Iscriviti

Napoli, offesi stranieri sul treno. Una passeggera: “Ti scasso l’ombrellone in testa. Non sei razzista, sei str…”

Ennesimo episodio di razzismo, questa volta è successo a Napoli. È intervenuta una donna a difendere i pakistani.

Video incredibili
Pubblicato il 4 novembre 2018, alle ore 09:29

Mi piace
0
0
Napoli, offesi stranieri sul treno. Una passeggera: “Ti scasso l’ombrellone in testa. Non sei razzista, sei str…”

Una furiosa lite tra un ragazzo e una donna, l’ennesimo episodio di razzismo è successo sul treno della Circumvesuviana di Napoli. Un ragazzo stava offendendo dei pakistani che, in maniera molto educata, non hanno voluto reagire ma, in compenso, sono stati difesi da una passeggera.

La donna intraprende una discussione con il giovane che urla: “l’Italia è nostra” e “sì, io sono razzista” ma la donna, per nulla intimorita, gli dice: “No tu non sei razzista, sei stronzo”.

È stato diffuso il video che riprende la scena, a pubblicarlo è stato un utente che ha voluto raccontare quello che è successo sul treno sul suo profilo Facebook: “Sul treno della Circumvesuviana di Napoli un ragazzo offende dei pakistani (tra l’altro molto pacifici) e a un certo punto una signora non ce la fa più e reagisce dicendogli ‘preferisco che l’Italia diventi loro piuttosto che dei personaggi come te, fascista e razzista’”.

Nel video, però, non si vede la scena in cui il ragazzo la minaccia ed è in procinto di sferrargli un pugno, l’utente ha scritto che la coraggiosa donna, gli ha detto: “come ti vedo alzare le mani ti scasso l’ombrellone in testa”.

A quel punto, il ragazzo si allontana e si ferma davanti alla porta di uscita. Arrivata alla sua fermata, la donna, si avvicina alla porta di uscita, proprio dove si trova il ragazzo con cui ha litigato, e viene seguita da uno straniero dell’est europa che ha voluto assicurarsi che non fosse aggredita dal ragazzo mentre scendeva.

L’utente che ha pubblicato il video ci ha tenuto a specificare che il senso del suo post è che “è la maggioranza che fa il carattere di una società, non singole individualità”.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!