Iscriviti

Cazzaniga raggirato da una fidanzata "inesistente" per 15 anni: il caso affidato alla magistratura

Il pallavolista Cazzaniga è stato truffato per 15 anni, credendo di portare avanti una relazione con la fantomatica Maya, spendendo per i suoi finti problemi di salute e per farle regali ingenti somme di denaro, per un totale di 700 mila euro.

Altri sport
Pubblicato il 26 novembre 2021, alle ore 11:47

Mi piace
0
0
Cazzaniga raggirato da una fidanzata "inesistente" per 15 anni: il caso affidato alla magistratura

Roberto Cazzaniga è stato truffato per 15 anni e la sua storia è stata raccontata nel corso della puntata de “Le Iene” del 23 novembre. Cazzaniga ha giocato per molti anni tra Superlega e A2, oltre ad aver indossato la maglia della Nazionale con la quale ha vinto l’oro ai Giochi del Mediterraneo del 2009, mentre oggi milita in serie B a Gioia del Colle, in Puglia. 

E’ iniziato tutto nel 2008. quando il pallavolista, nato a Milano nel 1979, ha conosciuto online una ragazza di nome Maya, presunta modella brasiliana che si presenta sui social con le foto della famosa Alessandra Ambrosio, modella di fama mondiale nonché angelo di Victoria’s Secret per diversi anni, senza mai incontrarla. La sedicente Maya gli era stata presentata telefonicamente da un’amica in comune, di nome Manuela.

Il raggiro 

Il pallavolista prosegue la conoscenza di Maya e arriva ad innamorarsene perdutamente. Le fa regali, anche costosi, come un’auto. E le dà soldi, tanti soldi. Centinaia di migliaia di euro, senza mai incontrarla e senza avere il minimo sospetto sulla reale esistenza di Maya. Spinto da amici e parenti, Cazzaniga dopo 15 anni di “relazione” si rivolge alla trasmissione tv Le Iene e sporge denuncia alla Guardia di finanza.

La scoperta è terribile: Maya non solo non esiste, ma Roberto Cazzaniga è vittima anche di un raggiro da parte di un’amica e del suo fidanzato. I bonifici del pallavolista, con cui la “fidanzata” sosteneva di doversi pagare cure sanitarie per problemi di salute, non arrivavano a Maya, ma a Valeria, una donna che vive in Sardegna, che ha prosciugato il conto corrente dell’ “innamorato”. Ora la giustizia farà il suo corso e ad occuparsi di questa vicenda sarà la magistratura.

Il racconto del fratello di Roberto Cazzaniga

 Danilo, il fratello del pallavolista, ha raccontato: “Un giorno lui era su in camera, al buio. Lo vedo piangere, gli chiedo cosa abbia e mi dice che si è innamorato ma questa donna è in terapia intensiva per un’operazione al cuore e non può avvicinarsi all’ospedale perché si arrabbierebbe”. Operazioni e interventi per i quali Cazzaniga ha speso ingenti somme di denaro, per un totale di 700 mila euro tramite bonifici, tanto che lo sportivo è arrivato a chiedere dei prestiti per aiutare la fantomatica fidanzata virtuale. 

Il programma ha anche raggiunto la signora Valeria che, dapprima ha negato tutto, poi ha detto: “Mi stai rompendo il ca**o. Io sono Valeria e sono stata un’amica di Maya per molto tempo, l’ho conosciuta nel periodo in cui ho conosciuto Manuela. La postepay è la mia”. “E allora per quali motivi Maya si fa mandare i soldi sulla tua postepay?”, ha chiesto l’inviato. Silenzio. Poi Valeria ha detto: “Tanto qualunque cosa io ti dica, penso che tu non mi creda”. Infine, al telefono con Roberto: “Ci son dentro con tutte le scarpe. Come faccio a spiegartelo?”. “Ho tanti debiti, non è facile risvegliarsi da un coma”, ha commentato lo sportivo in lacrime.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Un raggiro che il pallavolista non meritava, davvero crudele, perpetrato per 15 lunghi anni, approfittando del sentimento sincero e della bontà d'animo di Cazzaniga. Mi auguro che la magistratura vada a fondo, riuscendo a smascherare tutti coloro che sono stati responsabili di una mega truffa che ha distrutto psicologicamente ed economicamente il pallavolista.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!