Iscriviti

Galliani – Berlusconi un divorzio preannunciato

Dopo anni di successi e di continua collaborazione è ufficiale il divorzio tra Galliani e Berlusconi. "Continuerò ad andare allo stadio e a tifare Milan", afferma Galliani. Che ne sarà del suo futuro?

Calcio
Pubblicato il 28 ottobre 2016, alle ore 16:55

Mi piace
9
1
Galliani – Berlusconi un divorzio preannunciato
Pubblicità

Sono quasi 40 anni – 37 per la precisione – che quando viene pronunciato il nome di Galliani automaticamte viene associato quello di Silvio Berlusconi. Tutti i successi (e le sconfitte) di Berlusconi, riguardanti Milan e Fininvest, portano la firma di Adriano Galliani.

Come tutti i rapporti d’amore, anche  in questo caso – dal punto di vista lavorativo – si sono vissuti momenti di alti e bassi, momenti di gloria e momenti di sconfitte. Da diverso tempo si parla di un’ipotesi di probabile divorzio tra Galliani e Berlusconi ed oggi sembra che tale ipotesi si stia concretizzando.

Attualmente – Galliani – è ancora AD del Milan, ma dopo l’ascesa dei cinesi, sarà sostituito molto presto da Marco Fassone e, sembra che proprio per questo motivo, abbia deciso di risolvere anche il rapporto che lo lega con la Fininvest sino al 2019.

Per quanto riguarda il rapporto di amicizia con Berlusconi, non cambia nulla” – afferma Galliani – non se la sente di ricoprire altri ruoli che non riguardano il suo amato Milan (come biasimarlo?! Da oltre 30 è stata la sua passione-lavoro), infatti continuerà ad andare allo stadio e a tifare sempre per i colori rossoneri garantendo “le sue performance”, l’unica differenza è che i futuri successi – se ci saranno – non porteranno più la sua firma

Questo vuol dire che per l’AD del Milan – ormai possiamo dire ex AD del Milan – si aprono nuove prospettive  , è sicuro che non andra mai in un altro club, la via più probabile è quella di occupare un posto all’interno della Lega Calcio e questa non sarebbe una novità, visto che ha già occupato il ruolo di Presidente nel periodo che va dal 2002 al 2006 e oltretutto il suo volto potrebbe essere utile al calcio italiano in quanto grazie ai suoi successi internazionali – ricordiamo che tra il 1987 ed il 2009 il suo Milan ha vinto 5 Champions League e 3 trionfi tra Intercontinentali e Mondiale per club – è sicuramente “uno conosciuto” e ben visto.

Galliani, con i suoi 72 anni, inizierà una nuova avventura e, sicuramente, sentiremo parlare ancora di lui e dei suoi successi.

Altri video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Francesco Pezzuto - In un rapporto di lavoro, affinchè si possano raggiungere risultati soddisfacenti, credo che la fiducia e la complicità sia fondamentale, quando anche uno di questi elementi viene a mancare conviene "tagliare subito" per evitare di avere delusioni o risultati non soddisfacenti. Con l'avvento dei cinesi e la sortita di Berlusconi viene a mancare uno di questi pilastri e Galliani, dal mio punto di vista, ha fatto una scelta saggia. Pur non essendo io, un tifoso Milanista, è doveroso un ringraziamento in quanto grazie alle sue "intuizioni", il calcio italiano tutto, ha vissuto momenti (forse) irripetibili

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!