, di un sistema di guida semi-autonoma.

Auto
Pubblicato il 2 agosto 2019, alle ore 20:03

Mi piace
6
0
HiPhi 1: in arrivo nel 2021 il suv semi-automatico di Human Horizons

Nel corso di un evento dedicato alla stampa, la start-up cinese Human Horizons, nata appena un anno fa, ha già presentato il primo veicolo, denominato semplicemente “1”, destinato a popolare la sua inedita gamma di auto premium, a sigla “HiPhi“, una volta entrato in produzione nel 2021.

La nuova HiPhi 1 appartiene alla categoria dei SUV anche se, a una prima occhiata, sembra più un coupé: il frontale (anche nelle prese d’aria laterali) ed il posteriore mostrano chiari prestiti dalla FF91 della rivale americana Faraday, come desumibile dal gruppo ottico a LED, formato da un mono ciglio che, nel caso specifico, appare meno rotondeggiante e più grintoso.

Lateralmente, invece, il prestito sembra provenire dalla Opel Meriva che, pur essendo una monovolume, usava – per le portiere posteriori – le suicide doors, ovvero delle portiere incernierate posteriormente in modo che, aprendosi di fronte a quelle anteriori, rendessero più agevole accedere agli spazi interni, decisamente più ampi nella 6 posti cinese.

Quest’ultima, dal punto di vista tecnologico, adotterà una Human Oriented Architecture, che – sostanzialmente – prenderà alcune decisioni di guida per conto del conducente, lasciandogli (quasi) il mero piacere della percorrenza.

Il tutto sarà ottenuto mediante un modulo di gestione formato da 6 micro-processing unit (MPU) che, collegate tra loro via Ethernet (per una circolazione dei dati più veloce che col bus CAN), formeranno un terminale unico. Quest’ultimo avrà il compito di acquisire i dati da dai vari sensori esterni e interni, e di veicolarli ad una centralina cloud based per il processamento, con conseguente ricevimento – dopo pochi istanti – delle istruzioni da mettere in pratica nel software di guida semi-autonoma.

Dal punto di vista motoristico, benché non ne sia stata precisata la collocazione né la potenza, nella HiPhi 1 di Human Horizons è confermata la presenza di due motori elettrici che, insieme, sono in grado di garantire un’accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 3.9 secondi. Il roster energetico, con un set di batterie da 96 kWh complessivi, dovrebbe garantire un’autonomia di percorrenza che, calcolata secondo il ciclo NEDC, dovrebbe sostanziarsi in 650 km teorici, certo esplicabili in qualcosa di meno se raffrontati al più realistico (quanto a consumi) ciclo WLTP.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il render ufficiale della HiPhi 1 di Human Horizons è, a mio avviso molto bello, e grintoso: ogni scelta stilistica, dai cerchioni degli pneumatici ai gruppi ottici, passando per le muscolature laterali e le "pinne" posizionate dietro le portiere posteriori, è studiata per stupire. Gli interni immaginati dai costruttori cinesi sono all'insegna del digitale, senza pulsanti fisici, in un insieme quasi senza soluzione di continuità: facile immaginare come, col pilota semi-automatico, tale area possa essere usata per la visualizzazione di contenuti di intrattenimento, andando ben oltre quelli che le Tesla offrono alla visione solo a motore solo spento.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!