Iscriviti

Un sub filippino fa un’escursione sott’acqua. Poco dopo riprende un terribile terremoto di magnitudo 5.7

Si trovava sott'acqua e stava riprendendo il fondale quando un terremoto di magnitudo 5.7 ha scosso il fondale. Le immagini che riprende lasciano tutti senza parole.

Video incredibili
Pubblicato il 13 aprile 2017, alle ore 14:16

Mi piace
1
0
Un sub filippino fa un’escursione sott’acqua. Poco dopo riprende un terribile terremoto di magnitudo 5.7

Il terremoto è un evento naturale che spaventa tutti, un’esperienza che nessuno si augura di vivere in prima persona, soprattutto quando la sua intensità è tale da provocare distruzione e tante vittime come quelle che vi sono recentemente state nel centro italia per il sisma che ha colpito Amatrice ed i paesi vicini.

Ma vi siete mai chiesti cosa accade sott’acqua, nei mari e negli oceani, durante un terremoto? Cosa accade al fondale durante un sisma?

A queste domande possiamo dare una risposta grazie al video girato da un filippino appassionato di escursioni subacquee, Jan Paul Rodriguez, che proprio durante una delle sue ultime escursioni ha ripreso con la sua videocamera una scena davvero apocalittica.

Mentre si trovava sott’acqua ha ripreso il momento in cui un sisma di 5.7° di magnitudo ha scosso la città di Mabini, nella provincia filippina di Batangas. La scena che si è manifestata davanti ai suoi occhi è incredibile e nemmeno lui ed i suoi amici in un primo momento avevano capito di cosa si trattasse.

Le immagini ci mostrano il fondale che trema e la sabbia che si solleva in modo uniforme rendendo l’acqua più torbida. Un momento di panico che è stato però gestito alla perfezione da questo sub e dai suoi colleghi che sono riusciti a portare a casa un filmato raro e prezioso.

Altrettanto interessante sarà vedere come i grattacieli giapponesi resistono a violenti terremoti. si tratta di strutture concepite e progettate proprio per resistere a calamità violente salvaguardando la vita di chi si trova al suo interno.

Il modo in cui questi grattacieli oscillano, però, non potrà che togliervi il fiato e vi farà comprendere quanto la tecnologia giapponese sia molto più avanzata di quella italiana, almeno dal punto di vista edilizio.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!