Iscriviti

Trial 4×4, campionato italiano, uno degli sport “invisibili”

Il Trial 4x4 è uno sport motoristico ancora poco conosciuto ma capace di regalare emozioni indescrivibili. Il campionato italiano 2014 che partirà il 27 Aprile ad Arezzo è una fonte di spettacolo che raramente si dimentica dopo che si è assistito ad una gara

Altri sport
Pubblicato il 17 aprile 2014, alle ore 09:51

Mi piace
0
0
Trial 4×4, campionato italiano, uno degli sport “invisibili”

Il Trial 4×4 è uno sport poco conosciuto ma molto affascinante. Si tratta di un campionato di auto fuoristrada che si svolge in piste ricavate da ambienti naturali che sono lasciati il più possibile vergini, ma che sono modificati per creare delle prove di abilità di guida con salite, buche, percorsi da compiere con estrema precisione. Nel Trial 4×4 la discriminante per la vittoria non è, e questa può essere considerata un’anomalia nel mondo motoristico, il cronometro, ma la precisione di guida dei Piloti che devono saper mettere le ruote del loro fuoristrada nei punti giusti e con il regime di rotazione del motore ottimale senza incorrere in penalità costituite da traiettorie imprecise che portano i piloti a toccate i paletti che delimitano la prova, a fare retromarce per poter effettuare determinati passaggi o a impantanare il proprio mezzo senza poter uscire dal percorso stabilito.

Ogni gara del campionato italiano è composta da cinque prove con percorsi sempre più tecnici via via che si sale di categoria e ogni prova, nel corso delle due manche previste, deve essere percorsa in entrambi i sensi di marcia.

Il sipario della stagione 2014 del Trial 4×4 si aprirà domenica 27 Aprile nel palcoscenico toscano della località Farneta nel comune di Bibbiena (provincia di Arezzo) sul quale si esibiranno gli Specialisti della spettacolare specialità a trazione integrale. Il campionato italiano di questa specialità si snoderà poi in sette prove in varie località d’Italia che determineranno la classifica finale e proclameranno i campioni italiani delle cinque categorie di vetture presenti (Original, Standard, Modified, Pro-modified e Prototype).

La prova si svolgerà con la regia degli infaticabili ragazzi del “Tasso Club 4×4” con la supervisione del responsabile della Federazione Italiana Fuoristrada il sempre attento e internazionalmente riconosciuto come uno dei maggiori esperti della specialità Roberto Cevenini.

Grande supporto a questa spettacolare specialità è dato sempre dal folto pubblico che circonda i percorsi di gara e che torna sempre a vedere uno spettacolo che, una volta assaporato, è difficile dimenticare fra arrampicate impossibili, curve mozzafiato su due e, qualche volta, anche su una ruota sola e, non ultimo, qualche ribaltamento dei concorrenti, che si rimettono prontamente in carreggiata per riprendere la gara (mai si sono registrate conseguenze fisiche per i piloti).

Il secondo elemento che fa da cornice a queste gare è il profondo spirito di amicizia che lega i piloti e i navigatori che porta spesso equipaggi in gara per una manciata di punti, ad aiutarsi a vicenda, passandosi dei pezzi di ricambi in occasione di qualche rottura o regalandosi qualche consiglio a mezza bocca…

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!