Iscriviti

Immerge il cubo di Rubik nell’acetone. Quello che riesce a fare questo comune solvente vi stupirà

Cosa accade se si immerge un normalissimo cubo di Rubik in un recipiente contenente dell'acetone? Ecco il risultato del tutto inaspettato di questo insolito esperimento.

Video incredibili
Pubblicato il 9 maggio 2017, alle ore 08:24

Mi piace
0
0
Immerge il cubo di Rubik nell’acetone. Quello che riesce a fare questo comune solvente vi stupirà

Il cubo di Rubik è uno dei giochi più famosi a livello internazionale e che ha fatto impazzire svariate generazioni dietro alle sue facce colorate ed alle tecniche per riuscire a risolvere il grande enigma che sta alla base del gioco stesso.

In questo video vedremo un cubo di Rubik usato però in modo del tutto inaspettato per dare vita ad un esperimento che non potrà che lasciarvi senza parole.

Il cubo di Rubik verrà infatti immerso all’interno di un bicchiere contenente dell’acetone, un liquido incolore ed infiammabile che viene utilizzato come solvente. Per questo motivo è impiegato anche in cosmetica per rimuovere con facilità lo smalto dalle unghie.

Cosa accade, dunque, se immergiamo un normalissimo cubo di Rubik in un recipiente contenente dell’acetone? In questo video possiamo assistere al risultato del tutto inaspettato di questo insolito esperimento.

Oltre al cubo di Rubik, il filmato mostra cosa accade se immergiamo il polistirolo, degli oggetti di plastica o come poter usare l’acetone per incollare e fondere insieme dei lego. Probabilmente molte donne che hanno sempre usato l’acetone non avrebbero mai sospettato che potesse essere un solvente così potente.

Altrettanto interessante sarà vedere quello che un ragazzo realizza semplicemente forando la cover del suo smartphone. La sua idea è davvero geniale e nella vita di tutti i giorni si rivela essere anche molto utile.

Ancora una volta la dimostrazione di quanto a volte basti davvero poco per realizzare oggetti adatti alle nostre esigenze e risolvere dei piccoli problemi quotidiani con un pizzico di fantasia ed appena un po’ di manualità.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!