Iscriviti

Giro d’Italia: presentate le tappe della Corsa Rosa 2022

Presentato ufficialmente il percorso del Giro d'Italia numero 105. Si parte da Budapest il 6 maggio e si arriva, dopo 3410 km e 51.000 m di dislivello, a Verona.

Altri sport
Pubblicato il 13 novembre 2021, alle ore 11:54

Mi piace
2
0
Giro d’Italia: presentate le tappe della Corsa Rosa 2022

Il percorso

In questi giorni è stato presentato, a tappe, il percorso del Giro d’Italia 2022, per la sua 105^ edizione.

L’Ungheria ospiterà la Grande Partenza da Budapest il 6 maggio, con una tappa adatta ai velocisti che arriverà, dopo 195 km, al castello reale di Visegrád, dove verrà assegnata la prima Maglia Rosa della corsa. A seguire una cronometro individuale in un circuito cittadino nella capitale Ungherese e un’altra tappa pianeggiante adatta ad un arrivo in volata a gruppo compatto.

Dopo una giornata di riposo impiegata per il trasferimento, si ripartirà il 10 maggio da Avola per la prima tappa in terra italiana, nonchè prima tappa di montagna, con arrivo al rifugio Sapienza sull’Etna dopo una salita di 25 km al 5,6%. A seguire, due tappe veloci: Catania-Messina e Palmi-Scalea. La tappa numero 7 vedrà la partenza da Diamante e l’arrivo a Potenza, dopo 198 km e un percorso molto mosso con un grande dislivello. La tappa successiva vedrà come protagonista la città di Napoli (partenza e arrivo), assente da nove anni, e un circuito collinare da percorrere per cinque volte.

Tappa appenninica di grande difficoltà la numero 9, con partenza da Isernia: alla grande bellezza dei parchi nazionali d’Abruzzo e della Maiella si aggiungerà, dopo 187 km di corsa e quasi 5000 m di dislivello, l’arrivo sul Blockhaus: verranno affrontati 14 km di salita con una pendenza media dell’8,4% ma con punte a doppia cifra.

Nuova giornata di riposo, si riparte il 17 maggio da Pescara con la 10^ tappa: prima parte pianeggiante lungo la costa, seconda parte ondulata fino all’arrivo a Jesi. A seguire, una tappa completamente piatta di 201 km, la più lunga del giro: si partirà da Santarcangelo di Romagna e si arriverà a Reggio Emilia. Ci si sposterà così ad ovest della Penisola con una tappa mossa adatta alle fughe che partirà da Parma, proseguendo con un’ascesa costante fino a Passo del Bosco; dopo una discesa di qualche km inizia uno sali-scendi fino al Monte Becco, salita nuova per il Giro, per arrivare poi a Genova. La Liguria vedrà anche la partenza della 13^ tappa, Sanremo; si arriverà a Cuneo dopo un percorso relativamente breve di 157 km. A questa seguirà un’altra tappa breve di 153 km, dove però solo i primi 10 km dopo Santena faranno respirare gli atleti: seguirà, infatti, un intenso sali-scendi in cui Colle della Maddalena verrà affrontato tre volte e Bric del Duca (nei pressi della basilica di Superga) due, con arrivo a Torino.

Seguiranno tre tappe di montagna. La tappa numero 15 partirà da Rivarolo Canavese e arriverà a Cogne, dopo tre salite non troppo pendenti ma molto lunghe (l’ultima, che porterà all’arrivo, è lunga 22 km); la 16^ tappa prenderà il via il 24 maggio, dopo l’ultima giornata di riposo: partendo da Salò gli atleti affronteranno, in 200 km, 5440 m di dislivello lungo le salite di Goletto di Cadino, Mortirolo, Teglio e Santa Cristina, per arrivare poi ad Aprica; la tappa 17 prenderà il via da Ponte di Legno, salendo subito verso il Passo del Tonale, per poi scendere e, a metà percorso, ricominciare a salire fino al Passo del Vetriolo e Monte Rovere, arrivando poi a Lavarone. Ci si sposterà così nuovamente verso est.

Ultima tappa adatta alle ruote veloci quella che partirà da Borgo Valsugana: leggermente mossa verso metà corsa, ma con un arrivo che sicuramente ci riserverà una bella volata a Treviso dopo un breve circuito.

Si arriverà poi in Friuli con l’ultima tappa mossa il 27 maggio: partenza da Marano Lagunare con una lenta ascesa fino a metà corsa, dove gli atleti scaleranno il Passo di Tanamea e sconfineranno in Slovenia, dove affronteranno il monte Kolovrat prima di scendere verso Cividale del Friuli e raggiungere l’arrivo a Castelmonte. A questa, seguirà il tappone dolomitico con partenza da Belluno: dopo circa 60 km quasi in costante ascesa, verranno affrontate le tre salite finali: Passo di San Pellegrino, Passo Pordoi (Cima Coppi 2022), Passo Fedaia (dove sarà posto l’arrivo).

Infine, il Grande Arrivo: la cronometro individuale a Verona sul Circuito delle Torricelle percorso in senso antiorario, con la salita intermedia ai 17 km di gara. L’arrivo nell’arena di Verona incoronerà il re di questo Giro d’Italia.

Le tappe

  • Tappa 01 – 6 maggio Budapest – Visegrád 195 km
  • Tappa 02 – 7 maggio Budapest – Budapest 9,2 km
  • Tappa 03 – 8 maggio Kaposvár – Balatonfüred 201 km
  • 9 maggio trasferimento
  • Tappa 04 – 10 maggio Avola – Etna 166 km
  • Tappa 05 – 11 maggio Catania – Messina 172 km
  • Tappa 06 – 12 maggio Palmi – Scalea 192 km
  • Tappa 07 – 13 maggio Diamante – Potenza 198 km
  • Tappa 08 – 14 maggio Napoli – Napoli 149 km
  • Tappa 09 – 15 maggio Isernia – Blockhaus 187 km
  • 16 maggio Riposo
  • Tappa 10 – 17 maggio Pescara – Jesi 194 km
  • Tappa 11 – 18 maggio Santarcangelo di Romagna – Reggio Emilia 201 km
  • Tappa 12 – 19 maggio Parma – Genova 186 km
  • Tappa 13 – 20 maggio Sanremo – Cuneo 157 km
  • Tappa 14 – 21 maggio Santena – Torino 153 km
  • Tappa 15 – 22 maggio Rivarolo Canavese – Cogne 177 km
  • 23 maggio Riposo
  • Tappa 16 – 24 maggio Salò – Aprica 200 km
  • Tappa 17 – 25 maggio Ponte di Legno – Lavarone 165 km
  • Tappa 18 – 26 maggio Borgo Valsugana – Treviso 146 km
  • Tappa 19 – 27 maggio Marano Lagunare – Santuario di Castelmonte 178 km
  • Tappa 20 – 28 maggio Belluno – Passo Fedaia 167 km
  • Tappa 21 – 29 maggio Verona – Verona 17 km
Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Jessica Mirino

Jessica Mirino - Il Giro d'Italia riesce da sempre ad emozionare tutti, appassionati e non. Quello del 2022 sarà un percorso ricco di salite, infatti anche le tappe mosse metteranno duramente alla prova gli atleti, quindi sono sicura che tutti gli attacchi che ci saranno faranno saltare sul divano di casa più di qualcuno. Con un Giro così duro, lo spettacolo sarà assicurato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!