Iscriviti

Gp Assen: Rossi trionfo da record su Petrucci. Dovizioso leader mondiale

Nel Gran Premio d’Olanda di Moto Gp il pesarese ritorna al successo dopo un digiuno di un anno davanti alla Ducati di Danilo Petrucci e al campione del mondo Marc Marquez. Andrea Dovizioso nuovo leader del mondiale

Motociclismo
Pubblicato il 25 giugno 2017, alle ore 21:09

Mi piace
20
0
Gp Assen: Rossi trionfo da record su Petrucci. Dovizioso leader mondiale
Pubblicità

Una giornata all’insegna del tricolore quella vissuta sul circuito di Assen per il Gran Premio d’Olanda di Moto GP, ottava prova del mondiale 2017. Trionfa la Yamaha di Valentino Rossi, che al termine di una gara avvincente vince la resistenza della Ducati di Danilo Petrucci. Terzo gradino del podio per il campione del mondo Marc Marquez (Honda). Andrea Dovizioso, finito quinto, approfitta dalla caduta di Maverick Vinales, e balza in testa alla classifica, che vede quattro piloti racchiusi in soli 11 punti.

La gara, nella terra dei tulipani, parte con il francese Johann Zarco (Yamaha) in pole position, davanti a Marquez, Petrucci e Rossi. All’undicesimo giro inizia lo show di Valentino Rossi che supera in sequenza Marquez e Zarco, prendendosi la testa della gara. Poco dopo il francese tocca la moto del pesarese rischiando la caduta per entrambi. Caduta che invece capita alla Yamaha di Maverick Vinales che finisce anzitempo la gara.

Nel finale arrivano alcune gocce di pioggia che favoriscono l’intraprendenza dei piloti Ducati, Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso, con il primo che va a giocarsi la vittoria con il pesarese. A 4 giri dal termine Petrucci riesce a scavalcare Rossi e va a prendersi il comando della gara, ma il 38enne pilota Yamaha si riprende subito la sua posizione e riesce a tagliare per primo il traguardo davanti al ternano, che a fine gara è apparso abbastanza contrariato per la mancata esposizione della bandiera blu ad alcuni doppiati, che lo avrebbero ostacolato nelle fasi cruciali della gara.

Al terzo posto la spunta Marc Marquez, che resiste al ritorno di Cal Crutchlow (Honda) e Andrea Dovizioso. L’altro azzurro in gara, Andrea Iannone, su Suzuki, conclude solo al nono posto, mentre il campione del mondo 2015, Jorge Lorenzo, finisce addirittura quindicesimo, ad un giro dal dottore.

Nel dopo gara euforico Rossi per il suo successo numero 115, decimo sulla pista olandese. Un successo che, complice la caduta di Vinales, lo rilancia in chiave mondiale, lasciando alle spalle la caduta di Le Mans. Il pesarese ha anche lanciato un frecciatina a Zarco, commentando il contatto tra i due e mostrando il segno della ruota sulla sua tuta: “questa tuta era nuova e doveva durare almeno fino all’Austria. Se non riescono a pulirla gli manderò la fattura a casa.”.

Nel mondiale piloti Dovizioso guida con 115 punti, davanti a Vinales (111), Rossi (108) e Marquez (104). Tra i costruttori in testa la Yamaha con 164 punti davanti a Ducati (142) e Honda (141). Prossima gara tra una settimana in Germania.

Altri video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Costantino Ferrulli - Passano gli anni e Valentino Rossi riesce sempre a regalare emozioni a tutti gli appassionati di motociclismo. Sulla pista di Assen, il dottore ha vinto di forza una gara in un momento cruciale del mondiale, soprattutto dopo le ultime prove sicuramente non esaltanti. Le note positive di questa gara sono anche i risultati delle due Ducati, con Andrea Dovizioso che comanda il mondiale e Danilo Petrucci, che dopo il terzo posto al Mugello, conquista un secondo posto e può pensare ad ottenere nelle prossime gare quel successo che oggi gli è sfuggito per aver incontrato un Rossi determinato a non mollare nulla.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!