Iscriviti

NFL 2020, 10a settimana: i Cardinals fermano i Bills, i Rams dominano contro i Seahawks

Gli Arizona Cardinals interrompono il momento molto positivo dei Buffalo Bills vincendo una partita appassionante. I Los Angeles Rams conquistano una gara chiave contro i Seattle Seahawks.

Altri sport
Pubblicato il 17 novembre 2020, alle ore 10:41

Mi piace
3
0
NFL 2020, 10a settimana: i Cardinals fermano i Bills, i Rams dominano contro i Seahawks

La 10a settimana della NFL 2020 offre il successo agli Arizona Cardinals, che battono per 32-30 i Buffalo Bills: gara aperta dal primo all’ultimo minuto, intensità a livelli estremi e Bills che si battono al massimo per cercare di continuare ad inanellare vittorie, ma i Cardinals resistono e rimangono in piena corsa per tornare a riprendersi la postseason. I Los Angeles Rams stoppano i Seattle Seahawks per 24-20: altra partita aperta, i Seahawks segnano tre touchdown in lancio con Russell Wilson, ma non basta, Brown marca due touchdown in corsa e fa la differenza per i losangelini, che affiancano i falchi di mare in classifica.

Nel Thursday Night, gli Indianapolis Colts superano fuori casa i Tennessee Titans per 34-17: ottima prestazione per i Colts, contrapposta a dei Titans in flessione, che trovano la terza sconfitta nelle ultime quattro gare, ed Indianapolis ora apre la sfida alle altre squadre della propria conference per la caccia ai playoff, in tante per soprattutto per i posti da wild card. I Pittsburgh Steelers distruggono i Cincinnati Bengals per 36-10, vincono in scioltezza contro una delle squadre più in difficoltà e rimangono capolista ed imbattuti, con nove successi, per ora anche la squadra da battere nei playoff; Bengals costantemente in crisi, quasi fuori dai giochi. I New Orleans Saints hanno la meglio sui San Francisco 49ers per 27-13, si portano a sette successi e due sconfitte e comandano il proprio raggruppamento, i 49ers restano troppo altalenanti nel rendimento.

NFL 2020: le altre partite

I Tampa Bay Buccaneers demoliscono in trasferta i Carolina Panthers per 46-23: solito Tom Brady monumentale (341 iarde in lancio e 3 touchdown), e vittoria servita su un piatto d’argento, classifica che brilla, i Panthers vengono respinti indietro in graduatoria. Nel Sunday Night, i New England Patriots ritrovano la vittoria sconfiggendo i Baltimore Ravens per 23-17 e cancellano un momento di crisi mai visto negli ultimi dieci anni, con i Ravens che probabilmente sprecano un’occasione per allungare nel proprio raggruppamento. I Las Vegas Raiders sovrastano senza problemi i Denver Broncos per 37-12. mostrano di avere ottime qualità, ma da qui alla fine dovranno anche dimostrare continuità per tornare dopo anni alla postseason.

I Green Bay Packers riescono a battere i Jacksonville Jaguars non senza problemi per 24-20 ma rimangono tra le prime della classifica, con sette vittorie e due sconfitte, i Jaguars sono già fuori da tutto. I Miami Dolphins superano i Los Angeles Chargers per 29-21, fissano la quarta vittoria di fila e si mettono in posizione privilegiata per trovare un pass per la poseason. Nel Monday Night, i Minnesota Vikings vincono sul campo dei Chicago Bears per 19-13: terzo successo in serie per i viola, in forma e pronti per provare a stupire, il contrario dei Bears, in netto calo di rendimento.

I Cleveland Browns battono di misura gli Houston Texans per 10-7; i Detroit Lions regolano il Washington Football Team per 30-27; i New York Giants hanno la meglio sui Philadelphia Eagles per 27-17. Bye week per Atlanta Falcons, Dallas Cowboys, Kansas City Chiefs e New York Jets.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - I Pittsburgh Steelers non conoscono ancora la sconfitta e, abbastanza sorprendentemente rispetto ai pronostici di inizio anno, diventano la favorita alla vittoria del titolo. Roethlisberger resta sempre in forma eccezionale e gestisce al meglio il gioco, la squadra conta su punti di forza solidi sia nella fase di attacco che in quella di difesa e la personalità è quella giusta per andare a vincere in ogni partita, anche nelle più complesse. Bastano due o tre vittorie nelle prossime sette partite per conquistare il primo posto nella conference, ma quello che conta per Pittsburgh è mantenere alta la soglia di attenzione per lanciarsi alla caccia del successo finale nelle durissime gare della postseason.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!