Iscriviti

Formula 1: in Russia la pole è sempre di Hamilton

Nulla di nuovo nel circus di Formula 1: anche a Sochi, il dominatore delle qualifiche è l'inglese Hamilton, che precede Rosberg e Bottas. Solo ottavo Alonso sempre più lontano dalla Ferrari

Altri sport
Pubblicato il 12 ottobre 2014, alle ore 09:18

Mi piace
0
0
Formula 1: in Russia la pole è sempre di Hamilton

Weekend di Gran Premio di Formula 1 quello in arrivo e come ogni sabato ecco le prove ufficiali. Questa volta però la novità è che siamo in Russia, a Sochi, la stessa città che ha ospitato le ultime Olimpiadi Invernali e a poche centinaia di chilometri dal confine Ucraino da cui ancora provengono venti di guerra. A questa situazione già tesa si aggiunge il breve intervallo di tempo che ci separa dal weekend scorso, in Giappone, dove il francese Bianchi della Marussia ha subito un gravissimo incidente e per questo sta lottando ancora tra la vita e la morte in un ospedale nipponico.

Nonostante questo clima, le forze in campo e gli equilibri sportivi non mutano di molto: è il solito Lewis Hamilton su Mercedes il più veloce in pista. L’inglese ferma il cronometro su un tempo di 1 minuto 35 secondi e 513 millesimi di secondo. Questo crono gli conferisce la 38ma pole position in carriera, la settima stagionale e la prima in assoluto su questo circuito nuovo di zecca. A due decimi il compagno di squadra e rivale nel mondiale, Nico Rosberg, mentre per il terzo gradino del podio c’è la sorpresa Williams di Bottas con un brivido nel giro finale che lo ha portato un po’ largo e fuori pista.

Per quanto riguarda la Ferrari, solo ottavo posto per il due volte campione del mondo e quasi ex Ferrarista Fernando Alonso che si ferma nel Q3 con un tempo di 1 minuto 39 secondi e 709 millesimi. Ben un secondo e due decimi più lento del pilota inglese. Alonso non si spiega il ritardo dicendo che la macchina va bene ma si rende anche conto che la Ferrari perde in tutti e tre i settori del nuovissimo circuito sulle sponde del Mar Nero.

Per quanto riguarda Raikkonen invece, anche lui incolore e soltanto nono posto a 7 centesimi da Alonso. Sorpresa invece per l’eliminazione durante il primo set di qualifiche di Felipe Massa con l’altra velocissima Williams e ancor più strana l’esclusione in Q2 dell’ex campione del mondo Sebastian Vettel su Red Bull.

Domani la gara sembra segnata, con il solito dominio Mercedes, ma incidenti, meteo e safety car varie potrebbero cambiare, sul circuito scintillante dei colori rosso blu e bianco della Russia, un pronostico che pare segnato.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!