Iscriviti

Andy Murray annuncia il suo ritiro in lacrime: "Ho troppo dolore, non posso andare avanti così"

Il britannico Andy Murray, perseguitato dal suo infortunio, ha annunciato il suo ritiro dal tennis in una conferenza stampa a Melbourne, prima dell'inizi dell'Australian Open

Altri sport
Pubblicato il 12 gennaio 2019, alle ore 15:28

Mi piace
2
0
Andy Murray annuncia il suo ritiro in lacrime: "Ho troppo dolore, non posso andare avanti così"

Il britannico Andy Murray ha annunciato il suo ritiro dal tennis in una conferenza stampa a Melbourne, alla vigilia dell’inizio dell’Australian Open, che è il primo dei quattro tornei del Grande Slam, seguito dall’Open di Francia, dal Torneo di Wimbledon e infine dall’U.S. Open.

Le parole, riportate da “Ubitennis“, mostrano tutta la sofferenza di Andy Murray: “Non sto bene, ovviamente. Sto lottando con il dolore da molto tempo, probabilmente venti mesi, ed è abbastanza. Ho fatto tutto quello che potevo per provare a stare meglio ma non ha funzionato. […] Non voglio continuare così”.

Nella stessa conferenza stampa rivela che farà in modo di arrivare in forma per il torneo di Wimbledon. Tuttavia, non esclude la possibilità che l’Australian Open – per lui – possa essere l’ultimo torneo: “Questo potrebbe essere il mio ultimo torneo. Esiste questa possibilità. Non sono sicuro di poter continuare a giocare con il dolore per altri quattro o cinque mesi. […] Ho giocato con il dolore all’anca destra per tanti anni”.

La carriera di Andy Murray

Andy Murray è stato uno dei tennisti più forti di questa generazione, riuscendo a vincere due dei quattro “Grande Slam”. Il primo l’ha vinto nel 2012 all’U.S. Open contro Novak Djokovic con il risultato di 3-2 (7-6, 7-5, 2-6, 3-6, 6-2). Detiene anche il record di essere stato l’unico britannico a vincere il torneo di Wimbledon, grazie al suo trionfo nel 2013 sempre contro il serbo. Si è ripetuto nel 2016 vincendo il match contro il canadese Milos Raonic.

In totale Murray ha vinto 45 titoli su 67 finali disputate. Al suo palmares si aggiungono anche 14 Masters 1000, 16 ATP 250 e 9 ATP 500. Il britannico è anche l’unico tennista ad aver vinto 2 medaglie d’oro consecutive nel torneo di singolare delle Olimpiadi, a Londra 2012 e Rio 2016.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - E' sempre un peccato vedere un tennista così vincente ritirarsi. Il problema in sé non è nemmeno il ritiro, ma il modo in cui ha dovuto farlo. Il tennista britannico, fino a quando è rimasto in forma, ha sempre dimostrato che se la poteva giocare contro tutti ed i suoi trionfi, infatti, non sono frutto del caso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!