Iscriviti

Nuova Honda NM4 Vultus, una bella bestia nera

“Vultus” in latino significa “aspetto”, “espressione”, “viso”: la nuova Honda NM4 Vultus si propone con un look inconfondibile, caratterizzato da uno stile futuristico, un frontale con fari a LED e linee da caccia invisibile Stealth

Moto
Pubblicato il 30 marzo 2014, alle ore 12:49

Mi piace
0
0
Nuova Honda NM4 Vultus, una bella bestia nera

L’avvolgente carenatura della nuova Honda NM4 Vultus cela la meccanica della celebre serie Honda NC750. Il motore bicilindrico parallelo da 745 cc ha la bancata inclinata in avanti, per liberare spazio in favore della migliore ergonomia e per abbassare il baricentro in modo da rendere la guida a velocità ridotta ancora più facile. Grazie alla potenza ed alla coppia elevata ai bassi e medi regimi, il motore offre accelerazioni fluide ma grintose e consumi contenuti.

Le qualità dinamiche e la sicurezza di guida della Honda NM4 Vultus sono assicurate dal rigido telaio in acciaio, dalla forcella telescopica con steli da 43 mm, dal monoammortizzatore posteriore con leveraggio progressivo Pro-Link, dai freni a disco di grande diametro con ABS di serie e dalle ruote da 18 e 17 pollici con pneumatici ribassati di larga sezione (con un 200/50 al posteriore).

Stile ed equipaggiamento

La nuova Honda NM4 Vultus ha un aspetto imponente: la sezione trasversale anteriore misura 810 mm, mentre la larghezza tra le estremità degli specchi retrovisori è pari a 933 mm. Bassa e lunga, ha la sella a 650 mm da terra. Le luci sono Full-LED, con un profilo blu che ne definisce il contorno e gli indicatori di direzione anteriori integrati nella carenatura. Ogni dettaglio è dark, con tracce di brillante acciaio posizionato a contrasto.

I vani portaoggetti della Honda NM4 Vultus sono ampi e numerosi, ricavati anteriormente all’interno della carenatura. Quando non viene utilizzata, la sella del passeggero può, inoltre, essere ripiegata e bloccata in posizione verticale, diventando un comodo schienale per il pilota, che si sentirà così completamente inserito nella moto in una posizione simile a quella dei piloti dei caccia militari. Lo schienale può essere regolato su 3 inclinazioni e può scorrere di 25 mm in senso longitudinale, essendo possibile impostarlo su quattro posizioni diverse per ottenere il massimo comfort in relazione alla propria corporatura.

La retroilluminazione del cruscotto completamente digitale cambia colore in base alla modalità di guida selezionata: grigio in N (Neutral, folle), azzurro in D (Drive), fucsia in S (Sport) e rosso in MT (Manual Transmission, manuale). In alternativa il pilota può scegliere, in base alle proprie preferenze, tra altre cinque gamme di colore, per un totale di 25 tonalità diverse. La nuova Honda NM4 Vultus sarà disponibile nella sola colorazione nero opaco.

Cambio sequenziale a doppia frizione (DCT, Dual Clutch Transmission)

Il cambio sequenziale a doppia frizione Honda DCT esalta il piacere di guida della Honda NM4 Vultus perché offre sia le sensazioni di guida tipiche del cambio manuale sia due modalità totalmente automatiche che permettono di guidare pensando solo a gestire la manopola del gas. Il sistema sfrutta due frizioni coassiali: una per le partenze e quindi per la 1^, 3^ e 5^ marcia, l’altra per la 2^, 4^ e 6^ marcia. Preselezionando la marcia successiva tramite la frizione non in uso, il sistema è in grado di innestare elettronicamente ed in modo istantaneo le marce, garantendo così un cambio di rapporto sempre rapido, fluido e senza interruzione dell’erogazione. La gestione elettronica impedisce qualsiasi errore nella gestione delle cambiate, ottimizza il regime di giri e quindi massimizza l’efficienza dei consumi; inoltre aumenta durata ed affidabilità del motore, in quanto le due frizioni lavorano alternativamente dimezzando di fatto il deterioramento nel tempo delle stesse.

Il cambio sequenziale a doppia frizione DCT consente al pilota della Honda NM4 Vultus di scegliere tra le modalità automatiche Drive (D) e Sport (S), oltre alla modalità manuale (MT) con palette al manubrio.

Motore

Il compatto motore bicilindrico parallelo monoalbero a 8 valvole, raffreddato a liquido, da 745 cc della Honda NM4 Vultus offre una coppia notevole e ottima potenza a tutti i regimi, con consumi ridotti ed emissioni limitate. È un motore a corsa lunga (alesaggio x corsa 77x80mm), con camere di combustione ad alta efficienza (rapporto di compressione 10,7:1) e albero motore a elevato momento d’inerzia, per offrire coppia elevata già a bassissimo numero di giri. La potenza massima di 55 CV (40,3 kW) viene raggiunta a 6.250 giri/min, mentre la coppia massima è di 68 Nm a 4.750 giri/min. Il motore è dotato di doppio contralbero di bilanciamento, una soluzione adottata per ottimizzare lo smorzamento delle vibrazioni ai regimi più elevati.

Il sistema di alimentazione ad iniezione elettronica PGM-FI sfrutta un singolo corpo farfallato da 36 mm che agisce su condotti di aspirazione sdoppiati ricavati nella testata, una delle soluzioni che hanno reso possibile il consumo dichiarato di 28,4 km/l nel ciclo medio WMTC. Con gli 11,6 litri di capacità del serbatoio l’autonomia della Honda NM4 Vultus è superiore a 300 km.

Il catalizzatore ad alta efficienza è situato subito a valle dei condotti di scarico, in modo da raggiungere la temperatura di esercizio rapidamente dopo le partenze a freddo, così da rientrare con ampio margine nei limiti della normativa Euro3.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!