Iscriviti

RMK E2: la moto elettrica con il motore nella ruota posteriore

RMK E2 è una moto elettrica che monta solamente un motore sulla ruota posteriore. Eroga 63 cv di potenza e 320 Nm di coppia. Eccone le caratteristiche principali.

Moto
Pubblicato il 3 febbraio 2019, alle ore 00:56

Mi piace
4
0
RMK E2: la moto elettrica con il motore nella ruota posteriore

RMK, una casa costruttrice finlandese, ha portato a termine un prototipo chiamato E2. Si tratta di una moto elettrica non dotata del mozzo posteriore, che può erogare 67 cv di potenza massima e 320 Nm di coppia per un peso complessivo di 200 kg. La velocità massima che può raggiungere la moto è di 160 km/h.

La moto presenta un passo di 1.600 millimetri, ma tale soluzione non impedirà l’agilità del veicolo, perché il baricentro sarà basso e la moto non sarà dotata di parti rotanti legate al classico motore a combustione interna. Il motore del veicolo è posizionato nella ruota posteriore e ciò consente la riduzione della massa in rotazione. In questo modo, è possibile sostituire la ruota senza particolari difficoltà.

RMK E2: l’autonomia e le caratteristiche tecniche

Stando a quanto riportato dalla RMK, la E2 monterebbe il kit di batterie per motocicli più grande presente sul mercato attuale. In questo modo, l’autonomia garantita è di circa 300 km, che può scendere sui 200, in base allo stile di guida del motociclista. L’unico problema potrebbero rappresentarlo i tempi di ricarica, poiché per caricare l’80% della batteria occorrono 3 ore.

Partendo dal manubrio, la leva destra gestisce il freno anteriore, mentre quella sinistra la frenata rigenerativa, disponibile dalla ruota posteriore. Quest’ultima non è dotata di freno proprio per la rigenerazione in frenata. La posizione può essere settata in base alla regolazione delle pedane: si può assumere una posizione rilassata, o tipica della guida sportiva, estraendo le pedane del passeggero e adeguandosi di conseguenza. 

La strumentazione è integrata nel serbatoio e lo schermo digitale, oltre ad essere grande, è personalizzabile nelle sue funzionalità. La moto costa 24.990 euro, e può essere preordinata versando un anticipo pari a 2.000 euro. Potrebbe essere l’inizio di una nuova tecnologia per ciò che riguarda le moto elettriche.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Una moto molto interessante. Il fatto di non dover montare il freno perché si utilizza il generatore sulla ruota consente di risparmiare un po' di peso, che sommato a quello della batteria, poteva comportare un ulteriore aumento di carico. Certo, 63 cv non sono proprio tantissimi, però si sa che i motori elettrici puntano principalmente sullo sfruttare la massima coppia sin dai bassissimi giri.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!