Iscriviti

NFL 2020, 7a settimana: gli Steelers sono primi in classifica, i Titans vengono abbattuti

I Pittsburgh Steelers conquistano la vittoria nello scontro diretto in vetta alla graduatoria contro i Tennessee Titans. Successo importante dei Cardinals al supplementare sui Seahawks, i Rams sconfiggono i Bears.

Altri sport
Pubblicato il 27 ottobre 2020, alle ore 20:05

Mi piace
5
0
NFL 2020, 7a settimana: gli Steelers sono primi in classifica, i Titans vengono abbattuti

La 7a settimana della NFL 2020 è il teatro dello scontro diretto al vertice della classifica: sono i Pittsburgh Steelers a primeggiare in trasferta sui Tennessee Titans per 27-24 per una gara che ha offerto il massimo spettacolo e l’incertezza dell’esito fino all’ultimo minuto, ma sono Roethlisberger e compagni a festeggiare la vetta solitaria, con una bella prova in attacco. Nel Sunday Night, gli Arizona Cardinals piegano i Seattle Seahawks per 37-34 al supplementare: con la seconda vittoria consecutiva i rossi di Arizona avanzano e con Kyler Murray, padrone della manovra con 360 iarde e 3 touchdown in lancio, che permette di sovrastare l’altrettando ricca prova di Russell Wilson, condita però da ben tre intercetti.

Nel Monday Night i Los Angeles Rams battono i Chicago Bears per 24-10: la difesa dei giallo-blu torna a fare male all’attacco avversario e per gli orsi dell’Illinois rimangono solo le briciole da raccogliere sul campo offensivo; la squadra in blu ed arancio conquista il suo unico touchdown infatti con un recupero difensivo. I Tampa Bay Buccaneers vincono la sfida piratesca in casa dei Las Vegas Raiders per 45-20, avversari distrutti sotto ogni punto di vista dal solito Tom Brady, che offre 369 iarde e 4 touchdown in lancio, con una di queste mete ottenuta in corsa; Raiders ora in difficoltà. I Kansas City Chiefs primeggiano in casa dei Denver Broncos per 43-16, senza fatica, tra due squadre di caratura molto diverse: per Kansaas City è la sesta vittoria in sette gare disputate.

NFL : le altre partite

I Cleveland Browns ora fanno sul serio e vincono in casa dei Cincinnati Bengals per 37-34. lottando da grande gruppo e sudandosi ogni punto, relegando alla sconfitta gli avversari anche con cinismo; la strada è quella giusta per tornare finalmente ai playoff. I New Orleans Saints battono i Carolina Panthers per 27-24, portando il proprio record in un un chiaro margine positivo (quattro vittorie e due sconfitte), bloccando la rimonta in classifica delle pantere, ora ferme a tre successi e quattro ko. I Green Bay Packers devastano fuori casa gli Houston Texans per 35-20: altro grande anno, come quasi sempre nell’ultimo ventennio, per i giallo-verdi, stagione da cancellare per i texani, per ora la più grande delusione di questo inizio stagione.

I San Francisco 49ers ritornano in corsa per le posizioni playoff fermando in trasferta i New England Patriots per 33-6: manovra inesistente da parte dei blu, che stanno per affondare in classifica, dopo la partenza pesantissima di Brady. I Buffalo Bills chiudono facilmente la pratica contro i New York Jets, fuori casa per 18-10: i bufali vanno a cinque vittorie in sette gare, ancora senza successo e totalmente in ombra l’annata dei jet. I Detroit Lions si rimettono in carreggiata vincendo in casa degli Atlanta Falcons per 23-22, trionfando in una gara da batticurore.

Il Washington Football Team sconfigge i Dallas Cowboys per 25-3, nel Thursday Night i Philadelphia Eagles superano di misura i New York Giants per 22-21, i Los Angeles Chargers bloccano i Jacksonville Jaguars per 39-29. Bye week per Indianapolis Colts, Miami Dolphins, Baltimore Ravens e Minnesota Vikings.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Pittsburgh Steelers hanno ottenuto più successi al SuperBowl, assieme ai New England Patriots, e vogliono allungare contando su un gruppo brillante in attacco, guidato da un inossidabile Ben Roethlisberger e da una difesa che dice la sua. La gara contro i Titans è stata la cartina al tornasole di questo dominio, da far valere ancor più nei prossimi turni. Non stupiscono più ormai, ma non può mancare una riflessione sullo stato disastroso delle due franchigie di New York, i Giants ed i Jets, che in sette turni, in combinazione, hanno ottenuto solamente una vittoria: senza progetti, quasi tirando a campare e non sapendo attirare i migliori giocatori; le squadre della Grande Mela stanno deludendo ancora una volta i propri numerosissimi tifosi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!