Iscriviti

Yamaha e-Vino: ufficiale lo scooter elettrico per la mobilità urbana

In Giappone, ma con buone possibilità d'arrivare anche in Europa, ha appena esordito il nuovo scooter elettrico, in stile Vespa, Yamaha e-Vino che, per performance e autonomia, si candida alla mobilità urbana di studenti e lavoratori.

Moto
Pubblicato il 11 novembre 2020, alle ore 11:56

Mi piace
6
0
Yamaha e-Vino: ufficiale lo scooter elettrico per la mobilità urbana

Avvicinatosi all’elettrico con molta prudenza, il brand nipponico Yamaha, dopo qualche e-bike, la collaborazione con la taiwanese Gogoro, ed alcuni modelli esibiti al Motor Show di Tokio, ha ufficializzato un simpatico scooter elettrico per mobilità urbana, noto come e-Vino.

Con dettagli in giallo Minions, lo scooter e-Vino somiglia a una Vespa, conservando il look vintage anche nel display LCD: quest’ultimo, dalla forma a goccia oblunga, include i dettagli sulla velocità (tachimetro), il livello di carica della batteria, ed avverte mediante l’icona di una tartaruga (quindi con l’invito a rallentare) del fatto che il veicolo sia a corto d’energia.

Di base molto leggero, con i suoi 68 kg, può arrivare anche a 74 kg di peso, qualora si decida di installare non una, ma due batterie gemelle da 500 mAh cadauna: il maggior peso verrà in questo caso compensato dal fatto che l’autonomia di percorrenza, normalmente fissata in 29 km (in condizioni ideali, ovvero a patto che il conducente pesi non oltre i 55 kg e viaggi in media a 30 km/h), raddoppierà sino a raggiungere i 58 km.

Al termine dell’energia, la batteria dell’e-Vino va caricata, in 3 ore (a 100 volt), tramite un apposito alimentatore da parete, magari durante la notte a casa, o durante il giorno in ufficio o a scuola, visto che può essere rimossa e agevolmente (in quanto leggera) trasportata, tramite l’apposita maniglia.  Il motore dello scooter elettrico ha una potenza base di 580W, e consente di raggiungere una velocità massima di 44 km/h: onde agevolare l’utente magari nel salire ripide colline, è disponibile (via pulsante) la modalità Boost che, per 30 secondi, porta la potenza a un picco di 1.200W

Lo scooter elettrico e-Vino di Yamaha, privo di un vano portacasco, il cui spazio è occupato dal comparto batteria, ma con un portaoggetti, è già in commercio, nel mercato interno giapponese, a 259.600 yen (2.089 euro circa): non vi è certezza che arrivi anche altrove sebbene, in tal senso, risulti confortante il fatto che la richiesta di brevetto presentata in Europa nel 2018, sia stata pubblicata qualche giorno fa, precisamente il 4 novembre 2020. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non c'è che dire: carino è carino quest'e-Vino di Yamaha. Sembra quasi un "giocattolo" con quel suo giallo Minions (personaggi richiamati anche dal faro centrale): le prestazioni non sono il massimo, come autonomia, anche se - ricorrendo alla batteria aggiuntiva - qualcosa in tal senso migliora. Il problema è che la stima dei 29 km base si è ottenuta valutando dei parametri molto ottimistici, tra cui il peso del conducente, pari ad appena 55 kg: un utente "normale", che usasse più di una volta la modalità Boost, in sostanza, entro quanto dovrebbe ricaricare l'accumulatore?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!