Iscriviti

F1, Gp Germania: vince Sebastian Vettel, Alonso 4°

Il tedesco della Red Bull trionfa nel Gran Premio del Nurburgring davanti alle Lotus di Raikkonen e Grosjean. Al pit stop Webber perde un pneumatico che colpisce un cameraman

Altri sport
Pubblicato il 8 luglio 2013, alle ore 13:34

Mi piace
0
0
F1, Gp Germania: vince Sebastian Vettel, Alonso 4°

Sebastian Vettel vince il Gran Premio di Germania 2013 sul circuito del Nurburgring dopo una gara tiratissima che lo ha visto costantemente tallonato dalle due Lotus di Romain Grosjean prima e Kimi Raikkonen poi.

Il tedesco parte a razzo scavalcando Lewis Hamilton che partiva dalla pole, mentre il suo compagno di scuderia Mark Webber sfila secondo all’esterno della prima curva, seguito dalle Lotus di Romain Grosjean e Kimi Raikkonen.

Dietro le Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa, con il brasiliano che però all’inizio del 4° giro va stranamente in testacoda in fondo al rettilineo, ritirandosi.

All’ottavo giro va in scena quella che poteva essere una tragedia: Mark Webber, in quel momento secondo dietro al compagno di squadra, rientra ai box per il cambio gomme, ma i meccanici sbagliano a montargli la ruota posteriore sinistra, che si stacca nella corsia dei box e va a colpire un cameraman, Paul Allen. Fortunatamente l’operatore, subito soccorso, è sempre rimasto cosciente ed è stato trasportato all’ospedale di Coblenza dove è in osservazione: la BBC ha riferito che accusa dolore al petto e ha alcune contusioni.

Sebastian Vettel torna al comando al 14° giro, quando finalmente si ferma il francese Grosjean. Intanto Raikkonen supera Hamilton al 17° giro e Alonso prova a fare lo stesso, senza però trovare un varco. Il duello tra Lewis e Fernando dura quattro giri, finché l’inglese non si ferma per la seconda sosta.

A quel punto Alonso si ritrova a 19”4 dal leader Vettel, ma ci pensa il destino ad aiutarlo. Infatti al 24° giro rientra in pista la Safety car perchè Jules Bianchi, dopo aver parcheggiato la sua Marussia sul prato a causa dell’esplosione del motore si dimentica di mettere il freno e la macchina inizia a scivolare all’indietro attraversando tutta la pista e mettendo in grande pericolo i suoi colleghi.

Ma Sebastian Vettel alla fine è stato più forte anche della sorte che un paio di volte gli ha annullato il vantaggio conquistato a fatica in pista e ha preceduto sul traguardo un Kimi Raikkonen, in furiosa rimonta negli ultimi due giri, mentre sul terzo gradino del podio finisce l’altra Lotus di Romain Grosjean, che a cinque giri dalla fine ha dato strada al finlandese.
La Ferrari quindi si è dovuta arrendere, ma la cosa peggiore è che ora con 157 punti, il campione del mondo in carica allunga su Alonso, secondo a quota 133, e su Raikkonen, terzo a 116.

Stefano Domenicali, team principal della Ferrari analizza così la gara: “Oggi non avevamo il passo per contrastare chi era davanti e ci siamo dovuti difendere, non è certo il risultato che volevamo. Non è stato un bel weekend, ma ora dobbiamo andare avanti e capire come mai in gara non siamo stati competitivi come al solito”.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!