Iscriviti

Vespa Elettrica, ad Eicma 2017 il mito dello scooter italiano Piaggio si scopre green

Siamo alla vigilia dell'Eicma 2017, la fiera del ciclo e motociclo, e Piaggio ha colto l'occasione per presentare il modello definitivo della Vespa Elettrica che, in predicato d'esser commercializzata nel 2018, potrà essere prenotata dalla prossima primavera.

Moto
Pubblicato il 8 novembre 2017, alle ore 19:11

Mi piace
11
0
Vespa Elettrica, ad Eicma 2017 il mito dello scooter italiano Piaggio si scopre green

All’Eicma 2017, il salone del ciclo e del motociclo che si terrà a Milano (in zona Rho-Fiera) dal 9 al 12 Novembre, tra i sicuri protagonisti della kermesse figurerà – senz’altro – anche lo stand della Piaggio che, per l’occasione, presenterà il modello definitivo, ormai pronto per la commercializzazione, della sua Vespa Elettrica.

La Vespa, prodotta nelle officine Piaggio di Pontedera, in provincia di Pisa, nel ’46 era un veicolo speciale, anche a livello simbolico, visto che rappresentava la voglia dell’Italia, reduce dalle macerie del dopoguerra, di lasciarsi tutto alle spalle, per procedere speditamente verso un futuro migliore. Ancora una volta al medesimo veicolo, diventato nei suoi 70 anni di storia l’icona mondiale dello scooter, spetta il ruolo di spartiacque, per il nostro Paese, almeno per quel che riguarda la tecnologia, e l’ingresso nella mobilità individuale green

La Vespa Elettrica che, a partire da giovedì 9 Novembre si potrà ammirare in quel di Milano, ha un doveroso rispetto verso il passato, visto che questa piccola opera d’arte ripropone le forme storiche della Vespa originale, pur nascondendo un cuore hi-tech: sotto la carrozzeria, infatti, il motore termodinamico è stato sostituito da un silenzioso powertrain elettrico capace di una potenza abituale di 2 kW che, nelle fasi di punta, può raggiungere anche i 4 kW, quanto basta per superare tranquillamente le prestazioni di un cinquantino

L’azienda ha dichiarato, in sede di anteprima, che la Vespa Elettrica sarà decisamente idonea alla mobilità urbana, in ragione della sua autonomia, pari a 100 km (con una carica, da una presa normale, di 4 ore): un valore, quest’ultimo, che può essere addirittura raddoppiato (portandolo a 200 km), qualora si opti per la “versione X“, dotata di un accumulatore suppletivo a supporto del propulsore a zero emissioni, in modo da risparmiarsi il patema di rimanere a piedi sul più bello, concedendosi – magari – anche qualche gita fuori porta. 

Essendo un veicolo del futuro, la Vespa Elettrica Piaggio non mancherà di un infotainment, rappresentato da un display a colori che, grazie alla Vespa Multimedia Platform, permetterà al pilota di controllare la strumentazione (digitale) di bordo, e gli smartphone, notifiche comprese, senza distrarsi troppo dalla guida. Il tutto, prodotto rigorosamente e totalmente in Italia, arriverà su strada entro il 2018, ad un prezzo ancora da definire, calmierato comunque dalla possibilità di effettuare un pagamento rateale: le prenotazioni, manco a dirlo online, si apriranno – invece – in primavera.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Conosco bene la Vespa, visto che mio nonno ne ha avuto, per decenni, uno splendido esemplare bianco con il quale, per molto tempo, ha preso a spostarsi senza il bisogno di ricorrere all'auto, ed alla difficoltà di quest'ultima di trovar parcheggio. Era comoda da cavalcare, e dava l'idea di stabilità: sotto il suo sedile, ci stava veramente di tutto. E che rumore caratteristico che emanava il suo motore: di certo, gran parte di queste emozioni potranno esser rivissute con la Vespa Elettrica, che ne traghetterà il mito - degnamente - nell'era della mobilità ecologica hi-tech.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!