Iscriviti

NBA, lunedì 27 marzo 2017: sei partite, gli Spurs soverchiano i Cavs

I San Antonio Spurs hanno la meglio sui Cleveland Cavaliers, in crisi d'identità totale: oramai il primo posto è alla portata dei Celtics, mentre gli Spurs sperano di rimontare sui Golden State Warriors.

Basket
Pubblicato il 28 marzo 2017, alle ore 14:47

Mi piace
6
0
NBA, lunedì 27 marzo 2017: sei partite, gli Spurs soverchiano i Cavs
Pubblicità

Nella notte della NBA di lunedì 27 marzo 2017 si sono disputate sei partite. I San Antonio Spurs soverchiano i Cleveland Cavaliers con il punteggio di 103 a 74: per gli Spurs è una grande vittoria, ottenuta con un dominio pressoché totale in tutti i fondamentali.

I Cavaliers stanno affondando in classifica ed ora i Boston Celtics sono al primo posto della Eastern Conference, per demerito proprio dei Cavs che hanno vinto solamente cinque delle ultime dieci partite. Nei San Antonio Spurs bella prova di Kawhi Leonard che mette a referto 25 punti, 6 assist e 6 rimbalzi mentre, nei Cleveland Cavaliers, LeBron James è come sempre l’unico a salvarsi, segnando 17 punti, 8 rimbalzi e 8 assist.

Gli Oklahoma City Thunder vincono di misura per 92 a 91 contro i Dallas Mavericks e tolgono così ai padroni di casa la speranza di raggiungere un posto nei prossimi playoff. Negli Oklahoma City Thunder, Russell Westbrook mette a segno la 37esima tripla doppia stagionale, condendola con 37 punti, 13 rimbalzi e 10 assist, mentre il migliore dei Dallas Mavericks è Nerlens Noel, con 15 punti e 8 rimbalzi.

I Toronto Raptors sconfiggono i prorompenti – almeno in questo periodo – Orlando Magic per 131 a 112 in una partita dall’alto livello spettacolare. I Toronto Raptors vincono grazie ad un punteggio sempre alto e controllato da parte loro con DeMar DeRozan che segna 36 punti e 3 rimbalzi mentre, nei Magic, Elfryd Payton mette a segno 22 punti e 9 assist.

Gli Utah Jazz battono i New Orleans Pelicans per 108 a 100 e trionfano in una gara combattutissima, dove i Jazz non sono mai stati sicuri di portarsi a casa il successo. Contano molto per Utah i 20 punti e 19 rimbalzi di Rudy Gobert mentre, nei Pelicans, Anthony Davis segna 36 punti, 17 rimbalzi e 3 assist.

I Sacramento Kings sconfiggono di un punto i Memphis Grizzlies per 91 a 90: il migliore per i Kings è Darren Collison, con 23 punti, 7 assist e 4 rimbalzi, per i Grizzlies, invece, Mike Conley marca 22 punti, 9 rimbalzi, 3 assist.

I New York Knicks, infine, battono i Detroit Pistons per 109 a 95: per i Knicks, Kristaps Porzingis segna 25 punti, 8 rimbalzi e 3 assist, nei Pistons, invece, Marcus Morris segna 20 punti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Claudio Bosisio - I Cleveland Cavaliers sono stati raggiunti in classifica dai Boston Celtics: nessuno si aspettava ciò fino ad un mese fa, ma il grande stato di forma dei Celtics, abbinato allo scarso rendimento dei Cavs, ha portato a questo ribaltamento di classifica. Se i Celtics conquistassero il primo posto della Eastern Conference, per loro sarebbe un notevole vantaggio giocarsi tutti i playoff prima della finale NBA davanti al pubblico e premierebbe il grande lavoro di crescita posto dal coach Brad Stevens, in una squadra che fino a due anni fa tutti davano per 'morta' dopo la cessione di Rajon Rondo: l'esplosione di Isaiah Thomas, invece, ha dato slancio alla squadra in verde.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!