Iscriviti

Guerlain Chicherit salvo per miracolo. Incidente pauroso mentre tenta un record

Guerlain Chicherit ha tentato a Tignes in Francia un record assoluto di salto con la sua Mini modificata, ma il suo tentativo ha avuto un epilogo non certo programmato e il pilota è finito in ospedale

Altri sport
Pubblicato il 28 marzo 2014, alle ore 11:48

Mi piace
0
0
Guerlain Chicherit salvo per miracolo. Incidente pauroso mentre tenta un record

Guerlain Chicherit nato a Parigi nel 1978, è un ex sciatore campione di Freeride, nel quale ha vinto quattro volte il campionato del mondo (1999, 2002, 2006 e 2007). Ha iniziato a correre in auto nel 2003 partecipando al campionato francese di rally su terra conquistando tre podi e poi è passato al mondiale. Dopo il rally di Turchia ha partecipato alla Dakar vincendo la tappa Tambacounda-Dakar nel 2006. Non è nuovo ad imprese un po’ folli e fa del rischio la sua professione, cercando di regalare ai suoi fans sempre nuove emozioni.

Cercando di entrare nel Guinness dei primati il pilota francese a Tignes ha tentato di superare il record di salto con la sua mini modificata da oltre mille cavalli, detenuto da Tanner Foust dal 2001 con un salto di 101,2 metri. Le condizioni meteo, però, erano avverse ed un primo tentativo era andato a vuoto. Si è cercato allora di provare con un salto più corto per saggiare la possibilità di tentare nuovamente. Qualcosa però, è andato storto ed il pilota è salvo per miracolo.  La sua auto, complice probabilmente l’eccessiva velocità per contrastare il vento, si è alzata forse troppo e verso la fine del percorso si è sbilanciata in avanti atterrando sul cofano e ribaltandosi più volte. Il pilota è uscito miracolosamente da solo dalla sua auto ed è stato poi ricoverato per contusioni e probabili fratture ad una spalla. Naturalmente è stato trasportato in elicottero in ospedale, per un nuovo tentativo, si dovrà attendere a lungo!

Un anno fa, fedele al suo motto “Se non c’è rischio, non c’è divertimento”, Chicherit era stato protagonista di un’altra impresa folle: sempre con una Mini appositamente modificata aveva affrontato una rampa e compiuto un’evoluzione a 360° in aria prima di atterrare sul pendio innevato in mezzo al tripudio del pubblico. Imprese di questo genere necessitano di tantissima preparazione ma anche di un pizzico di follia di cui il pilota francese è certamente dotato e al netto delle polemiche di cui ogni impresa di questo genere è correlata, facciamo di cuore un grande in bocca al lupo al pilota e ci auguriamo di vederlo presto in pista.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!