Iscriviti

Muore a 15 anni il gatto con due facce. La padrona lo salvò dall’eutanasia

L'incredibile gatto è morto dopo una vita piena e ricca di amore grazie alla padrona, che lo ha adottato salvandolo dall'eutanasia. Frankenlouie era entrato nel Guinness dei primati come il gatto Giano più longevo al mondo

Notizie Incredibili
Pubblicato il 7 dicembre 2014, alle ore 16:26

Mi piace
0
0
Muore a 15 anni il gatto con due facce. La padrona lo salvò dall’eutanasia

Frankenlouie, il gatto nato con due facce, due bocche, due nasi e tre occhi blu e diventato famoso grazie al suo aspetto unico, è morto all’età di 15 anni. Il bizzarro animale, chiamato Frankenlouie per dare un nome ad entrambe le facce, Frank e Louie, era un gatto Giano, così chiamati per il Dio romano solitamente ritratto con due facce.

La padrona dell’animale, Martha ‘Marty’ Stevens, ha affermato che i veterinari ritengono che la causa della morte del gatto sia stato il cancro. L’animale aveva iniziato a stare male a fine Novembre, intorno al periodo del giorno del Ringraziamento. La donna ha portato l’animale in una clinica universitaria di Grafton, nel Massachusetts, dove le hanno confermato che il gatto stava soffrendo molto.

Frank e Louie è entrato nell’edizione del 2012 del Guinness dei Primati Mondiali come il gatto Giano più longevo al mondo. I gatti di questo tipo raramente sopravvivono, dato che hanno spesso gravi difetti congeniti. Solitamente, la loro vita dura solo pochi giorni.

Era proprio sapendo la breve aspettativa di vita di questo tipo di gatti che un allevatore portò il raro felino da Stevens, una infermiera veterinaria, per una eutanasia a settembre del 1999. La Stevens, pensando che l’animale non sarebbe sopravvissuto lungo, lo portò a casa con sé per prendersi cura di lui.

Lo portrarono in clinica, aveva un solo giorno, per una eutanasia, e mi sono offerta di portarlo a casa per prendermi cura di lui e provare a salvarlo. Mi dissero di non avere troppe speranze, perché solitamente questo tipo di gatti non sopravvive“, raccontò la donna in una intervista per il 12° compleanno dell’animale.

La donna inizò a nutrire il gatto con tubi in entrambe le bocche, scoprendo presto che solo il lato “Frank” era connesso all’esofago. Marty ha affermato che il gatto ha subito mostrato una forte personalità, e che adorava passeggiare nel suo vicinato a North Grafton. “E’ così dolce che di solito conquista tutti“, disse in una intervista con la Telegram-Gazzette nel 2011.

Frankenlouie era un gatto di razza ragdoll, ma era nato come un gatto Giano a causa di un difetto genetico. Anche se era cieco nell’occhio centrale, entrambi gli altri occhi funzionavano correttamente, e anche se aveva due nasi e due bocche, l’animale aveva un solo cervello.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!