Iscriviti

Giro d’Italia: show di Nibali, corsa riaperta

Nella 16esima tappa grande prestazione del messinese che vince la frazione davanti a Mikel Landa Meana. Quintana perde 18”. Dumoulin resiste in rosa nonostante la dissenteria

Altri sport
Pubblicato il 23 maggio 2017, alle ore 23:23

Mi piace
26
0
Giro d’Italia: show di Nibali, corsa riaperta
Pubblicità

La prima tappa alpina regala emozioni in questo centesimo Giro d’Italia, rimettendo tutto in discussione per la vittoria finale. Protagonista assoluto di giornata Vincenzo Nibali, che attacca in salita e in discesa e vince la prima tappa per i colori azzurri in questa edizione della corsa rosa.

Una tappa che resterà negli annali quella che ha portato i corridori da Rovetta a Bormio per 222 km con le terribili salite del Mortirolo, dello Stelvio (Cima Coppi) e dell’Umbrailpass. Gara partita subito a tutta con la prima ora corsa ad oltre 50 km/h.

Sul Mortirolo passa per primo lo spagnolo Luis Leon Sanchez, corridore dell’Astana, la squadra di Michele Scarponi, a cui è stata dedicata questa salita. Sullo Stelvio, Cima Coppi di questa edizione del Giro si vede Mikel Landa Meana, che dopo la caduta nella nona tappa e il notevole ritardo in classifica, cerca un successo di tappa. Il corridore Sky transita per primo anche sull’ultima salita di questa frazione, l’Umbrailpass, conquistando i punti necessari per indossare la maglia azzurra di leader degli scalatori.

Ma è alle spalle dei fuggitivi che succede di tutto. La maglia rosa Tom Dumoulin, all’improvviso si ferma, si denuda e va espletare i suoi bisogni, a seguito di un fortissimo attacco di dissenteria. Riparte con un minuto e mezzo di ritardo dal gruppo dei big. Mentre l’olandese cerca di ricucire lo strappo, va in scena il Nibali show.

Il messinese sulle rampe dell’Umbrailpass fa selezione, con i soli Quintana, Pozzovivo e Zakarin che restano a ruota. In discesa lo squalo dello stretto stacca i suoi avversari e raggiunge lo spagnolo Mikel Landa Meana, rimasto solo in testa. Sul traguardo di Bormio il guizzo in volata di Nibali che anticipa Landa Meana, e conquista il primo successo italiano in questa edizione del Giro.

Nairo Quintana arriva terzo a 12” da Nibali, che diventano 18” per via degli abbuoni. Domenico Pozzovivo è quarto a 24”, davanti a Ilnur Zakarin a 34”. Dumoulin chiude tredicesimo a 2’18” da Nibali, ma conserva la maglia rosa.

La nuova classifica generale vede Tom Dumoulin con 31” su Quintana e 1’12” su Nibali. Domani altra tappa impegnativa da Tirano a Canazei (Val di Fassa) di 219 km con le ascese dell’Aprica e del passo del Tonale. Finale dopo un lungo falsopiano.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Costantino Ferrulli - Dopo le tappe del Blockhaus e di Oropa molti avevano criticato Vincenzo Nibali, che non era riuscito a restare a ruota di Nairo Quintana. Il messinese ha messo tutti a tacere con una prova straordinaria, attaccando in salita e in discesa e andando a vincere la tappa, ma soprattutto riaprendo i giochi per la vittoria finale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!